Profughi, funzionari Onu a Montecampione. Si va verso uno sblocco della situazione?

    0
    Bsnews whatsapp

    Sono rimasti mezz’ora nel residence Baite di Montecampione a 1800 metri d’altezza, due funzionari Alto Commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite (Acnur) un responsabile del Dipartimento della Protezione e un Viceprefetto di Brescia. Hanno visitato la struttura, le camere, la cucina e tutti gli spazi dove da tre mesi vivono 116 rifugiati libici. Ufficialmente la visita è servita per “monitorare gli standard di accoglienza”, ma la sensazione è che qualcosa, nelle prossime settimane, si possa sbloccare.

    Nessun commento ufficiale da parte dei funzionari anche se pare che al termine della visita si siano lasciati sfuggire un “siamo al limite della sicurezza”. L’avvicinarsi dell’autunno fa dunque pensare che a breve i profughi “eremiti” possano scendere a valle dando corpo a quel progetto di “accoglienza diffusa” di cui si è parlato in questi giorni. Sono infatti già una ventina i Comuni della Vallecamonica che avrebbero dato la disponibilità ad accogliere piccoli gruppi di persone in alcune strutture del loro territorio

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Non dirlo ad alta voce, che magari qualcuno ci pensa davvero: con i soldi spesi per tenerli lassù fino ad oggi, mentre con un minimo di efficienza si potevano avviare subito le loro pratiche e si poteva averle chiese da un bel po’, ci stava anche l’alloggio al Vittoria…

    2. Li fa arrivare Maroni. Da tre mesi siamo in attesa che venga stabilito dal Ministero dell’Interno se queste persone hanno diritto di restare o se invece magari non l’hanno e devono tornare indietro. Basterebbe svolgere le pratiche: cosa si aspetta?

    3. Sì non diciamolo ad alta voce perchè se no gli evasori fiscali non ci vanno più perchè si vergognano. Tanto sono sul loro stesso piano. Con i soldi evasi la loro permanenza in hotel gliela paghiamo sempre noi soliti noti, o sbaglio!

    4. LA maggior parte degli"ospitati"non hanno le caratteristiche per essere considerati rifugiati, quindi non danno le loro generalità o le danno false e perciò è difficile identificarli e quindi procedere al riconoscimento dello status di profugo (o meno)

    5. Lo dice perchè ha elementi in merito o così tanto per dire? Se lo sa lei, non sarebbe male che lo sapesse anche la questura: ma cento persone si potranno ben controllare in tre mesi? Se no, cambiamo mestiere…

    6. Se uno da 10 generalità Le sembra facile risalire a quella vera? Non è meglio stare in montagna , avere da mangiare , bere, fumare , tutto gratis ,il più lungo tempo possibile!

    7. Chi parlasse sapendo di cosa parla, saprebbe che i profughi non sono per niente contenti di stare confinati là a fare niente. E’ gente che era immigrata in Libia per lavorare, lasciando la famiglia nel paese di origine (un po’ come hanno fatto i nostri nonni qualche decennio fa). A causa della guerra in Libia sono scappati, o sono stati "fatti scappare". Da quando sono in Italia NON POSSONO lavorare (non è che non vogliono…) e NON POSSONO mandare i soldi a casa, a differenza di come facevano quando lavoravano in Libia. A loro conviene dare i dati veri, perchè se stanno a Monte Campione hanno le sigarette gratis, se possono tornare a lavorare possono riprendere ad inviare i soldi in patria per le loro famiglie. Ripeto: parla sulla base di elementi o chiacchiera tanto per dire scemenze?

    8. l’ultima volta Li ho visti sabato in Val Palot e le assicuro che erano ben felici di starci.Hanno pure un laghetto tutto per Loro, residence nuovo, al giorno 3 pasti serviti e riveriti.un campetto da calcio, mi creda ,diversamente da altri so quello che dico.
      Perchè non danno le loro vere generalità?
      Se arrivano senza documenti o con documenti falsi è colpa della Questura? Provenendo da zone diverse ( anche fra loro si creano gruppi sulla base dell’etnia)
      è difficile sa risalire alla vera identità

    9. Si, anche l’orso che ho visto sabato allo zoo ha il laghetto, un ricovero confortevole e pulito, viene nutrito regolarmente e gli spazzolano pure il pelo. D’estate gli danno anche i ghiaccioli perchè ha caldo. Gli chiederemo anche se è felice. Di sicuro non ha una famiglia da mantenere. Lei non sa di cosa parla, se pensa che uno preferisca avre le sigarette piuttosto che mantenere la famiglia (come faceva quando lavorava in Libia, da dove è scappato a causa della guerra).

