Nave, volantinaggio del sindaco contro la Finanziaria. La Lega insorge

    60
    Bsnews whatsapp

    La Segreteria provinciale della Lega Nord di Brescia e il Gruppo consiliare del Carroccio di Nave intervengono in merito al volantinaggio contro la manovra finanziaria effettuato nelle scuole di Nave da parte del sindaco Tiziano Bertoli. Afferma così Stefano Borghesi, segretario provinciale del Carroccio: “Vorremmo ricordare al sindaco di Nave e alla sua Amministrazione che la scuola è per definizione, il luogo deputato alla ricerca del dialogo, della tolleranza e della formazione umana degli allievi, non quindi, un luogo che diventi terreno di scontro ideologico o di battaglie politiche, come il volantinaggio dei giorni scorsi”. Il Gruppo consiliare della Lega Nord di Nave rimarca la posizione espressa dal Movimento segnalando l’accaduto alla Prefettura di Brescia affinché intervenga sulla questione: “alcuni genitori e alunni ci hanno segnalato la distribuzione della missiva a firma del Sindaco ed è per questo che abbiamo subito rimarcato la nostra posizione in merito. Tale documento è infatti prettamente politico, slegato dall’attività didattica degli alunni e studenti delle scuole materne, elementari e medie”. Il segretario provinciale Borghesi e il Gruppo consiliare di Nave concludono così il loro commento sull’accaduto: “è evidente che la divulgazione di documenti politici all’interno degli ambienti scolastici sia un atto grave ed improprio, soprattutto se il protagonista è il Primo cittadino di un Comune”.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    60 COMMENTI

    1. per valutare bisognerebbe leggere il testo. qui abbiamo solo la versione di chi a roma a votato a favore di una finanziaria che ammazza i comuni. chi ce l’ha il testo?

    2. testo o non testo,i ragazzini a scuola non vanno per fare politica,avete avuto ragione quando han messo il sole delle alpi dappertutto,adesso avete torto.non esistono due pesi e due misure

    3. Vero: non esistono due pesi e due misure. Se le cose sono andata come scritto, il sindaco ha torto: doveva usare un’altra sede per volantinare. Resterebbe da dire che chi segnala adesso il fatto alla Prefettura, ha torto a non averlo fatto nel caso del sole delle alpi della scuola di Adro. Quand’è che si capirà che i politici sono a servizio della società?

    4. Probabilmente il sindaco, nostalgico di baffone, ha voluto sentirsi intellettuale organico,mandando nelle scuole-?-(se è vero:dubito…ergo sum)un proprio elaborato.D’altra parte ha fatto spendere meno ai contribuenti di quanto fece spendere l’altro intellettuale organico che marchiò una scuola (a proposito. l’hanno pulita?domanda per l’ufficio scolastico provinciale)con cosiddetti soli che sembrano foglie di canapa (indiana?)

    5. L’ipocrisia della lega è senza limiti. Dopo aver vergognosamente coperto le gesta del sindaco di Adro che aveva trasformato un edificio pubblico (la scuola) in un avamposto/caserma della "padania", ora insorge perchè nelle scuole del comune di Nave sono stati distribuiti dei volantini che, molto probabilmente spiegano ai genitori degli alunni la riduzione dei servizi scolastici che l’Amministrazione comunale metteva a disposizione delle famiglie, a causa dei pesanti tagli apportati dal Governo nell’ultima finanziaria. Interessante sarebbe stato che,oltre alla denuncia del segretario leghista, che venisse fatto conoscere ai lettori di BSNEWS anche il contenuto della missiva del Comune, ma non è mai troppo tardi… Ora che i tagli del Governo rappresentino un fatto politico è inutile sottolinearlo, così come spegare le ragioni del disaccordo lo siano altrettanto. Non capisco però il voler paragonare questa vicenda con la penosa, vergognosa, squallida operazione della lega ad Adro che, peraltro, aveva visto la presenza di "autorità" istituzionali e non del partito leghista. Da sempre, trasversalmente, tutti, dico tutti i comuni della provincia, comunicano analoghe iniziative alle famiglie per informarle di attività promozionali offerte dai Comuni, ma pare di capire che, seguendo il ragionamento di Borghesi, che se se ne parla bene ciò viene tollerato, altrimenti se si denuncia che una pessima manovra finanziaria, denunciata anceh da altri sindaci della lega, metterà in ginocchio i servizi comunali alla persona, allora questo non viene tollerato e si fa appello al Prefetto per un suo esemplare intervento che, vorrei ricordare non fu mai richiesto all’epoca del "sole delle Alpi". Così come sarà interessante vedere il ruolo della Prefettura su questa vicenda. P.S. In questi giorni il Comune di Brescia sta dando in distribuzione nelle scuole degli opuscoli informativi sull’avviamento allo sport e per la mobilità sostenibile degli assessorati competenti di riferimento, cioè, dei leghisti Bianchini e Rolfi. Anche queste sono iniziaive politiche che vogliono dare lustro al lavoro di questi assessorati e dei loro assessori. In particolare l’ultima iniziativa, visto che la città di Brescia è la terza più inquinata d’Europa e pertanto, INSOSTENIBILE dal punto di vista della mobilità e della tutela dell’ambiente. Per cui a volte il silenzio è sacro.

