Il 24 settembre, a Bagolino, appuntamento con la Fragilità del sacro

0

A Bagolino lo Studio d’Arte Zanetti inaugura sabato 24 settembre 2011 alle ore 18.00 Fragilità del sacro a cura di Elisabetta Sgarbi. In mostra, per la presentazione del volume Apriti cielo, una scelta di acquarelli e disegni sul tema del sacro realizzati da Velasco Vitali per il libro edito da Skira e, in anteprima, la proiezione del film di Elisabetta Sgarbi La madre e la croce sul Santuario Mariano di Mongiovino a Panicale (PG).

APRITI CIELO Il volume realizzato da Velasco Vitali raccoglie disegni di varie tecniche su alcune tematiche tratte dalla Bibbia: «Quando Elisabetta Sgarbi mi ha proposto di esporre le mie opere sul tema del sacro da Mario Zanetti» spiega Vitali «mi è subito sembrata l’occasione adatta per riordinare il lavoro che avevo realizzato per "Il Corriere della Sera" e il Lectionario. Lo scopo era ed è quello di arrivare a usare i brani della Bibbia come un "alfabeto colorato" (l’espressione è di Chagall) cui attingere per raccontare i temi fondamentali della vita». I testi critici del volume APRITI CIELO sono curati da Elisabetta Sgarbi e da Armando Torno.

LA MADRE E LA CROCE Il film di Elisabetta Sgarbi è dedicato al Santuario Mariano di Mongiovino che conserva affreschi di Johannes Wraghe, Niccolò Circignani detto il Pomarancio, Giovan Battista Lombardelli, Arrigo Fiammingo e Orazio di Paride Alfani. L’edificio progettato nel 1513 da Bramante è oggi in via di progressivo restauro dopo essere stato umiliato con intonaci grezzi che hanno ricoperto molte delle sue meravigliose pitture. I testi del film sono di Teodorico Moretti-Costanzi e , la voce narrante è dell’attore Andrea Renzi e le musiche di Franco Battiato.

FRAGILITÀ DEL SACRO – VELASCO VITALI

Fragilità del Sacro prevede la proiezione del film con interventi di Andrea Renzi, Vittorio Sgarbi, Elisabetta Sgarbi, e l’inaugurazione della mostra di Velasco Vitali con la presentazione di Armando Torno e una Lectio brevis di VITTORIO SGARBI sull’artista Hendrick van den Broeck, detto Arrigo Fiammingo, del quale sono state riprese alcune opere del Santuario Mariano di Mongiovino nel film "La madre e la croce" di Elisabetta Sgarbi. In mostra verrà esposta l’opera "Flagellazione di Cristo" attribuita ad Arrigo Fiammingo di proprietà della Fondazione Cavallini Sgarbi. L’opera presentata intende proporre un dialogo possibile con le opere di Velasco Vitali, stabilendo una relazione tra antico e moderno.

INAUGURAZIONE: SABATO 24 SETTEMBRE 2011

● ore 16.00 Sala del teatro Oratorio S. Filippo Neri – via Parrocchia, 14 – Bagolino

in occasione dell’inaugurazione della mostra FRAGILITÀ DEL SACRO – VELASCO VITALI

proiezione in anteprima assoluta del film LA MADRE E LA CROCE regia di Elisabetta Sgarbi

produzione Betty Wrong con il contributo del Comune di Tuoro, Comune di Passignano

e della Comunità Montana Trasimeno

interverranno nell’ordine Andrea Renzi – Vittorio Sgarbi – Elisabetta Sgarbi

● ore 18.00 Studio d’Arte Zanetti – via Fioravante Moreschi, 2 – Bagolino

inaugurazione della mostra FRAGILITÀ DEL SACRO – VELASCO VITALI

con un’opera attribuita ad Arrigo Fiammingo intitolata LA FLAGELLAZIONE DI CRISTO

e presentazione del volume APRITI CIELO – VELASCO VITALI (edizioni Skira, 2011)

interverrà ARMANDO TORNO

● a seguire

Lectio brevis di VITTORIO SGARBI sull’artista Hendrick van den Broeck

detto Arrigo Fiammingo

INFORMAZIONI

titolo Fragilità del Sacro – VELASCO VITALI

un’idea di Elisabetta Sgarbi

coordinamento di Mario Zanetti

date mostra domenica 25 settembre – giovedì 8 dicembre 2011

orari mostra da mercoledì a venerdì 10.30-12.00 / 16.00-19.00

sabato, domenica e festivi 10.00 – 12.00 / 15.30 – 19.00

Chiuso lunedì e martedì, si riceve su appuntamento

libro Apriti Cielo, edito da Skira con testi di Elisabetta Sgarbi e Armando Torno

info pubblico Studio d’Arte Zanetti – Via Fioravante Moreschi, 2 – 25072 Bagolino (Bs)

tel. 0365.902009 – fax 0365.903749

[email protected] – www.zanettiarte.com

ufficio Stampa Laura Valetti – cell. 346 6643729

Luca Vitale e Associati – tel. 030.2942170 – cell. 348.4011735

[email protected]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome