Da Fiera di Puegnago a Fiera del Garda? Lo sponsor è l’assessore Razzi, che gioca in casa

    0
    Bsnews whatsapp

    Una vetrina dell’enogastronomia di qualità di tutto il Garda, anche quello veronese e quello trentino, una sorta di "piccola Vinitaly" di fine estate. E’ ciò che l’assessore provinciale Silvia Razzi vorrebbe diventasse l’attuale Fiera di Puegnago, che cambierebbe il nome in Fiera del Garda. 

    Una semplice ipotesi da inserire nell’agenda di lavoro? No, una possibilità concreta, che potrebbe essere sperimentata già nella prossima edizione nel 2012. Dunque l’edizione numero 35 della Fiera di Puegnago che si inaugura domani potrebbe essere l’ultima che va in scena.

    Fortissime le convinzioni dell’assessore Razzi, supportata in questo dal presidente della provincia Molgora, che tra l’altro gioca in casa, essendo vicesindaco del piccolo comune rivierasco ed anche assessore ai Servizi Sociali, nonché cittadina di Puegnago da più di dieci anni. Ma la sua convinzione non cambierebbe se abitasse altrove: la fiera si è sviluppata moltissimo, ormai da molto tempo, e per il salto di qualità mancherebbe solo la condivisione degli obiettivi con gli altri comuni, e la promozione del "marchio".  a.c.

    — 

    “La 35ma nei dettagli…”
    Ricco il cartellone della 35ma Fiera di Puegnago, con appuntamenti per tutti.
    Novità dell’edizione, una location di prestigio: Villa Gàlnica (ex palazzo Tebaldini), tornata agli
    antichi splendori, nel cuore del centro storico di Puegnago, grazie ad una sapiente e preziosa
    ristrutturazione. Una Villa che nei 4 giorni di Fiera ospiterà degustazioni guidate e incontri
    tecnici dedicati agli oli, oltre 70 monocultivar giunti da molte regioni d’Italia, a cura di Aipol
    (Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli Lombardi) e di Assam Marche (Agenzia Servizi
    Settore Agroalimentare delle Marche), ed una serie di appuntamenti conviviali di grande
    suggestione: il venerdì, il sabato e la domenica sera…
    Lungo una “Via del Groppello”, incastonata tra le contrade antiche del paese, previo acquisto di
    un coupon da 5 euro, è possibile degustare con bicchiere al collo i Groppello prodotti dalle
    migliori aziende di questa terra (14 cantine con 23 vini in concorso) ed accedere ad una lunga fila
    di banchi colorati che espongono un’ampia scelta di delizie gastronomiche (venerdì, sabato e
    lunedì dalle 18 alle 23, la domenica anche al mattino, dalle 11 alle 12.30).
    Una “Hosteria dello Spiedo”, al riparo di accoglienti tensostrutture a due passi dal centro e
    gestita da attivissimi volontari, sforna a cena e la domenica anche a pranzo, i piatti tipici
    gardesani (capofila, la gustosa abbinata “spiedo con polenta”) (venerdì, sabato e lunedì, dalle 18
    alle 23, la domenica, dalle 11.30 alle 14.30 e dalle 18 alle 23).
    Appuntamento immancabile ed esclusivo, quello con le Grappe e le acquaviti targate Garda:
    in degustazione guidata in un salotto riservato tra le contrade dove a condurre i giochi è l’ANAG
    (Associazione Nazionale Assaggiatori Grappe) della nostra provincia presieduta da Marino
    Damonti di cui è anche vice-presidente regionale.

    Ricca la serie di eventi. Tra i tanti…
    Venerdì 2 alle 18.30, nella sala consiliare del Comune, apre i battenti di questa edizione il
    Convegno “Pianificazione agricola: Puegnago e il Garda” (comunicato in allegato) che riunisce
    amministratori e tecnici del territorio, autorità politiche, dottori agronomi, architetti paesaggisti,
    ingegneri.

    Sempre venerdì 2, alle 20, in Villa Galnica, il via alle premiazioni del Concorso Enologico
    “Groppello d’Oro e Groppello Riserva Menzion d’Onore” e del 16° Concorso Interregionale
    “Alambicco del Garda” e contemporaneamente, in altre sale, a “Gustose armonie”, incontro
    conviviale e musicale insieme, con piatti dedicati alla lirica con il coro polifonico “Il Cantiere” di
    Cremona diretto da Carla Milanesi (20 euro prezzo fisso, su prenotazione in Comune, allo
    0365/555320, infoline 345/2307439 o via mail all’indirizzo fiera@comune.puegnagodelgarda.bs.it)

    Sabato 3 dalle 9 alle 12, in Villa Gàlnica, degustazione guidata per gli assaggiatori agli oli
    monocultivar di tutto lo stivale a cura di Assam Marche e di Aipol , con il seminario di
    aggiornamento “Oli monovarietali italiani: caratterizzazione analitica e sensoriale per un consumo
    consapevole” seguito da pranzo a base di piatti abbinati all’olio (Su prenotazione al numero
    030/3757880).