    6. La Narcisa, forse il peggiore Prefetto che Brescia abbia mai avuto, forse di pancia condannerebbe il sindaco di Nave, così come di pancia ha sostanzialemente sostenuto il sindaco di Adro. Probabilmente farà finta di niente.

    7. IO NON SONO LEGHISTA E DICO COME NON MI PIACEVANO I SOLI DELLE ALPI , NON MI PIACE L’INIZIATIVA DEL SINDACO (SE FOSSE VERA LA NOTIZIA). DICO ANCHE CHE I SINDACATI , SE FOSSERO COERENTI , PER UNA SCUOLA LIBERA DA IDEOLOGIE,DOVREBBERO FARE LA STESSA DENUNCIA FATTA PER I SOLI DELLE ALPI.
      QUANTO A ROLFI TROVO SIA VERAMENTE "ANTIPATICO" E SUPPONENTE, PERO’ NON SERVE ESSERE "GENI" PER COMPRENDERE CHE UNA COSA E’PUBBLICIZZARE LA PROPRIA ATTIVITA’ ISTITUZIONALE ALTRA E’ POLITICIZZARE LA SCUOLA. IL SINDACO DI NAVE AVREBBE LEGITTIMAMENTE POTUTO, SE AVESSE VOLUTO, PUBBLICIZZARE (UNITAMENTE ALL’ASSESSORE ALLO SPORT O ALLA CULTURA O…ALTRO)LE INIZIATIVE PROGRAMMATE DAL SUO COMUNE. SEMPLICE, NO’

    8. dipende cosa è stato scritto. se sul volantino fosse stato scritto che "..a seguito dei provvedimenti della finanziaria sono stati sospesi i seguenti servizi…" direi che si può fare, anzi è doveroso. se invece è stato scritto "…quel malandrino di berlusconi e quei parolai della lega ci stanno mandando in rovina.." per quanto vero, non è legittimo scriverlo in un volantino distribuito a scuola.

    9. Si possono pubblicizzare le iniziative istituzionale a condizione che ci siano i soldi, altrimenti è, altrettanto giusto dire che, questa e quella’altra iniziativa non si possono più fare non per colpa del Comune, ma di chi ha preferito portar via i soldi alle Amministrazioni pubbliche invece che toglierli agli evasori fiscali.

    10. spero innanzitutto che le spese dei volantini le abbia sostenute Lui, e già questo sarebbe stato un risparmio…
      Se si vuole risparmiare ci si riesce… anche nelle piccole cose

    11. Mi piacerebbe proprio sapere cosa avrebbe mai da ridire il prefetto di Brescia di fronte ad un documento che dice chiaramente come stanno i comuni italiani dopo la tragica manovra finanziaria del Governo. Mi meraviglierei, anzi, se non lo informasse adeguatamente sul malcontento che cova fra i sindaci bresciani. La lega provinciale non ha saputo cogliere l’occasione per starsene zitta e mettere la coda fra le gambe con buona pace del suo segretario e dell’ennesima presa in giro nei confronti dei suoi elettori che anche dal testo del documento comunale di Nave possono trarne profitto per vedere fin a che punto ci stanno mettendo le mani in tasca.

    12. ma l’avete letto il volantino? che cosa ha di politico? forse che informa correttamente i cittadini? il caro borghesi vorrebbe zittirci tutti così come ha dovuto fare il povero sindaco di varese? ma non doveva essere la lega il movimento che difendeva le ragioni del territorio? "padroni a casa nostra", vi ridordate? "i nostri soldi devono restare qui". invece ora proprio la lega vota perché i soldi restino a roma e al territorio vengano fatti i tagli!!!! QUESTO E’ PROPRIO IL CONTRARIO DEL FEDERALISMO!!!VERGOGNA!!!!