    10. Dunque ieri sera sono stati intervistati da teleboario ed hanno affermato che non torneranno mai nè in Libia , nè al loro Paese ma che vogliono restare in Italia ed avere una casa . Ed hanno ribadito che da qui non si muoveranno mai! Dalla VAL palot è tutto.
      Mi sa proprio che è Lei che non sa di cosa parla!
      P.s: stanno anche organizzando per dare loro cure dentistiche gratuite, hanno a diposizione educatori , insegnanti di Italiano e poi…..ci sfido che dall’Italia non si muoveranno più

    11. Fra l’altro questa in Val Palot è una struttura privata ,quindi anche Lei volendo può ospitarli a casa Sua e così potrà parlare avendo cognizione di causa…

    12. Li sto già ospitando a casa mia: perchè Maroni è il mio ministro degli Interni e li ha fatti venire qui, ospitandoli usando i soldi delle mie tasse. Soldi che mi piacerebbe usasse meglio, visto che io fatico a guadagnarli. Situazione gestita bene secondo lei? Tutti stanno facendo il loro mestiere? Tre mesi per identificare cento persone? No, perchè piacerebbe anche a me metterci il triplo del tempo a fare il mio lavoro senza avere conseguenze, ma purtroppo a me non è consentito. Scuserà se non prendo teleboario (e se anche la prendessi…), ho sentito anch’io altre interviste su teletutto e mi sembravano di segno opposto a quello che dice lei. Tra l’altro, se li identificano e si appura che non hanno diritto a stare qui, tornano eccome a casa loro. Basterebbe volerlo fare: invece è più redditizio tenerli qui, in attesa che scoppi qualche casino…

    13. c’è un elemento positivo, che va evidenziato. una ventina di comuni della valle hanno dato disponibilità all’accoglienza in piccoli gruppi. questo favorirà l’integrazione di persone che hanno storie terribili da raccontare. grazie val camonca. grazie brescia.

    14. Scusi come quando arrivano in Italia gli extra-comunitari, stanno tanti mesi nei centri di accoglienza e similari in attesa di scoprirne l’identità ? E’ la stessa cosa:non è facile identificare una Persona che non vuol esserlo Penso comunque che questa Sua conoscenza e convinzione l’abbia acquisita sul campo, cioè incontrando e parlando viso a viso co queste Persone

    15. Non serve prendere teleboario, basta salire in Val Camonica e "intervistarli" di Persona,ma visto le Sue certezze penso l’abbia già fatto o no?

    16. Dovreste fare un giretto dalle mie parti (Nairobi) a vedere l’esterno della UNCHR prima di dar fiato alla bocca.
      Io non sono ne di destra ne di sinistra ne di centro ne di nessuna parte della politica Italiana,sono solo un espatried che tutti i giorni vede dei disperati senza terra e senza futuro di qualsiasi sesso ed eta’ cercare una via per sopravvivere.
      Ho a che fare con questa realta’ tutti i giorni e non vi auguro nemmeno un minuto della loro vita.
      Ma un po di vergogna la provate?
      E abbiamo pure il coraggio di definirci popolo civile.

    17. Un altra cosa: visto che vi e’ la convinzione che l’Italia sia invasa dai rifugiati date un occhiata a queste tabelle

      Nell’Unione Europea (Europa dei quindici) i rifugiati e le persone con protezione UNHCR sono quasi due milioni.
      STATO
      RIFUGIATI
      COMPETENZA UNHCR
      Austria
      14.130
      43.624
      Belgio
      12.578
      32.425
      Danimarca
      73.597
      79.665
      Finlandia
      12.373
      15.816
      Francia
      102.182
      136.770
      Germania
      903.000
      953.000
      Grecia
      2.788
      4.526
      Irlanda
      5.380
      12.347
      Italia
      9.169
      17.379
      Lussemburgo
      1.201
      2.244
      Paesi Bassi
      148.362
      206.521
      Portogallo
      462
      707
      Regno Unito
      159.236
      200.036
      Spagna
      6.780
      16.089
      Svezia
      142.193
      175.209
      TOTALE
      1.593.431
      1.895.651

      Il numero dei rifugiati in Italia è molto basso, anche in relazione alla grandezza del territorio: nel nostro paese, attualmente, i rifugiati riconosciuti sono poco più di novemila, cioè 0,16 ogni mille abitanti (in altri stati sono da 9 a 16 ogni mille abitanti).

    18. La convinzione, personale (personalissima) non è quella di essere invasi dai rifugiati bensì dai clandestini che vorrebbero spacciarsi per rifugiati. Mi perdoni: non sarebbe nello stesso interesse del Rifugiato fornire le estte generalità per ottenere il prima possibile il riconoscimento dello status di rifugiato?

