Indagine Acli: un operaio prende 365 euro al giorno in meno di un dirigente

    0

    Trecentosessantacinque euro al giorno. E’ questa la differenza tra lo stipendio medio di un dirigente e la paga di un operaio. Mentre rispetto alla retribuzione di un "quadro" un operaio prende in meno ogni giorno 127 euro. E rispetto a un impiegato, la differenza è di /soli/ 22 euro. Sono alcuni dei dati che emergono dal dossier statistico preparato dall’Iref, l’istituto di ricerca delle Acli, per l’incontro nazionale di studi delle Associazioni cristiane dei lavoratori italiani, dedicato al tema del lavoro "scomposto".

    ECCO IL LINK AL TESTO INTEGRALE DELLA RICERCA (.PDF) 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. non vedo cosa ci sia di strano,se uno fa il dirigente e si assume grosse responsabilità non è certo per la gloria….più che scandalizzzarmi se un dirigente prende tanti soldi credo che si sia da scandalizzarsi perchè un operaio ne prende troppo pochi!

      apparte quello la ricerca è piuttosto veritiera,in prima persona confermo tutto soprattutto per il lavoro giovanile avendo 23 anni ed essendo alla diseprata ricerca di qualcosa da fare

    2. Non è classismo, ma giustizia: l’operaio, finita la giornata (ed anche durante l’orario di lavoro) mette il cervello in frigorifero, il dirigente o l’imprenditore (in particolare) devono sempre tenere acceso il cervello, non dormono di notte e rischiano del loro …. se non ci fosse una remunerazione per qs. aspetti saremmo ancora in Russia o nella DDR!

    3. Sti malcagati di operai pretendono una paga giusta e pretendono di riuscire a comprarsi una casa e riuscire a mantenere la propria famiglia senza far mancare niente ai figli. non tirare la cinghia tutti i mesi e magari riuscire a fare una settimana al mare in estate!!!! in quanto a spegnere il cervello ci sono dirigenti e quadri che ce l’hanno spento anche sul lavoro. non ti dico cosa penso del tuo messaggio…

    4. bravo carlo!!!! e poi sono gli operai che aumentano il costo del lavoro!!!!!!SPECIALMENTE QUANDO CHIEDONO 30 EURO AL MESE DI AUMENTO……

    5. il comunista che ha scritto alle 11,33 dovrebbe prendersela con i sindacati che hanno condotto allo sfacelo il sistema previdenziale, con un cuneo che ha del mostruoso per mantenere in vita apparati di fancazzisti sindacalmente distaccati, pensioni baby ecc., che determinano un prelivo sulle buste paga scandaloso e l’impoverimento degli operai e la disperazione dei datori di lavoro allo stesso tempo.

    6. sono quello che ha scritto alle 10.26: dimmi pure quello che pensi … anzi l’hai già detto. Perchè aspetti la manna dal cielo e non ti dai da fare e, anzichè pretendere di avere senza rishciare ti metti in gioco e non fai il dirigiente o l’imprenditore. La verità è che i comunisti sono invidiosi, fancazzisti e disoneti. Diceva mia nonna che la massima dei comunisti è "Ciò che è tuo è anche mio, ciò che è mio è mio"! Dopo 40 anni è ancora così!

    7. Sono d’accordo che i dirigenti debbano prender di più degli operai. Magari non così di più, ma comunque sicuramente di più. Come è giusto che il primario prenda di più dell’infermiere. Detto questo, non mi sognerei mai di dire che gli infermieri sono "invidiosi, fancazzisti e disonesti". Ma come ti permetti?

    8. p.s.: il primario senza gli infermieri non potrebbe svolgere il suo lavoro; quindi è giusto che ci siano tutti e due, così come imprenditori ed operai. Non esiste un imprenditore se non ha gli operai che LAVORANO per lui (non è che l’imprenditore è un benefattore che regala gli stipendi) e non esisterebbero gli operai senza un imprenditore che si avvale del loro lavoro. E’ un equilibrio delle parti, che è interesse di tutti che rimanga.

    9. invidiosi, fancazzisti e intellettualmente disonesti sono i comunisti, non gli infermieri e, quindi, tali sono semmai gli infermieri comunisti, ma non tutti gli infermieri … mi permetta!

    10. Spiace anche a me che si usino degli insulti per dar forza ai propri pensieri e per non rispettare le opinioni altrui, come colui/ei che continua a dare del beota a chi non la pensa come Lui, convinto di aver in tasca la verità

    11. invidiosi, fancazzisti e intellettualmente disonesti…. ancora qualche aggettivo? A parte che non sono comunista ma di sinistra, il comunismo non esiste piu’ (per fortuna) e non si mangiano piu’ i bambini, pero’ io lavoro in fabbrica 8 ore a giorno compreso sabato e domenica e ogni mese pago le mie tasse, non posso scapparci essendo dipendente.Ho una fiat di 10 anni e mi deve durare ancora.
      Mi girano o come dici tu sono invidioso, quando vedo gente con macchine da 80/90mila euro che si lamenta,e poi li trovo a comprare i libri di scuola per i figli con la dote scuola data alla regione per chi ha redditi bassi…. Poi se volete continuare a insultare va bene, si deduce la vs intelligenza…

    LEAVE A REPLY