    13. Borghesi vergognati, il silenzio forse ti farebbe bene!
      Sinistra e Destra sono la stessa cosa, non cambia niente….il sistema italia è alla frutta, diciamo la verità, e poi la lega nord in primis dovrebbe vergognarsi…PADRONI A CASA NOSTRA, BASTA ITALIA!!!!cari amici lombardi, sono tutti uguali, prendiamoci la nostra indipendenza lombarda, prima che sia troppo tardi…….mediatate lombardi meditate…

    14. il contenuto del volantino è assolutamente legittimo. non è di parte, la protesta dell’anci contro il governo non è ne di dx ne di sx ma ha avuto l’adesione della stragrande maggioranza dei sindaci di tutti i partiti. è la protesta di tutti i sindaci contro il massacro dei comuni. bravi i sindaci che difendono gli interessi dei cittadini. la lega difende il governo di roma che aumenta le tasse e taglia ai comuni.

    15. MI DICONO CHE I VOLANTINI SIANO STATI DISTRIBUITI ALL’INTERNO DELLE AULE NELLE SCUOLE MATERNE, ELEMENTARI E MEDIE DIRETTAMENTE PER MANO DEGLI INSEGNANTI A BAMBINI MINORENNI…QUINDI INDIPENDENTEMENTE DAL CONTENUTO DEL VOLANTINO, SE NON è MATERIALE DIDATTICO MA DI CONTENUTO POLITICO è SICURAMENTE UN GRAVE ATTO DA CONDANNARE..E NON GIUSTICABILE COME NON ERANO GIUSTIFICABILI I SOLI DELLE ALPI.

    16. andatelo a dire al leghista lancini che ha tappezzato una scuola di simboli leghisti hahahahah la lega: la contraddizione per eccellenza, l’ignoranza dilaga

    17. Finchè ci limitiamo alla fonte del comunicato stampa della lega, non potremo che commentare la sola versione della lega stessa. Si può sapere cosa c’è scritto sul volantino "incriminato"? Perchè se ci fosse scritto "da quest’anno, in ragione dei minori fondi disponibili, non si può più fare questa attività o quest’altra", sarebbe una normalissima comunicazione di servizio. Si può pubblicare il testo, o continuiamo a discutere basandoci su una sola versione dei fatti?

    18. Confronto con Adro?? Se proprio volete… a Nave rimarrà solo la polemica e 5-6 scuole fatiscenti con costi di gestione che diverranno impossibili nel tempo, ad Adro tolti i simboli è rimasta una scuola super moderna al servizio dei cittadini con costi contenuti.

    19. Dimenticando i costi per mettere i soli delle alpi, i costi dei procedimenti ed i costi per rimuoverli. Costi che andrebbero addebitati a chi si è reso responsabile della vicenda, non alla collettività…

    20. Confronto con Adro?? Se proprio volete… a Nave rimarrà solo la polemica e 5-6 scuole fatiscenti con costi di gestione che diverranno impossibili nel tempo, ad Adro tolti i simboli è rimasta una scuola super moderna al servizio dei cittadini con costi contenuti.

    21. il testo è palesemente di indirizzo politico ed è sbagliato che venga diffusa a nome e con i soldi di un ente e non di un partito, volgare che si sia pensato di distribuirlo a scuola ambiente dedicato alla educazione civica e didattica dei bambini, si poteva distribuirlo nelle cassette postali e preferibilmente con l’intestazione della lista che sosteneva tali argomentazioni

    22. Non è fondamentale il contenuto del volantino perchè è opinabile ma è deprecabile il modo in cui si è voluto farlo arrivare ai cittadini, attraverso i bambini.
      Questo a Nave, e penso anche in altri comuni, non era MAI successo.
      Spero che questo non crei un precedente che permetta ai partiti politici di distribuire la propria propaganda attraverso la scuola ed i bambini.

    23. "non è fondamentale" e "palesemente di indirizzo politico" sono opinioni personali di chi scrive il commento; se potessimo leggere il volantino, ci faremmo anche noi la nostra opinione; o proprio non è possibile?

    24. Non è fondamentale il contenuto del volantino perchè è opinabile ma è deprecabile il modo in cui si è voluto farlo arrivare ai cittadini, attraverso i bambini.
      Questo a Nave, e penso anche in altri comuni, non era MAI successo.
      Spero che questo non crei un precedente che permetta ai partiti politici di distribuire la propria propaganda attraverso la scuola ed i bambini.