    Sabato 3 alle 20 le sale di Villa Gàlnica ospitano una degustazione-provocazione di delizie a
    base di grappa, ma anche di Casaliva, Groppello e … cioccolato! (prezzo fisso 15 euro) aperta
    al pubblico su prenotazione (in Comune allo 0365/555320, al 345/2307439 o via mail
    all’indirizzo fiera@comune.puegnagodelgarda.bs.it).
    Domenica 4, da mattina a sera, le cantine di Puegnago sono raggiungibili, altra novità di
    quest’anno, anche a cavallo o in carrozza, a cura dell’Associazione “Cavalieri del Garda” di
    sede a Puegnago. L’appuntamento è alle 8 del mattino all’Agriturismo il Bosco, in via
    Campolungo,1. Il trekking, per chi ha già dimestichezza con l’equitazione, parte in direzione di
    Muscoline, alla volta dell’azienda “La Guarda”, fa tappa a “La Basia” di Puegnago, prosegue da
    Masserino alla Raffa e conclude a Villa Pasini con pranzo e visita all’attigua azienda agricola San
    Giovanni (il rientro è previsto intorno alle 17 all’azienda agricola il Bosco). (Prenotazione entro
    venerdì 2 al 393/7774566, Barbara Nolo Belina, ed al 335/6715297, Gianluca Cavagnini).

    Domenica 4 alle 20, Villa Gàlnica si apre ad una “Cena-Degustazione” a cura della “Strada dei
    Vini e dei Sapori del Garda” presieduta da Nicoletta Manestrini. Con una carrellata di piatti tipici
    del Garda che ha come protagoniste le due eccellenze di Puegnago: l’olio Casaliva ed il vino
    Groppello (Info e prenotazioni al 334/3006235, www.stradadeivini.it).

    Lunedì 5 alle 18, in sala consiliare, il convegno: "Olivicoltura lombarda e valorizzazione del
    territorio" moderato da Michele Bungaro di Unaprol riunisce esperti del settore olivicolo per
    promuovere la Casaliva ad ambasciatrice del Garda bresciano, organizzato da Aipol di Brescia ed
    Unaprol. Con la partecipazione del prof. Maurizio Servili, dell’Università di Perugia, della dr.ssa
    Garlanda della Regione Lombardia, di Ettore Prandini, Presidente della Coldiretti di Brescia e di
    Francesco Bettoni, Presidente dell’Unione Provinciale Agricoltori e della CCIAA di Brescia.
    Si parlerà di distretti rurali e delle attività condotte da Aipol riguardanti il recupero dell’acqua di
    vegetazione delle sanse e del loro utilizzo nell’alimentazione zootecnica, per uno sviluppo integrato
    di olivicoltura e territorio.
    Al seguito, la consegna del premio internazionale “Olivo d’Oro: Salute, Cultura, Territorio”. Il
    premio, giunto alla 7a edizione (conferito nell’ordine a Giorgio Calabrese, Andreas März, Paolo De
    Castro, Giuseppe Fontanazza, Massimo Gargano, e lo scorso anno a Giovanni Mantovani,
    direttore generale di “Veronafiere”..), che in questa edizione andrà ad un noto personaggio il cui
    nome verrà comunicato nel corso della Fiera.

    A corollario, domenica 4 alle 15.30, sfilata di carri della tradizione contadina e, lunedì alle
    22.30, il grande spettacolo pirotecnico che chiude, tra fontane di luci e colori in discesa verso il
    blu del lago, questa festa di fine estate.

    La Fiera rimane aperta al pubblico nei giorni feriali, venerdì 2, sabato 3 e lunedì 5, dalle 18 alle
    23.30. Domenica 4, dalle 11 del mattino e ad orario continuato fino alle 23.30.

    Ufficio Fiera: 0365/555320, fiera@comune.puegnagodelgarda.bs.it – Infoline: 345/2307439

     

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. "Fortissime le convinzioni dell’assessore Razzi, supportata in questo dal presidente della provincia Molgora, che tra l’altro gioca in casa, essendo vicesindaco del piccolo comune rivierasco ed anche assessore ai Servizi Sociali, nonché cittadina di Puegnago da più di dieci anni." Molgora è vicesindaco, assessore e "cittadina" di Puegnago? La lingua italiana, questo mistero…

    RISPONDI