Via Sostegno, altro che “cemento bloccato”. Il Pd: “Vilardi non dice la verità”

    0

    Su via Sostegno l’assessore Vilardi non dice la verità. E’ quanto sostengono i vertici del Pd cittadino che – numeri alla mano – dimostrano come le volumetrie del progetto di riqualificazione dell’area subiranno un incremento, soprattutto nelle aree di proprietà dei privati (quasi raddoppiate). 

     

    Ecco il testo completo del comunicato

     

    Nell’intervista dell’assessore Paola Vilardi rilasciata al Giornale di Brescia e comparsa nell’edizione di lunedì 22 u.s. con il titolo: Sostegno, cemento “bloccato” l’assessore afferma che le volumetrie concesse ai privati restano “bloccate” ai 16.800 mq previsti dall’attuale PRG e che l’edilizia convenzionata viene triplicata rispetto al progetto originario.

    I dati dell’”entusiastico” comunicato sono facilmente verificabili consultando il Documento di Piano del nuovo PGT pubblicato ormai da diversi giorni sul sito del comune (Appendice 1 – Schede A.5.1 – A.5.2 – A.5.3 – A.5.4).

    Dall’esame delle schede risulta che la superficie (SLP) complessiva che compete a via Sostegno, ammonta a 43.800 mq, di cui 29.600 mq attribuiti alle aree di proprietà dei privati e 14.200 mq su aree di proprietà del comune.

    Numeri decisamente diversi e ben superiori a quelli dichiarati nell’intervista (43.800 mq di edificabilità complessiva contro i 32.000, 29.600 mq ai privati contro i 16.800 dichiarati).

    Inoltre diversamente da quanto affermato dall’assessore Vilardi il fatto che il nuovo PGT assegni 14.200 mq (non i 15.200 mq dichiarati nell’intervista) di Slp all’area di proprietà del comune non ha alcun significato rispetto all’impatto edificatorio, perché anche se di competenza del Comune questi volumi verranno comunque edificati in quanto il diritto edificatorio dovrà essere ceduto dal comune ai privati per realizzare le opere pubbliche.

    Nessun “cemento bloccato” quindi perché la nuova edificabilità prevista per il comparto di via Sostegno è quasi il triplo rispetto a quella prevista dall’attuale Piano Regolatore e più o meno la stessa di quella prevista dal contestato progetto il cui ritiro, sull’onda delle proteste dei comitati spontanei e del Partito Democratico aveva fatto sperare ad un sostanziale ripensamento, che purtroppo non c’è stato.

    Risulta chiaro pertanto, che l’annuncio “via Sostegno, cemento bloccato”, non risponde al vero. Per l’area di via Sostegno esiste un “cemento raddoppiato” in barba alle formidabili proteste contro il precedente piano che adesso, come dimostrano i numeri viene di fatto riproposto pari-pari, e perfino peggiorato nel suo enorme peso insediativo.

     

    Edilizia convenzionata

    Anche per quanto riguarda l’edilizia convenzionata le dichiarazioni dell’assessore non quadrano. L’attuale piano infatti prevede 2.500 mq di convenzionata sui circa 19.000 mq complessivi, mentre il nuovo piano ne prevede, non i 7500 mq dichiarati nell’intervista, ma solamente 5.800 mq che rapportati ai 43.800 mq complessivamente edificabili non rappresentano un aumento, bensì un significativo calo.

     

    Verde

    L’area a verde si riduce dai 34.000 mq previsti dal PRG a 19.000 mq.

     

    Opere pubbliche

    Del sottopasso alla ferrovia per il collegamento con la stazione del Metrobus non è fatto alcun cenno né nel progetto né nel Piano dei Servizi. Dopo aver “stoppato” nel settembre scorso, sull’onda del mare di proteste e polemiche che aveva suscitato il nuovo progetto di via Sostegno viene riproposto, non migliorato, ma addirittura peggiorato. Va chiarito inoltre che lo sbandierato risanamento della zona era già previsto dal PRG e non ha alcuna attinenza con i volumi che si vanno a costruire.

     

     

    PROGETTO DI VIA SOSTEGNO 

                                                        PRG                            PII (decaduto)                      PGT

    Superficie edificabile

             18.000

             42.000

              43.000

    Edilizia convenzionata

               2.500

               2.500

                5.800

    verde

             34.000

             22.000

              19.000

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Dopo l’assessore non si lamenti se la circoscrizione le vota contro quando. Quando c’è da apparire Cs senza nemmeno chiedere parere alla coordinatrice ambiente e territorio.
      Per altri pareri siamo indispensabili attenzione perché i voti della sud potrebbero. Non essere così sicuri

    2. Certamente che quelli della circoscrizione si prendono sul serio ,non tutti ovviamente(viste le molte defezioni),ma questo non può che essere un complimento per chi ci lavora gratuitamente e sicuramente importa a quelle persone che hanno dato la preferenza di voto

    3. ….. ma ancora credono di fare soldi con l’edilizia …. ma vedono la quantità di invenduto circolante ? Una risata li seppelirà ed insieme a loro anche i nss. risparmi depositati nelle banche che li finanziano è li l’anello debole quindi ….. ritiriamo e chiudiamo i c/c nelle banche che finanziano tali investimenti ….. è l’unica strada … tanto tra pochi mesi ci serviranno per sopravvivere alla prossima ondata di licenziamenti ….

    LEAVE A REPLY