    25. Dal sito internet del Comune di Nave:

      "I TAGLI AI COMUNI SONO TAGLI AI TUOI DIRITTI

      Carissimi cittadini,

      oggi dirò al Prefetto e al Ministro dell’Interno che questo Comune non è più in grado di dare i servizi ai cittadini. Per questo motivo Giovedì 15 Settembre dalle 10.30 alle 15.00 chiuderò simbolicamente l’ufficio Anagrafe e stato civile.

      Si tratta di una forma di protesta molto forte, contestuale in tutti i Comuni italiani, alla quale siamo arrivati perché non siamo riusciti a far cambiare una manovra economica necessaria ma sbagliata nelle parti riguardanti le istituzioni territoriali.

      Non vogliamo peggiorare la qualità della Vostra vita ma cercare di migliorare i servizi e le prestazioni in tutti i settori e di difendere i Vostri diritti.

      Oggi non è più possibile perché si preferisce togliere ai Comuni invece di andare a vedere dove le risorse si sprecano realmente.

      Ogni anno i Comuni hanno portato soldi alle casse dello stato per un totale di oltre 3 miliardi di euro. Lo Stato continua a sprecare e noi siamo costretti ad aumentare le tasse o a chiudere i servizi.

      Ho deciso di scriverVi per far conoscere a che punto siamo arrivati e perché ognuno di Voi possa rendersi conto che la protesta che i Comuni e l’ANCI stanno facendo non è la protesta della “casta” ma di chi lavora seriamente per rendere i nostri Comuni ed il nostro Paese sempre più solidi, competitivi e vivibili.

      Vi chiedo scusa per l’utilizzo di questa modalità di informazione (ma unica in quanto a rapidità e raggiungimento della maggioranza dei cittadini) e Vi invito Giovedì 15 p.v. a venire ad incontrarmi, Vi aprirò le porte del Vostro Comune.

      Nave, 12 Settembre 2011

      Il Sindaco

      Tiziano BERTOLI

    26. Le opinioni sono sempre personali… ma la politica nella scuola è accettabile o no?
      Forse non lo è quando è sotto forma di simboli, come ad Adro, e lo è con editti a mò di ventennio.

    27. Con "le opinioni sono personali" intendevo dire che io gradirei farmi la mia quantomeno leggendo il volantino. Perchè avrei dovuto prendere per buona la sua di opinione senza saper di cosa si stava parlando, scusi? Adesso il comunicato lo leggiamo tutti: ognuno lo giudichi liberamente come crede.

    28. Caro sindaco Bertoli
      Visto che da adesso si può fare propaganda per il proprio partito e le proprie idee nella scuola, domani consegnerò un plico di volantini ai miei figli da distribuire tra i loro compagni, con scritto perchè lei e il suo partito non più di 5-6 anni fa avete tenuto la gente lontano dal referendum sulla devolution, che avrebbe dimezzato i parlamentari e portato più soldi al Nord, o del perchè in molte fasi dell’approvazione del federalismo che entrerà in vigore nel 2012 i parlamentari di sinistra del nord abbiano solo contestato, o ancora perche anche i parlamentari bresciani del PD abbiano votato a favore della possibilità di smaltire la monnezza napoletana a Brescia.
      Naturalmente non dimenticherò di scusarmi per la modalità di distribuzione del volantino. L’unica differenza con il suo è che io me lo dovrò pagare e non metterlo in carico al comune.

    29. Caro sindaco Bertoli
      Visto che da adesso si può fare propaganda per il proprio partito e le proprie idee nella scuola, domani consegnerò un plico di volantini ai miei figli da distribuire tra i loro compagni, con scritto perchè lei e il suo partito non più di 5-6 anni fa avete tenuto la gente lontano dal referendum sulla devolution, che avrebbe dimezzato i parlamentari e portato più soldi al Nord, o del perchè in molte fasi dell’approvazione del federalismo che entrerà in vigore nel 2012 i parlamentari di sinistra del nord abbiano solo contestato, o ancora perche anche i parlamentari bresciani del PD abbiano votato a favore della possibilità di smaltire la monnezza napoletana a Brescia.
      Naturalmente non dimenticherò di scusarmi per la modalità di distribuzione del volantino. L’unica differenza con il suo è che io me lo dovrò pagare e non metterlo in carico al comune.

    30. Si faccia eleggere sindaco anche lei, poi oltre ai volantini potrà far mettere il simbolo del suo partito sulla scuola e tenercelo per qualche mese, fino a quando glielo faranno togliere a spese della collettività…

    31. Provate un pò ad immaginare se tale volantino (pure con lo stesso contenuto) fosse stato fatto circolare da esponenti della Lega: il giorno successivo bandiere rosse di gruppi politici e sindacali, ovviamente tutti schierati a sinistra, avrebbero gridato allo scandalo e chiesto uno sciopero dimostrativo. Siamo proprio un paese di m….

    32. Adesso che il volantino è stato pubblicato e si conosce il contenuto chi deciderà chi e che cosa può essere distribuito ai nostri figli.
      Forse il Sindaco, che essendo di una lista civica è sicuramente sopra le parti, il più buono, il più onesto che ci sia.
      Se con la scuola (che non è sua) riesce a fare tutto questo bene chissà cosa potrebbe fare con tre televisioni.

    33. "Provate un pò ad immaginare…": ed invece cosa succede? Che invece delle bandiere rosse ci sono le cravatte verdi, schierate a destra, che gridano allo scandalo… Che sia il gioco delle parti?

    34. MA QUALCUNO VUOL DIRMI SE è LEGITTIMO O NO, PER UN’AMMINISTRAZIONE DISTRIBUIRE VOLANTINI NELLE SCUOLE?
      NON DITEMI CHE DIPENDE DA COSA C’è SCRITTO….PER FAVORE
      PERCHè SUONA MOLTO COME UN
      DIPENDE DA CHE AMMINISTRAZIONE è!!!

    35. Volantini? E’ un comunicato di un’inizaitiva dell’ANCI, che raggruppa i sindaci di tutta Italia indipendentemente dal loro credo politico ma in forza del loro ruolo istituzionale. Non è che ha messo il volantino che invita ad andare a mangiare la salamina alla sua festa di partito…

    36. Comunicato o no , è un’iniziativa di carattere politico e la politica (come già fatto notare su questo sito da alcuni post relativi a notizie similari) deve stare lontana dalla scuola. "I LAVORATORI , SOPRATTUTTO GLI INSEGNANTI HANNO DIRITTO DI LAVORARE IN UN AMBIENTE LIBERO DA INFLUENZE IDEOLOGICHE O POLITICHE "così si esprimeva la cgil a proposito della "battaglia" sulla cancellazione dei soli delle Alpi della scuola di Adro.
      Ecco, attendo la stessa reazione ora, scuola libera dalla politica……Se non altro (SBAGLIANDO)Adro con i suoi soli è riuscito a realizzare una scuola moderna e funzionale, con un consistente risparmio sulla collettività (al netto delle spese di messa in opera e successiva rimozione dei soli)

    37. Questo non è un volantino politico ne ideologico, è l’adesione di una Amministrazione comunale a una legittima forma di protesta dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani che in Lombardia ha come Presidente Attilio Fontana sindaco leghista di Varese.
      La Lega siccome non sà più quali bugie raccontare per spiegare i disastri che stà facendo al governo si attacca ai vetri.

    38. Quali disastri?
      Il federalismo, la difesa delle pensioni per le quali non ho sentito nessuna voce forte da SX, la difesa del nostro territorio dall’immondizia Napoletana, la lotta alla mafia.

    39. Quali disastri?
      Il federalismo, la difesa delle pensioni per le quali non ho sentito nessuna voce forte da SX, la difesa del nostro territorio dall’immondizia Napoletana, la lotta alla mafia.

    40. Il federalismo in quale atto concreto si traduce? te lo dico io in nessun atto. E’ il classico specchietto per le allodole. Il federalismo reale avrebbero potuto attuarlo i comuni ma la LEGA LI STà MASSACRANDO. Le pensioni sono state toccate abbondantemente, 65 anni per le donne e 41 anni di contribuzioni per tutti.
      questa è la realtà ma voi continuate a mentire perchè non sapete e non potete fare altro!

    41. Quali disastri?
      Il federalismo, la difesa delle pensioni per le quali non ho sentito nessuna voce forte da SX, la difesa del nostro territorio dall’immondizia Napoletana, la lotta alla mafia.

    42. DXopo la porcata del "Sole delle Alpi" può essere consentito ai leghisti di pronunciare un BIF? Quando la lega scrivera a lettere cubitali, così come i militanti leghisti che le responsabilità maggiori dello sfascio dello stato ricadono prevalentemente sull’evasione fiscale con la condizione,. però, di non campare altre scuse?

    43. I sindaci NON sono politici? Qui non è un problema di dx o sx : è un documento politico perchè steso dai sindaci che (almeno che Lei non abbia informazioni diverse)sono politici, non importa se di dx o sx ., ripeto.
      E’ un documento POLITICO e la scuola deve avere autonomia dalla politica ……semplice

    44. I sindaci ovviamente sono dei politici. Ma svolgono un ruolo ISTITUZIONALE. Nel momento in cui un’associazione di figure istituzionali prende un’iniziativa e vi partecipano sindaci che non sono riuniti in quell’associazione sulla base del loro credo politico, ma per il fatto di essere rappresentanti istituzionali, veda un po’ lei come la vuole intendere. Credo però sia ben diverso da un sindaco che mette il SUO SIMBOLO DI PARTITO su una scuola…

    45. Nelle varie commissioni in cui si è deciso l’attuazione del Federalismo e nella quali ci sono rappresentanti di tutte le estrazioni politiche si è deciso per un attuazione delle norme del Federalismo dal 2013 ora con la finanziaria anticipate al 2012 qualche piccolo risultato lo si vede già con il federalismo demaniale che nei comuni come Brescia ad esempio permette di utilizzare alcune caserme per creare alloggi universitari vendendone una parte o in alcuni comuni della vallecamonica di mettere le mani sui ricavi delle centrali idroelettriche. Con l’attuazione dei costi STANDARD previsti all’interno della legge sul federalismo non sarà piu possibile che alcuni comuni pretendano da altri attraverso lo stato ma se vogliono spendere di piu penalizzeranno i loro cittadini dando finalmente attuazione a quella semplice equazione che permette ai cittadini stessi di valutare un politico e di confermarlo se ha fatto bene e di mandarlo a casa se ha fatto male. sempre nelle stesse norme è ben specificato che i politici che fanno debiti non si possono ricandidare….questo è niente per te?!?! o balle?!?! i cambiamenti richiedono tempo, fatica, perseveranza e qualche volta anche compromesso, soprattutto per un partito che è al parlamento con l’8% dei voti.

    46. Nelle varie commissioni in cui si è deciso l’attuazione del Federalismo e nella quali ci sono rappresentanti di tutte le estrazioni politiche si è deciso per un attuazione delle norme del Federalismo dal 2013 ora con la finanziaria anticipate al 2012 qualche piccolo risultato lo si vede già con il federalismo demaniale che nei comuni come Brescia ad esempio permette di utilizzare alcune caserme per creare alloggi universitari vendendone una parte o in alcuni comuni della vallecamonica di mettere le mani sui ricavi delle centrali idroelettriche. Con l’attuazione dei costi STANDARD previsti all’interno della legge sul federalismo non sarà piu possibile che alcuni comuni pretendano da altri attraverso lo stato ma se vogliono spendere di piu penalizzeranno i loro cittadini dando finalmente attuazione a quella semplice equazione che permette ai cittadini stessi di valutare un politico e di confermarlo se ha fatto bene e di mandarlo a casa se ha fatto male. sempre nelle stesse norme è ben specificato che i politici che fanno debiti non si possono ricandidare….questo è niente per te?!?! o balle?!?! i cambiamenti richiedono tempo, fatica, perseveranza e qualche volta anche compromesso, soprattutto per un partito che è al parlamento con l’8% dei voti.

    47. Quali disastri?
      Il federalismo, la difesa delle pensioni per le quali non ho sentito nessuna voce forte da SX, la difesa del nostro territorio dall’immondizia Napoletana, la lotta alla mafia.

    48. Quali disastri?
      Il federalismo, la difesa delle pensioni per le quali non ho sentito nessuna voce forte da SX, la difesa del nostro territorio dall’immondizia Napoletana, la lotta alla mafia.

    49. per l’immondizia di napoli non so, ma l’inceneritore di brescia mi sembra abbia aumentato del 30%il lavoro???sarà tutta nordista ste monnezzza???ed è aumentata la differenziata,perciò…………

    50. Dobbiamo essere fieri per come viene amministrata questa città. Infatti, si è riusciti a non far bruciare nell’inceneritore, 2/3/4 mila tonnellate di rifiuti napoletani, ma, orgogliosamente, qualche DECINA di migliaia di rifiuti provenienti dalla Svizzera. Della serie: appena salta fuori qualcosa di NORD, non capiscono più niente. Intanto il somaro lombardo….

    RISPONDI