    19. L’unico vero copia e incolla che conosco è quello di coloro che da anni tentano di venderci il razzismo da quattro soldi tentando di creare diversivi e spandere il più possibile nebbia sui poveri beoti, mentre lor signori impoveriscono il paese scaricando sulle classi sociali più deboli il costo di una crisi che loro, solamente loro, con le loro banche e la loro finanza d’assalto e fraudolenta hanno prodotto. Sono anni che stanno cercando di raggirarci con la storia dell’immigrazione che, guarda caso da quando sono al governo ha avuto un’impennata senza precedenti e sempre sotto i loro governi, hanno dato corso ad una sanatoria dietro l’altra per accontentare padroni e padroncini che, ogni qualvolta devono ricattare i lavoratori italiani se ne escono con sparate nazzistoidi. E’ anni che va avanti questa vergognosa situazione, intanto che il paese naufraga dietro una scandalosa politica di condoni ed evasioni fiscali. Se dovessimo stare ai dati ISTAT che dicono che l’evasione fiscale annua in Italia si aggira tra i 100 ed i 150 miliardi all’anno, ufficiosamente si parla anche di oltre 200 miliardi, sai da quante finanziarie ci saremmo salvati, ma non solo: con il recupero di un solo anno di evasione fiscale e contributiva avremmo anche potuto pareggiare i bilanci di buona parte di quei paesi da dove provengono questi cittadini in fuga disperata dalle guerre e dalla fame. Per cui potete pure continuare a prendervi per i fondelli con il vostro razzismo, perchè nel paese comincia a crescere una diversa opinione sulle responsabilità sociali che stanno alla base della crisi economica del nostro paese e che sconfesserà simili idiozie.

    20. Il sol dell\’avvenire avrebbe dovuto riscaldare i proletari di tutto il mondo. Il sole delle alpi riscalda i furbi del terzo mondo e della "patania".

    21. Quello che sta accadendo nei cd.paesi "civili" (Francia, Spagna, Olanda, Belgio, Inghilterra) dimostra come la politica dell’accoglienza e della "tolleranza" non paghi.
      Ed infatti questi Paesi stanno facendo un passo indietro….questo dovrebbe insegnarci qualche cosa.E noi cosa facciamo? Ripetiamo gli stessi errori ; questo sì porterà al caos sociale; l’immigrato deve venire in Italia solo se con lavoro ed abitazione dignitosi,. Altrimenti, considerando i tempi di crisi che stiamo vivendo non si farà altro che alimentare le tensioni sociali.
      Due anni fa , con l’elezione di Obama si era scatenato l’entusiasmo anche nostrano "yes,we can" vi ricordate e adesso? Le cose sono peggiorate, non si può parlare o governare per slogan e soprattutto non si possono garantìre diritti a tutti; si devono operare delle scelte, fare i conti con la realtà e necessariamente sacrificare qualcosa e qualcuno. Lo so che non è bello. ma questa è la realtà ; non si possono alimentare false speranze.E soprattutto , a mio avviso, prima vanno tutelati i Cittadini italiani e, visti i tempi che corrono sarà un’impresa riuscirci….

    22. Un altra cosa: visto che vi e’ la convinzione che l’Italia sia invasa dai rifugiati date un occhiata a queste tabelle

      Nell’Unione Europea (Europa dei quindici) i rifugiati e le persone con protezione UNHCR sono quasi due milioni.
      STATO
      RIFUGIATI
      COMPETENZA UNHCR
      Austria
      14.130
      43.624
      Belgio
      12.578
      32.425
      Danimarca
      73.597
      79.665
      Finlandia
      12.373
      15.816
      Francia
      102.182
      136.770
      Germania
      903.000
      953.000
      Grecia
      2.788
      4.526
      Irlanda
      5.380
      12.347
      Italia
      9.169
      17.379
      Lussemburgo
      1.201
      2.244
      Paesi Bassi
      148.362
      206.521
      Portogallo
      462
      707
      Regno Unito
      159.236
      200.036
      Spagna
      6.780
      16.089
      Svezia
      142.193
      175.209
      TOTALE
      1.593.431
      1.895.651

      Il numero dei rifugiati in Italia è molto basso, anche in relazione alla grandezza del territorio: nel nostro paese, attualmente, i rifugiati riconosciuti sono poco più di novemila, cioè 0,16 ogni mille abitanti (in altri stati sono da 9 a 16 ogni mille abitanti).

