Centomiglia, sesta vittoria per gli ungheresi di Raffica. Grande successo di pubblico

    0
    Grande successo di pubblico, moltissima gente come da tanti anni non se ne vedeva sulle strade del Garda per assistere alla 61° edizione della Centomiglia, la più importante regata velica su lago d’Europa organizzata come sempre dal Circolo Vela Gargnano e che anche quest’anno ha potuto contare sul patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia. La gara, baciata dal sole e dal bel tempo, è stata a lungo combattuta e ricca di colpi di scena, complice, soprattutto in mattinata, la scarsa intensità del vento: alla fine ha prevalso tra i Classe Libera la barca ungherese di Raffica con a bordo l’italiano Roberto Benamati, giunta al traguardo di Bogliaco in 8 ore, 55 minuti e 21 secondi, con un vantaggio di 14 minuti e 59 secondi sui tedeschi di Wild Lady e di 42 minuti e 43 secondi sulla storica imbarcazione gardesana di Grifo, con a bordo i ragazzi delle scuole veliche dei laghi di Garda, Idro, Maggiore e Trasimeno. La “Multicento – Trofeo Giorgio Zuccoli”, riservata ai multiscafi e giunta alla sua quinta edizione, ha visto il successo dei tedeschi di Intelligence dei fratelli Sach di Lubecca in 8 ore, 19 minuti e 13 secondi, seguiti a 34 minuti e 21 secondi di distanza dalla barca svedese SWE1 guidata da Gregor Stimpfl dello Yacht Club di Bolzano.
     
    Tra gli altri successi più significativi quello di “Ombra del vento” di Luciano Galloni nella classe Protagonist, al pari dell’Asso 99 dove si sono confermati i Campioni d’Europa in carica di “Assterisco” con lo skipper Pier Luigi Omboni. Il Trofeo Bette Croce per la barche cabinate si è imposto “Machete” dell’armatore Angelo Foschini con Bruno Fezzardi al timone, mentre tra i Crociera C si è distinto il Mumm 30 “Itai Doshin” di Raffaele Valsecchi. Nei Surprise altra significativa affermazione dello “Speedy” dei veronesi Bottaccini, negli Ufetti 22 del “Turboden” di Roberto Bini, nei Fun del “Funny Frog” di Paolo Tagliani e Jack Turolla. Nei multiscafi più piccoli affermazioni dei velisti trentini con Franco Carloni ed i fratelli Marega. 
     
    Complessivamente sono state 298 le imbarcazioni che hanno preso il via, accolte da applausi e incitamenti durante il loro passaggio lungo le coste del lago. “Ancora una volta –ha detto Lorenzo Rizzardi, presidente del Circolo Vela Gargnano- la Centomiglia si è dimostrata un biglietto da visita importante e significativo per il lago di Garda e per promuovere le sue bellezze turistiche, sportive e ambientali. Il prossimo anno punteremo ancora di più sulla presenza dei catamarani, facendo della futura 62° edizione un ghiotto anticipo dell’America’s Cup 2013”.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY