Il Monti cerca di ripartire dopo la sconfitta con la Giacomense

    0
    Bsnews whatsapp

    Il Montichiari ha cominciato la nuova settimana di lavoro dopo la sconfitta subìta domenica nella gara interna con la Giacomense. Un passo falso che merita di essere rivisto e che, soprattutto, può essere utilizzato dalla squadra rossoblu come una preziosa ed istruttiva esperienza per rendere più sicuro e continuo il proprio passo in un Campionato che sta confermando tutte le sue insidie come questa Seconda Divisione 2011/2012. In effetti, ribadendo la buona prova dei grigiorossi ferraresi e una certa dose di sfortuna che ha accompagnato la squadra di Mister Ottoni, che certo non avrebbe demeritato nulla conquistando un pareggio di indubbio significato, i 90′ disputati sotto l’acqua caduta in maniera piuttosto copiosa sul Menti pongono in risalto soprattutto un paio di aspetti sui quali può essere opportuno soffermare l’attenzione. In primo luogo bisogna ribadire che la Seconda Divisione per i giovani che fanno parte della formazione monteclarense ha ribadito una volta di più di essere non solo un torneo di elevata caratura, ma anche e soprattutto una sfida che non perdona il minimo errore. Basta infatti incappare in una sola leggerezza per correre il rischio di rovinare anche 90′ di splendido gioco. Per controbattere ad un Campionato così selettivo, dunque, bisogna rimanere in campo dal primo all’ultimo istante di gioco al massimo della concentrazione, affrontando ogni azione con un dosato mix fatto di grinta, convinzione e determinazione. D’altra parte, però, sempre prendendo spunto da questa partita non certo fortunata come risultato finale, il confronto giocato con un avversario ostico e che promette di occupare la parte nobile dalla classifica come la Giacomense ha fatto capire un altro dato molto importante. Un elemento più che incoraggiante e che ribadisce, con la chiara eloquenza dei fatti, che questo Montichiari ricco di giovani ha tutte le carte in regola per dire la sua anche contro la rivale più attrezzata. Un potenziale di indubbio interesse, che consente alla compagine del presidente Soloni di guardare avanti con la fondata convinzione di poter lottare sino alla fine per conquistare quella salvezza che rappresenta il grande traguardo stagionale del Montichiari. Certo, la strada per raggiungere questo prestigioso traguardo è molto lunga e ricca di ostacoli, ma capitan Muchetti e compagni possono proseguire il loro tragitto con la consolante convinzione che la chiave per entrare nel sospirato porto della salvezza è accanto alle loro mani. Si tratta solo di dare il massimo partita dopo partita, lottando sempre a grinta spianata e senza mai mollare per poter mantenere a portata di mano questa illustre prospettiva sino alla fine.  

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI