Ghirardelli: “Abolire le Province? Meglio eliminare i privilegi dei parlamentari”

0
Bsnews whatsapp

Piuttosto che abolire le Province sarebbe il caso di eliminare i privilegi della politica, ad iniziare dalle auto blu dei parlamentari. La proposta-rpovocazione non è nuova ma questa volta viene proprio da un politico, l’assessore provinciale ai Trasporti Corrado Ghirardelli. “Oggi mi trovavo a Roma per lavoro e passando davanti al Senato dove all’interno del Palazzo si stava svolgendo la seduta per l’approvazione della manovra correttiva alla finanziaria 2011, non ho potuto non notare le numerose auto blu e le auto delle scorte con i lampeggianti che sostavano davanti e attorno; cosi mi sono preso la briga di contarle: ben 26 macchine” scrive Ghirardelli sul suo blog. “Come se non bastasse, c’erano almeno una 70tina di uomini di scorta presenti tutti poliziotti, tutti sottratti al servizio pubblico in attesa che “il signor qualcuno” uscisse dell’edificio. Se l’Italia fosse un’azienda questi sarebbero i primi costi da evitare, perché tali costi non hanno ragione di esistere, ma  invece che pensare a questo oggi si pensa di dover eliminare le Province senza pensare ai risvolti che questa decisione avrebbe. Un marasma totale, senza ottenere nessun vero risparmio poiché non dimentichiamo che i dipendenti provinciali verrebbero assorbiti dalla Regione con stipendi più alti. Trovo altresì vergognoso” continua Ghirardelli “tutto questo spreco di soldi pubblici e dimostrazione di “potere” proprio nel giorno in cui al Senato venivano decise le sorti economiche degli italiani con la richiesta ad essi di grandi sacrifici  come da disegno di legge proposto dal Ministro Tremonti. In questo momento così difficile è sgradevole vedere come i soggetti deputati alla gestione della cosa pubblica non siano in grado di comprendere, affrontare e risolvere i veri problemi del Paese, ma siano solamente intenti a mantenere inalterato il loro “status quo” elitario con costi dell’ordine di trentamila euro mensili a deputato e perdendo  completamente di vista la vera necessita del Popolo italiano. Il mandato elettivo che è stato conferito loro dagli italiani in una condizione economica, politica e sociale completamente diversa non è per l’eternità e a fronte di tale situazione è necessario chiedere nuovamente al Paese da chi voglia essere governato. Qualcuno spieghi loro” conclude l’assessore “che l’Italia sta dubitando da tempo delle loro capacità per questo motivo un passo indietro e un ricambio generazionale sarebbe, forse, opportuno”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ebbene sì, tagliamo entrambi i privilegi. Forse il paese ne ricaverà qualcosa di buono, forse…perchè la schiera è lunga a cominciare dagli evasori fiscali!

  2. se si esclude questa ultima tornata le auto blu della provincia di brescia erano utilizzate quasi tutti i giorni dagli assessori per andare e venire da casa. ora proprio loro criticano le auto blu…..
    non trovate qualcosa di bizzarro in questo? non vi setntite un poco presi per i fondelli??

  3. Il problema sarà piuttosto come e dove piazzare gli assessori e portaborse. Si preoccuperanno di più i partiti di maggioranza che dovranno ricollocarli aprendo una vera e propria guerra all’ultimo posto disponibile in qualche controllata di regione,comune,governo. Ci sarà da divertirsi quando riprenderanno le beghe di partito.

  4. questo ( e onestamente ne ne importa di meno, penso a quegli impiegati pubblici ed alle loro Famiglie)riguarderà TUTTI i partiti dal momento che i governi nazionali si alternano, quelli regionali è un pò più difficile, in Lombardia è radicato il centro- dx , ma in Emilia, Toscana , Umbria ….NON c’è mai stata e penso
    difficilmente accadrà un cambiamento politico,. Ecco perchè ritengo che sarà un problema trovare una collocazione a tutto il loro "indotto"

  5. per l’ennesima volta mi ripeto;dove stà la lega di roma ladrona???????????o hanno imparato che i soldi non anno colore!!!!bravi….e leali con i vostri elettori,………a pontida bla bla bla bla,…a roma,gnam.gnam gnam!!!!paiasi de pèsa

  6. ELIMINARE LA COMPONENTE POLITICA DALLE PROVINCE, ELIMINARE OGNI PRIVILEGIO DEI PARLAMENTARI, FARLI ANDARE IN PENSIONE DOPO 35 ANNI DI CONTRIBUTI E NON DOPO TRE, ISTITUIRE UNA COMMISSIONE CHE DECIDA LO STIPENDIO DEI PARLAMENTARI E NON LASCIARLO IN MANO LORO, PENA ESEMPLARE PER OGNI ATTO DI CORRUZIONE: ESEMPLARE PER NON DIRE DI PEGGIO.

RISPONDI