Via Rose, stanotte la posa del ponte. Margaroli jr: “Primo importante passo per lo snellimento del traffico di via Milano”

    4

    Sono in dirittura d’arrivo i lavori per il posizionamento del ponte sulla tangenziale in via Rose. Una volta terminato l’intervento di realizzazione dei raccordi stradali, la nuova arteria consentirà di deviare su via Rose parte del traffico di via Milano. Sul tema è intervenuto Mattia Margaroli, presidente della Circoscrizione Ovest, il quale esprime compiacimento per gli effetti che questo intervento avrà sulla viabilità della zona:

    “Questa struttura è stata realizzata in regime di scomputo di oneri di urbanizzazione, grazie a una convenzione stipulata tra Comune e Basileus. La Circoscrizione Ovest, con l’intento di ridurre il traffico su via Milano, ha da subito appoggiato questa modalità che ha consentito la rapida realizzazione dell’opera. Il ponte di via Rose, insieme ai raccordi stradali che verranno ultimati a breve, è il primo passo verso il prolungamento della strada fino a via Valcamonica, passando attraverso i campi del territorio comunale di Roncadelle: un progetto già previsto nel nuovo Pgt, che verrà discusso nelle prossime settimane”.

    “Si tratta di un bell’esempio di collaborazione virtuosa ed efficace tra privati, amministrazione comunale e Circoscrizione. – conclude il presidente Mattia Margaroli – Questo è il primo importante intervento per uno snellimento del traffico di via Milano. Esprimo soddisfazione per la realizzazione di un’opera promessa più di 7 anni fa e che è stata concretizzata solamente grazie alla sensibilità dei privati che hanno saputo ascoltare le esigenze dell’amministrazione comunale e della Circoscrizione Ovest”.

    Comments

    comments

    4 COMMENTS

    1. Si tratta di semplicemente di opere realizzate a scomputo di oneri di urbanizzazione come avviene in decine di normali convenzioni urbanistiche.
      Sarebbe stato piuttosto tragico il contrario: cioè che chi ha approvato il piano urbanistico del comparto Milano non avesse previsto la realizzazione di una adeguata viabilità.
      La sensibilità dei privati stà solo nel reciproco vantaggio con la p.a. per la realizzazioen diretta delle opere.
      Lo junior scopre l’acqua calda e tenta di vendercela come elisir di lunga vita…

    2. Più che altro, si è dimenticato di ringraziare l’amministrazione precedente che ha realizzato il Piano Attuativo Comparto Milano. Si, quello contestato dall’allora opposizione: che oggi – amministrando – non sa evidentemente nemmeno bene di cosa parla…

    3. Oltre a condividere i commenti precedenti, devo sottolineare che per quanto riguarda il congiungimento con la Via Vallecamonica passando attraverso il Comune di Roncadelle, non vi è assolutamente l’accordo e che Roncadelle ha anticipato un grande no all’operazione! Allora di che cosa parla!!!!

    4. Il piccolo Margaroli deve dire grazie a Corsini perché per l’ennesima volta (come per il parcheggio di piazza Arnaldo o la piscina di Mompiano) le uniche opere che si stanno realizzando in questa città sono quelle decise dalla passata amministrazione. Sarebbe invece interessante capire cosa ha fatto la giunta paroli per la Bretella che dovrebbe collegare il nuovo ponte con via Vallecamonica…allora sì che avremmo una vera alternativa a via Milano. Senza quella bretella l’opera resta a metà. Paroli e Vilardi avevano garantito che l’avrebbero fatta. Sono passati 3 anni…

    LEAVE A REPLY