Ponte Crotte, sabato la riapertura. Labolani: “Promessa mantenuta”

    0

    (da.bac.) L’assessore Labolani lo aveva promesso. E i fatti gli han dato ragione. Ponte Crotte riaprirà sabato mattina, in anticipo di quasi un mese rispetto alla fine contrattuale dei lavori, fissata al 6 ottobre. Dopo quasi 100 giorni  di chiusura totale e oltre un anno a mezzo servizio, con l’istituzione del senso unico, l’importante collegamento con l’oltre Mella tornerà nella sua piena operatività. Sabato mattina, come detto, vi sarà l’inaugurazione ufficiale, alla presenza del sindaco Adriano Paroli.

    L’intervento si era reso necessario dopo che nella primavera del 2010 erano stati riscontrati seri problemi di alle banchine laterali del ponte, a rischio crollo. Prima, per un anno, si è istituito il senso unico. Poi, lo scorso giugno, la chiusura totale per allestire il cantiere. I lavori hanno avuto il duplice scopo di salvaguardare la forma del ponte ad arco esistente (vincolato dalla sovrintendenza), ricostruendo ex novo le banchine laterali – quelle che davano problemi di staticità – e aggiungendovi – rialzate – due passerelle ciclo-pedonali. Nel dettaglio l’intervento ha visto la demolizione degli sbalzi esistenti, la demolizione dello strato non strutturale dell’arco (circa 45 cm), la costruzione di una nuova soletta in calcestruzzo di 30 cm di spessore e larga 7.40 metri, la costruzione mediante una struttura leggera in acciaio ancorata alla soletta in cemento armato di due nuove piste ciclopedonali e la realizzazione di una carreggiata stradale a doppio senso larga 6.50 metri. Il costo?  Il Circa 650mila euro. A cui va aggiunto il premio per l’azienda: 500 euro per ogni giornata in meno di lavori rispetto al termine previsto. 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Che notizia fantastica! Un mese di anticipo! Io che già pensavo male e temevo che i lavori si protraessero… donna di poca fede… ^_^ Sono proprio contenta e presenzierò sicuramente visto che abito proprio lì!

    2. CHI GA MIA I SO ANTUR I SE ANTA DE PER LUR! Antico detto dialettale che si conforma benissimo con l’attualità della Giunta comunale.

    3. Ma se il ponte era pericolante, cosa poteva fare di diverso Labolani dal farlo mettere in sesto il più velocemente possibile? niente, quindi niente di cui vantarsi, manco avesse costruito il cubo bianco !!!!

    LEAVE A REPLY