Mobilità sostenibile, corretto l’errore. Via il logo di Legambiente (ma solo dalla brochure digitale)

    0

    Il logo di Legambiente è sparito dalle brochure del Comune di Brescia dedicate alla settimana della Mobilità Sostenibile. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, quando l’associazione ambientalista aveva denunciato l’uso “abusivo” del proprio logo sui manifesti della Loggia, oggi sul sito del Comune il simbolo è stato cancellato. La versione digitale dei manifesti è infatti stata corretta. Si è trattato di un errore, un semplice refuso, fanno sapere dalla Loggia. In pratica lavorando sulla bozza della brochure della passata edizioni ci si è dimenticati di eliminare il simbolo dell’associazione. Se il logo di Legambiente è sparito dal sito, resterà però sulle brochure già stampate e oramai distribuite (o in distribuzione in questi giorni). Non vi è infatti il tempo per ristampare tutto. 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Per gli stampati già eseguiti, propongo una bella riga a pennarello nero sopra il simbolo incriminato. A cura di chi ha fatto il "semplice refuso"…

    2. LEGAMBIENTE HA PERSO UN’OTTIMA OCCASIONE PER DIMOSTRARE DI ESSERE UN’ASSOCIAZIONE APARTITICA E INTERESSATA ESCLUSIVAMENTE ALLE POLITICHE AMBIENTALI. INVECE…………. SONO I SOLITI AMICHETTI CON LA BANDIERA ROSSA, CAPACI SOLO E SEMPRE DI CRITICARE. Questa è un’ottima iniziativa, da sposare a occhi chiusi al di là dell’appartenenza politica.

    3. detto che formalmente Legambiente ha ragione (se non hanno autorizzato l’uso del loro logo, il loro simbolo non doveva esserci) anch’io trovo eccessiva la loro posizione. l’iniziativa della settimana della mobilità sostenibile mi pare una buona cosa, per altro mi sembra fatta bene e comunque si inserisce in un quadro europeo. aderire non significava sposare in toto le scelte di questa amministrazione. non aderendo Legambiente ha lasciato la sgradevole sensazione di essere un’associazione ambientalista di parte…

    4. lo slogan inglese della Settimana Sostenibile è:

      IN CITTA’ SENZA LA MIA AUTO

      Questa giunta invece pratica questo slogan:

      IN CITTA’ CON LA MIA AUTO

    5. Apprezzando il commento sensato, aggiungerei però che dal mio punto di vista Legambiente dimostra per l’appunto di non essere dalla parte di chi fa il parcheggio sotto il Castello ed altre cose che l’associazione proprio non condivide.

    6. Faccio notare che l’anno scorso il Comune di Brescia avevano fatto lo stesso errore!
      Anche l’anno scorso si era dissociata.
      Il problema non è l’iniziativa europea in sè apprezzabile ma quello che fa il Comune di Brescia.
      Esattamente il CONTRARIO di quanto è nello spirito dell’iniziativa.
      In sostanza prendono in giro gli europei e i bresciani.
      Almeno abbiano il coraggio di dire quello che realmente fanno. Invece si vestono, per un giorno o per una settimana, da ambientalisti.
      Qualcuno ci crede pure…

    7. Questa Amministrazione ha la particolarità di farci raggiungere dei primati europei davvero interessanti: Brescia è la terza città più inquinata d’Europa. Per questo sono in cerca di iniziativi visibili che poi hanno il cattivo gusto di dimostrarsi, come in questo caso, risibili, sia nell’appropriarsi dei loghi altrui, sia per l’improbabile ruolo ecologista che cerca di strappare così ingiustificatamente.

    8. Questa Amministrazione ha la particolarità di farci raggiungere dei primati europei davvero interessanti: Brescia è la terza città più inquinata d’Europa. Per questo sono in cerca di iniziativi visibili che poi hanno il cattivo gusto di dimostrarsi, come in questo caso, risibili, sia nell’appropriarsi dei loghi altrui, sia per l’improbabile ruolo ecologista che cerca di strappare così ingiustificatamente.

    9. Eh ,sì , il fatto che Brescia detenga il primato in fatto di inquinamento . è TUTTA colpa di questa Giunta che governa la Città da soli 3 anni e mezzo…credo che le "colpe" vadano distribuite (anche il termovalorizzatore fa la sua parte secondo me) fra più attori. Che poi sia stato utilizzato senza autorizzazione il logo di Legambiente questo non va bene e si auspica che la prossima volta non accada più

    10. No, non è colpa solo di questa Giunta, solo che quest’ultima ha dato il colpo di grazia per male educata alla tutela ambientale e della salute dei cittadini e per una spiccata volontà a peggiorare sempre le cose per indifferenza ed una sorta di prepotente arroganza istituzionale

    LEAVE A REPLY