Ladri di biciclette… seriali. Arrestati dopo un furto a Carpenedolo

    0

    Ladri di biciclette, film-capolavoro del neorealismo italiano. Ma qui l’arte non c’entra nulla, abbiamo solo preso in prestito il titolo del film di De Sica (padre) come titolo della notizia di ciò che è avvenuto nella Bassa Bresciana.

    Lunedì alle 3 di pomeriggio, secondo quanto riferisce Bresciaoggi in edicola stamane, un uomo di Carpenedolo ha visto due stranieri caricare su un furgone una bicicletta. Senza esitare ha contattato il 112 ed ha descritto minuziosamente i due immigrati e il furgone col quale si sono dileguati. Descrizione appropriata e tempismo degli agenti hanno fatto sì che una pattuglia del Radiomobile di Desenzano intercettasse per le vie di Carpenedolo il furgone con la refurtiva. Una volta fermati i due conducenti la bicicletta rubata è stata trovata nel cassone posteriore, e prontamente consegnata al legittimo proprietario.

    Ma non è finita: il fatto che i due immigrati agissero con un furgone ha insospettito gli agenti, che in un controllo nell’abitazione di uno dei due hanno scoperto dodici biciclette rubate. Dei veri ladri di biciclette seriali, insomma, fermati (si spera) per sempre. Se uno dei due è già stato rilasciato in attesa del processo, un 52enne marocchino residente a Ghedi, il suo compagno, 36enne clandestino, si trova in cella per evitare che fugga.

    Chiunque abbia subito il furto della bicicletta si può recare dai carabinieri di Desenzano con la denuncia del furto, per controllare se il mezzo si trova tra quelli recuperati.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY