Permessi di soggiorno, riesplode la protesta. Occupato l’ufficio della Prefettura in via Lupi di Toscana

    24

    Riesplode la protesta dei migranti per il permesso di soggiorno e contro quella che definiscono “la sanatoria truffa del 2009", quella per “colf e badanti”. Questa mattina una trentina di attivisti dell’associazione "Diritti per Tutti" ha effettuato un presidio davanti all’Ufficio unico della Prefettura di via Lupi di Toscana, dove già nel settembre 2010 partì il primo presidio permanente.

    Una delegazione è stata ricevuta dal dirigente dell’ufficio unico, ed è arrivata poi ad occupare i locali per la mancanza di risposte concrete. L’occupazione – riferisce il sito di Radio Onda d’Urto – si è conclusa solo dopo aver ottenuto l’impegno ufficiale del dirigente per potenziare il servizio e velocizzare il rilascio del permesso di soggiorno. I migranti torneranno in Prefettura per un incontro martedì 20 settembre, alle 9.30, durante il quale il dirigente farà presente la situazione.

    “A due anni di distanza dalla presentazione delle domande per il permesso di soggiorno, dopo le sentenze del Consiglio di Stato e della Corte Europea, la Prefettura continua ad ostacolare il rilascio dei permessi di soggiorno ai migranti che ne hanno diritto” si legge in una nota dell’associazione diritti per tutti, presidio sotto e sopra la gru. “E’ una situazione intollerabile che non si può accettare in quanto risponde esclusivamente a scelte politiche del Ministero dell’interno e dell’amministrazione leghista e di destra della città con la copertura del Prefetto. Così come stanno diventando intollerabili i ritardi nell’avvio dei procedimenti contro quegli imprenditori e intermediari senza scrupoli che hanno truffato migliaia di euro ai migranti per la sanatoria. La lotta non si ferma, proseguirà nei prossimi giorni fino al rilascio dei permessi di soggiorno”.  

    Comments

    comments

    24 COMMENTS

    1. il vicesceriffo non la vuol capire, o meglio: cerca di aggirare leggi e sentenze pur di ottenere quello che il capo e i duri e puri del suo movimento esigono. proprio un bell’esempio di come ricoprire cariche istituzionali…

    2. NOI PERMETTIAMO CHE QUESTI QUA OCCUPINO GLI UFFICI PUBBLICI??!! SE QUESTI SONO GLI EFFETTI DELLA SOCIETA’ MULTIRAZZIALE, PREFERISCO EVITARE!

    3. Purtroppo questi asini importati si fanno forti grazia agli italiani che li appoggiano incondizionatamente….tanto noi italiani si è tutti ricchi e strapagati vero?

    4. Chi svolge il suo lavoro a turni (e anche di notte)può starsenene a casa sua a commentare?Oppure è vietato?PANTALU’!!
      Comunque questa "regolarizzazione" è una c…xxta:lo sappiamo tutti che di "colf & badanti" ce ne sono un gran poche in quell’elenco.

      Però io proporrei una bella denuncia alla Magistratura per EVIDENTE discriminazione razziale:nei ranghi della magistratura non vedo extracomunitari e stranieri in generale…per la verità anche un gran pochi del Nord.
      Dite che la fondazione Piccinelli presenterà tale denuncia o…….

    5. a quando le proteste per ottenere anche a brescia le moschee di quartiere come lè milan del pisapia ??
      forza che tra poco ci saranno pure quelle…e noi muti !
      italiano pizza e mandolino ja…..

    6. la NOSTRA costituzione riconosce il diritto per TUTTE le religioni. quindi anche i mussulmani ne hanno diritto. e perché no? per razzismo?

    7. la contraddizione di chi invoca il rispetto delle nostre leggi e poi contravviene alle regole di questo sito e viene cancellato. chi è incivile? gli stranieri o i razzisti?

    8. NON LI VOGLIONO REGOLARIZZARE GLI SFRUTTATORI E GLI EVASORI FISCALI PERCHE’ A LORO VA BENE COSI’CON UN PAESE SENZA REGOLE E DIRITTI. QUESTO LO SI PUO’ CAPIRE ANCHE DAL TENORE DI CERTI COMMENTI CHE SI SENTONO IN GIRO.

    9. Di fronte a queste cose diventare razzisti è il minimo;forse costoro pensano di essere arrivati nel paese di bengodi….diciamo anche grazie agli italiani che li supportano in queste buffonate!

    10. Che non hanno mai lavorato un giorno?
      Ah sì , come Rutelli Casini, Bindi , Di Pietro ( pensionato a 44 anni che percepisce più di 2000 euro di pensione al mese più il "misero" stipendio Parlamentare) oppure Fassino… a ciò aggiungiamo anche il "miracolato" figlio di Bossi che va a far compagnia all’allegra compagnia

    LEAVE A REPLY