Per fare cassa in vendita il Mercato dei Grani e l’ex macello. Ma su Facebook monta la protesta

    0

    Meglio cedere grosse quote della partecipate o immobili dismessi, che non sono utilizzati da anni? La Giunta in Loggia pare non avere dubbi.

    Per non incappare in sanzioni finanziarie la Loggia dovrà recuperare nell’anno nuovo circa 40milioni di euro, necessari al rispetto del Patto di Stabilità. Dove recuperarli? Se qualche tempo fa le ipotesi sul piatto erano molte, l’impressione corrente è che la Giunta voglia cedere a titolo definitivo almeno due dei suoi edifici di pregio. Non il Tribunale, in assoluto il più prezioso, secondo quanto afferma il Giornale di Brescia, bensì il Mercato dei Grani di piazzale Arnaldo e l’ex macello di via Orzinuovi.

    Quanti soldi entrerebbero nelle casse? Almeno 13 milioni, i rimanenti 27 ri recuperebbero da vendite di quote nelle partecipate (Centrale del latte? Autostrade?).

    Ovviamente c’è già chi si lamenta, e monta la protesta sul social network Facebook, dove è nato il gruppo: GIU’ LE MANI DAL MERCATO DEI GRANI DI PIAZZA ARNALDO. Nella descrizione si legge:
    La Giunta vuole VENDERE un edificio storico nella centralissima Piazzale Arnaldo.
    Un luogo nella memoria e nel cuore dei bresciani, un tempo sede di mercatini e gruppi studenteschi, circoli ricreativi e spazio di incontro delle associazioni.
    C’è chi pensa di concederlo per l’ennesimo bar, che, a quel punto, per le casse comunali sarebbe meglio dare in gestione.
    Chi propone progetti di privati per il design, forse perchè pensa che i soldi di pochi possano superare le idee di molti.
    DEVE RIMANERE DI PROPRIETA’ DI TUTTI I CITTADINI DI BRESCIA
    Serve un progetto di gestione, un utilizzo creativo, uno spazio pubblico in una città SEMPRE PIU’ DI QUALCUNO SEMPRE MENO DI TUTTI, GIU’ LE MANI DAL MERCATO DEI GRANI
    .
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. che furbi… vorrebbero vendere proprio l’edificio che potrebbe essere usato in centinaia di modi diversi… possibile che a nessuno sia mai venuto in mente di utilizzare e valorizzare il mercato dei grani, invece di lasciarlo lì abbandonato? perché non allestire lì uno splendido spazio di studio per i giovani bresciani, invece di fare quel cubo? pensate che bello… "ho studiato tutto il pomeriggio… adesso esco in piazza e mi faccio un pirlo!"

    2. giù le mani da questo, giù le mani da quello…ma dove li troviamo i soldi per pagare la metropolitana??? Li mette corsini??? tra l’ex tribunale e il mercato dei grani, meglio vendere il secondo

    3. tornavano utili quei 10 milioni BUTTATI in Brixia Sviluppo… per dirne una… a meno che non sia Brixiasviluppo ad occuparsi della vendita dell’immobile… allora è un’altro discorso.

    4. i soldi per la metropolitana, che nessuno voleva tranne Corsini, li dobbiamo trovare prima di tutto RISPARMIANDO su cose inutili, come il parcheggio sotto il castello e il parco dello sport, invece di svendere i beni della città. Infatti se Lei nota ho proposto di usare per gli studenti uno spazio che esiste già INVECE di costruirne uno nuovo. cominciamo a risparmiare dove si può invece di spendere e spandere, poi, se proprio, si deciderà di vendere.

    5. il Granaio è un "monumento pubblico", non è un immobile qualsiasi, perchè non vendere allora il Capitolium o il Castello. Di proposte per l’utilizzo di quello spazio ne sono state presentate diverse, per certo almeno una era seria e concreta, pro bono e per la città. Risposta? Vedremo, faremo, penseremo, ad oggi nulla. Sicuri che se proprio bisogna vendere qualcosa non ci sia niente di meno importante e simbolico?

