Una settimana dedicata alla mobilità sostenibile. Visite guidate alle stazioni del metrò

0
Bsnews whatsapp

(da.bac) Parte l’operazione metropolitana. Se davvero si vuol far percepire l’opera come un’occasione rivoluzionaria per la mobilità e la qualità della vita dei bresciani, il metrobus non può essere descritto sempre e solo come un problema (per i costi, i cantieri o i disagi). Ecco dunque che la settimana europea della mobilità sostenibile, in programma dal 16 al 22 settembre, sarà l’occasione per lanciare una campagna di comunicazione che ci accompagnerà fino al 31 dicembre 2012, giorno della prima corsa del metrobus. Brescia Mobilità e il Comune hanno infatti organizzato una due giorni di visita ai cantieri, in modo che i cittadini possano toccare con mano il mezzo che scandirà i loro spostamenti futuri. Con una differenza rispetto agli anni passati: oramai, a poco più di un anno dall’avvio, le strutture sono per lo più completate. Sabato 17 settembre (dalle 9.30 alle 16) si potrà dunque scendere nella stazione di Brescia Due – praticamente finita – e ammirare quella che forse è la stazione più innovativa di tutta l’opera. Domenica la visita sarà ancora più suggestiva: si potrà infatti visitare il deposito di Buffalora, cuore e cervello del sistema automatico che guiderà il metrò. In questo caso la visita sarà guidata: i tecnici di Ansaldo accompagneranno i visitatori nei vari settori, dal rimessaggio dei treni alla centrale di controllo. Si potranno anche vedere sul video le operazioni di e magari vedere qualche convoglio in movimento. In entrambi i casi ci si potrà far trovare direttamente sul luogo oppure sfruttare il servizio navetta che partirà da piazza Loggia (il sabato) e corso Zanardelli (la domenica).

Se questo sarà l’aspetto per certi versi più evidente, vista l’importanza dell’opera, la settimana – un appuntamento che lo scorso anno ha coinvolto 2200 città europee – sarà un mosaico di iniziative e eventi che coinvolgeranno le molte realtà cittadine che si occupano di mobilità, dagli Amici della Bici ad A2A. Tema di quest’edizione sarà l’Alternative mobility, “In town without my car”, vale a dire muoversi in città lasciando l’auto in garage. L’evento clou sarà il Mobility Day di sabato 17, giorno in cui tutti i mezzi pubblici potranno essere utilizzati con un biglietto unico. Inoltre, dalle 10 alle 23.30, piazza Loggia si trasformerà in un’enorme spazio dedicato alla mobilità sostenibile: una ventina di stand informativi, con gadget e omaggi, una pista l’esibizione di ciclisti freestyle, esposizioni di biciclette e auto ibride ed elettriche ma anche momenti musicali (curati da Radio Viva Fm) e spettacoli di cabaret. Alle 21 sul palco salirà poi il salodiano Leonardo Manera, noto comico di Zelig, per uno spettacolo da non perdere.

“Si tratta di un’iniziativa importante” spiega il vicesindaco e assessore ai Trasporti Fabio Rolfi “sia perché è un’occasione per comunicare ai bresciani l’importanza dei loro comportamenti per realizzare una città più sostenibile sia perché si mettono in luce i progetti cittadini su questi temi. Brescia è infatti all’avanguardia sul tema della mobilità sostenibile”. Rolfi cita la metropolitana, l’asse attorno a cui è destinata a ruotare tutta la mobilità cittadina (e non solo); ma non dimentica di citare Bicimia, il progetto di bike sharing fresco di ampliamento visto il successo ottenuto, o il car sharing (martedì 21 settembre, dalle 10 alle 19, in piazza Loggia è in programma una serie di eventi per i più piccoli e le loro famiglie con musica, giochi e gonfiabili proprio per far conoscere meglio il servizio partito nel febbraio 2010). Spazio anche al progetto E-Moving di A2A sulle auto elettriche con un workshop in programma martedì 20 settembre (15-17, saloncino del turismo, piazza Loggia 6). Tra i progetto più innovativi vi è di certo quello del City Logistic, vale a dire un nuovo sistema di spostamento delle merci nel centro cittadino. L’idea è creare una piattaforma allo scalo merci della Piccola dove dovrebbero fermarsi anche i camion e i mezzi di grossa dimensione. Da lì piccoli mezzi (elettrici o ibridi) partirebbero per rifornire i negozi e le attività del centro storico (ma non solo). Brescia Mobilità – ha spiegato il suo presidente Valerio Prignachi – si candida a essere partner dell’iniziativa, ad iniziare dalla fornitura dei piccoli mezzi grazie a Omb. Venerdì 16, sul tema City Logistic, è in programma un interessante convegno alla facoltà di Economia dell’Università (dalle 15 alle 17).

Dal 16 al 18 settembre è invece in programma il 1° Lombardia Bike Tour, con partenza da Brescia venerdì e arrivo a Milano domenica. Martedì 20 gli Amici della Bici hanno invece organizzato il sesto censimento delle due ruote cittadine.

Particolare attenzione verrà data all’aspetto educativo, dalla sicurezza stradale spiegata ai più piccoli, al pedibus. Sono inoltre previste iniziative in alcuni punti d’aggregazione giovanile: happy hour domenica 18 in piazzale Arnaldo (dalle 19), serate di musica al Seconda Classe (martedì 20 settembre, dalle 22 alle 24), Mobility Young a Borgo Whurer (venerdì 16, dalle 20.30).

Infine, sebbene non inserita nel programma ufficiale, va segnalata l’iniziativa di Officina della Città di Francesco Onofri: sabato 17 settembre, dalle 9.30, alla Sala Romanino di via Piamarta 9 è in programma un incontro pubblico dal titolo “Metro Revolution”, in cui si prende ad esempio il caso di Rennes. Tra i relatori Nicola Gallizioli (capogruppo Lega Nord in Loggia), Emilio Del Bono (Pd) e Valerio Prignachi.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Grande Rolfi e per che cosa, per un’ opera che lui stesso contestava dai banchi dell’opposizione, pronto, poi, a promuoverla e farla percepire come rivoluzionaria da vicesindaco, nonostante i costi e il caos che ha provocato in città in tutti questi anni. E chi meglio dei bambini per indottrinarli su un’opera dispendiosa e che si dimostrerà del tutto inutile, in quanto inciderà quasi per nulla sul traffico cittadino, considerata la visione della mobilita che contraddistingue questa Giunta comunale. Per altro, goffamente, cita con orgoglio personale, interventi compiuti, dalla precedente Amministrazione come bicimia e car sharing. La forza del trasformismo non ha mai fine, ricordiamoci anche questa.

  2. L’incontro di sabato organizzato da Francesco Onofri e Officina delle Città è particolarmente importante, in quanto fa conoscere il caso di Rennes, città di dimensioni simili a Brescia, che sulla metropolitana ha concentrato tutti i suoi sforzi, con un grande successo. E’ un esempio da seguire se non si vuole rischiare il fallimento della nostra

RISPONDI