    23. …Si devono operare scelte….fare i conti con la realtà….non si possono garantire i diritti per tutti….Infatti, è quello che penso anch’io quando mi passano le immagini di un paese che per non applicare la patrimoniale o il contributo di solidarietà per coloro che guadagnano 200.000 euro all’anno volevano far saltare il riconoscimento dei contributi per la naia o per gli anni dell’università, peraltro già versati. Vi rendete conto di quanti slogan fasulli sull’immigrazione ci buttano addosso, come se quei disperati fossero i responsabili di questa crisi e dei mali del paese. Sono veri i dati sull’evasione fiscale e contributiva ai danni dell’erario che ogni giorno costano tagli alla sanità, all’istruzione, ai trasporti, all’assistenza sociale per i nuclei più deboli della popolazione. La Caritas ha calcolato che i soldi versati dai lavoratori immigrati in Italia sono pari a 11 miliardi a fronte dei 10 miliardi spesi per le politiche sociali attuate nei loro confronti, clandestini compresi, con un attivo di 1 milardo di euro per lo Stato. Lo steso Ministero del Lavoro (centro destra) calcola il fabbisogno di 1.880.000 di immigrati indispensabili nei prossimi 10 anni per tirare l’economia italiana. Vedi documento del febbraio 2011 su internet.Quindi è facile comprendere come sia gioco facile per i possessori di yacht, SUV, super ville cercare di "parlare d’altro" intanto che loro vivono nel lusso e la stragrande maggioranza degli italiani tirano la cinghia a fine mese. Pensate che la nuova manovra finanziaria del Governo parla con successo di lotta all’evasione fiscale per oltre 5 miliardi. Ma gli altri 145 miliardi di euro evasi ogni anno come pensano di recuperarli…nascondendoceli, forse, con il solito polverone sulla sicurezza e i clandestini ospitati in Vallecamonica?

    24. quoto in pieno il commento precedente e aggiungo che viviamo in un paese dove il 10 % della popolazione è proprietaria del 50% del patrimonio. ma la crisi la si vuole far pagare al restante 90% dando la colpa agli stranieri.. APRIAMO GLI OCCHI.

    25. Di oggi: solo il 2% dei contribuenti dichiara sopra il 74.000 euro. Che dire, stranieri a casa nostra! Grazie lEGA per l’indipendenza della patania!

    26. Bello prendere qualche spezzone qua e là…ricordiamo che in Italia tra l’altro si va in pensione prima rispetto agli altri Paesi Europei tant’è?,che l’Europa continua a sollecitarci un adeguamento dell’età pensionabile ed anche questo incide sulla nostra situazione economica. Se facciamo pagare ancora più tasse agli imprenditori rischiamo (e già molti lo fanno) che dislochino le loro attività all’estero ed allora rimarrebbe sempre la ricchezza nelle mani del 10% come dice Lei con l’aggravante che vi sarebbero più lavoratori dipendenti(come me) a casa.
      Concordo che tutto il male non viene dagli stranieri
      però la percezione(probabilmente dovuta anche al difficile momento economico ) che si ha , è che già sono tanti quelli che ci sono che non vi è necessità ne arrivino altri.
      Operando nel sociale , chiedo come si fa a quantificare il numero dei clandestini per le statistiche se appunto sono clandestini.?
      Ai Servizi Sociali accedono soprattutto gli stranieri
      ( tanti figli, buono scuola , libri acquistati dal Comune, rette agli asili non sempre pagate, per non parlare degli alloggi popolari). Abbiamo anche fra gli Italiani Persone bisognose d’aiuto, che magari non sanno urlare per chiedere aiuto. O che quando lo fanno , ormai c’è già chi li ha preceduti( perchè NON ci possono essere diritti per tutti) E sinceramente preferisco prima aiutare un mio connazionale e poi se avanza , anche lo straniero.
      E’ il comportamento che stanno adottando gli altri Paesi Europei che, dopo anni di "aiutiamo tutti" ora stanno ritornando sui loro passi.
      Vi ricordate quando la Francia ha impedito agli "ipotetici" rifugiati di varcare i suoi confini, oppure la Spagna , dove sapete bene cosa accade a chi arriva clandestino (non voglio neppure scriverlo tanto mi fa ribrezzo).?
      Questi sono miei semplici pensieri , non hanno la pretesa di rappresentare la verità assoluta .
      Tutto ciò nel rispetto delle opinioni altrui

    27. Europa delle banche e della speculazione finanziaria, imprenditori che per mantenere il loro standard di vita lussuosa licenziano , evasori malfattor che hanno abusato dell’Italia e degli italiani è giusto che ora siano loro a pagare la crisi fino all’ultimo euro.

    28. ..tanto loro sono ricchi, potrebbero vivere di rendita ,quindi perchè non chiudere baracca e burattini e vivere ancora meglio di come vivono adesso?

    29. …e, intanto, dobbiamo mantenerli nel lusso, per cui se si fanno da mantenuti la galera, credo che convenda a tutti per una pura questione di equità!

    RISPONDI