    6. cara Lucia, mettiamo pure che il comune decida di non fare opere che lei giudica inutili come il parco dello sport. se facendo il parco doveva trovare 100 (un numero a caso) per pagare la metro, non facendola quanto deve trovare? sempre cento!! sull’idea di fare un’aula studio nel mercato dei grani mi consenta…non ha senso! non c’è nessuna facoltà nelle immediate vicinanze. l’idea dell’aula studio (che il cubo sia brutto sono d’accordo anche io!) in largo formentone era per trasformare via san faustino in una sorta di via degli universitari, considerando anche che alla Randaccio sorgerà il campus. mettere servizi per gli unievrsitari un po’ a casaccio in luoghi lontani tra loco non mi pare il massimo

    7. Beh, innanzitutto, si reperiscono ambienti disponibili gratuiti. Vorrà dire che gli studenti conosceranno meglio la città a piedi o in bici, visto che poi si tratta di un solo KM…e tanta salute guadagnata rispetto la sedentarietà dello studio.

    8. deve trovarne sempre 100, ma se evita di spenderne 90 per una struttura nuova, forse la cosa è meno complicata… purtroppo i conti bisogna farli, non si può spendere tutto in 1000 cose diverse. bisogna dare delle priorità. Prima si cerca di coprire il costo della metropolitana e POI si iniziano cose nuove (a meno che non siano indispensabili, e parco dello sport e parcheggio secondo me non lo sono). non è che si può dire "cavolo non abbiamo i soldi per la metro… costruiamo questo questo questo e questo, poi se mai vendiamo qualcosa"
      Per quanto riguarda la mia proposta senza senso volevo solo dire che si può usare la struttura per qualcosa di positivo, in una zona che comunque è largamente frequentata dai giovani, magari non una sala studio, ma comunque dedicata a loro!
      Certo è che quell’improponibile cubo, vicino alla Loggia e al Carmine, sarebbe veramente un pugno in un occhio!

    9. e, se posso aggiungere, negli anni dell’università, se ci fosse stato lo spazio per studiare in piazza Arnaldo, mi sarebbe piaciuto andarci…

    10. Ci si dimentica di Palazzo Avogadro che cade a pezzi a pochi metri dal futuro Cubo Bianco. Che facciamo, vendiamo pure quello?. Giunta ridicola

    11. tutti parlano dei soldi per la metro ma nessuno dei soldi per il parcheggio sotto il castello che guarda caso costerà circa 40milioni di euro…. che coincidenza!!!

    12. sì l’ho visto. Non mi sembra adatto a via San Faustino, una struttura simile sembra più adatto a una zona come Brescia 2 che al nostro centro storico. Per carità, è un mio gusto personale, ma io lì non lo costruirei mai. Stona con il resto. Sarebbe come se avessero costruito Skyline18 in via Musei… de gustibus…

    13. Labolani era tra coloro che fatto rimuovere la pensilina obbrobriosa da piazza Rovetta per sponsorizzare quell’indecente progetto del cubo bianco. Ma questi amministratori non provano un senso di disagio verso il proprio pensiero incoerente o i loro giudizi riguardano sempre le opere degli altri?

    14. Magari ci fosse qualcuno interessato a palazzo Avogadro. Magari si potesse vendere. Se oggi cade a pezzi è perché per 10 anni la giunta Corsini ed il pd che governava la città se né fregato bellamente. Non un intervento di riqualificazione o recupero. Bravi anche con il mercato dei grani, uno stabile vuoto preda di vagabondi. Almeno questa giunta lo ha ripulito e sistemato. Meglio vendere e sistemare che lasciare la gestione alla sinistra, che si è dimostrata incapace e pasticciona. Ed oggi con queste chiacchiere pure incoerente.

    LEAVE A REPLY