Brescia Trasporti “sfida” la prima campanella, da lunedì 24mila studenti al giorno sui bus cittadini

    0

    (da.bac.) Anche Brescia Trasporti si prepara alla sfida della prima campanella. Da lunedì infatti le corse degli autobus diventeranno oltre 2mila, un 15% in più di quelle dei mesi estivi, e dovranno reggere l’assalto dei 24mila studenti che ogni giorno useranno i mezzi pubblici per recarsi a scuola.

    In questi giorni la sede di via San Donino e l’Infopoint di Largo Formentone sono presi d’assalto da ragazzi e genitori che devono sottoscrivere gli abbonamenti. “Dati certi non ne abbiamo ancora, ma la sensazione è quella di un aumento delle richieste” spiega soddisfatto il direttore di Brescia Trasporti Claudio Garatti. Lo scorso anno scolastico sono stati 219.982 gli abbonamenti sottoscritti ogni mese. Quest’anno verranno quasi certamente superati Il prezzo è quello fissato lo scorso 1° febbraio, dopo gli aumenti del 20% decisi da Palazzo Loggia, vale a dire 32,50 euro per la zona cittadina, 52,50 per l’area che comprende anche i 14 comuni dell’hinterland. Anche quest’anno verrò poi riproposta l’agevolazione di pagamento per facilitare l’acquisto, da parte delle famiglie, dell’abbonamento annuale: in pratica il costo verrà dilazionato in due rate. Sarà possibile acquistare un titolo quadrimestrale (scadenza 31 dicembre 2012) di importo pari al 50% dell’annuale (126 euro per la zona 1, 198 per la zona 1+2); entro il 15 gennaio potrà poi essere caricato un abbonamento "complementare" allo stesso costo che però varrà fino fine agosto, vale a dire per otto mesi. Sono inoltre previste agevolazioni per le famiglie che sottoscrivono più abbonamenti: meno 10% per due sottoscrizioni, meno 15% per tre, meno 20% per quattro e meno 40 per cinque o più abbonamenti.

    L’orario invernale prevede più corse su alcune linee, soprattutto quelle che vedono la presenza di istituti scolastici sul loro tracciato, ma anche corse ad hoc destinate ad alcuni plessi scolastici. Da lunedì le corse effettuate saranno ben 2.087, per oltre 28mila chilometri percorsi al giorno. A farla da padrone, come sempre, la linea uno (che da sola porta quasi un quarto di tutti i passeggeri di Brescia Trasporti), con 246 corse giornaliere. “Serviranno circa due settimane per calibrare al meglio il servizio” spiega Garatti. Corse e percorsi sono infatti stati disegnati in base all’esperienza e alle indicazioni dell’anno passato, ma per il nuovo anno “stiamo pur sempre parlando di previsioni e stime. Se ci accorgeremo che serve una corsa in più su una linea o verso una scuola provvederemo a farlo”. Tant’è che gli orari invernali appena stampati e in distribuzione in questi giorni sono (anche se in minima parte) già stati implementati. Il suggerimento è allora quello di consultare il sito della società per avere gli ultimi aggiornamenti. E’ inoltre attivo il numero verde 800 013812 a cui ci si può rivolgere per avere informazioni.

    Infine il capitolo orari. Da sempre le società trasportistiche caldeggiano una diversificazione delle campanelle scolastiche, in modo da non concentrare in poco tempo il servzio di trasporto e ingolfare le strade. “Qualcosa si è fatto” spiega Garatti “per esempio Leonardo e Copernico hanno una differenza di 10 minuti dell’inizio delle lezioni. Il vero nodo è però l’uscita dei ragazzi, alle 13 ma soprattutto alle 14. Lo scorso anno, con le ore di lezione riportate a 60 minuti pieni, si sono verificati alcuni problemi, soprattutto in ambito extraurbano. Quest’anno siamo pronti”. 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Dopo gli aumenti degli autobus ci sarà sempre l’affollamento degli studenti o forse servono per scremare l’utenza visto che la frequenza delle corse durante la giornata cala visibilmente?

    2. Che intendi con "aumenti degli autobus"..?corse o prezzo biglietti..?Un corretto uso di grammatica e punteggiatura non farebbe dubitare sul significato di cio’ che scrivi….
      Secondo te e’ normale mantenere la stessa frequenza negli orari in cui non ci sono piu’ i 24.000 studenti?

    3. Ma tu hai mai preso l’autobus? Se sì, non ti sei accorto che sono sovraffollati nelle ore degli studenti, mentre le corse si riducono visibilmente, fino a saltare in alcuni casi, durante il resto della giornata? Il tutto con disagi per l’utenza che si è vista, quindi, peggiorare non solo il servizio, ma aumentare il prezzo del biglietto con un offerta decisamente più scadente. Contento per la grammatica e la punteggiatura?

    LEAVE A REPLY