Cartello “ingiurioso” contro una attivista della Cgil ad Adro. La Camera del lavoro denuncia Umberto Bossi

    0

    La Camera del Lavoro di Brescia, la Fondazione Piccini e l’Associazione Studi Giuridici sull’immigrazione – come riferisce un comunicato inviato dalla Cgil che pubblichiamo in forma integrale – hanno denunciato Giancarlo Giorgetti e Umberto Bossi, in qualità di rappresentanti della Lega Nord Lombardia e della Lega Nord per l’indipendenza della Padania, per «molestie e atti ritorsivi» nei confronti dell’attivista dello Spi Cgil di Adro Romana Gandossi, degli immigrati e delle stesse associazioni ricorrenti.

    Il motivo della denuncia è legato a un manifesto attaccato alcuni giorni fa sulla vetrina della sede di via Umberto I della Lega Nord di Adro nel quale si leggono frasi ingiuriose sia nei confronti di Romana Gandossi che degli immigrati con l’intento, così si legge nella denuncia, «di violare la dignità di una persona e creare un clima intimidatorio, ostile, degradante, umiliante od offensivo».

    Il cartello, pieno di epiteti spregiativi, maschilisti e omofobi sembra faccia riferimento, come si legge nella denuncia, «ad una recente vicenda nella quale la ricorrente è intervenuta (coinvolgendo anche Caritas ed altre associazioni) per aiutare una famiglia marocchina con due bimbi piccoli che aveva subito un procedimento giudiziario di sfratto».

    Non è peraltro la prima volta che la Lega Nord di Adro attacca personalmente Romana Gandossi rispetto ad alcune delle numerose vicende che hanno reso tristemente noto il Comune di Adro negli ultimi anni, dal servizio mensa negato ai Soli delle Alpi fino ai bonus bebè per soli figli di italiani.

    Lo scorso anno la Lega Nord ha diffuso un volantino «dedicato a tutti quelli, tra cui veniva citata Romana Gandossi, che hanno infangato, offeso e calunniato Adro». A fine 2010, in una lettera pubblicata sul notiziario locale, il sindaco ha accusato la signora Gandossi di essere la responsabile del contenzioso giudiziario con la giunta. Infine, in occasione della vicenda dei “soli padani” la signora Gandossi è stata anche aggredita fuori dalla scuola stessa (ove si era recata per accompagnare sua nipote) da alcune mamme che la accusavano, in quanto esponente della Cgil, di avere attizzato le polemiche contro l’operato del sindaco.

    Da qui la denuncia nella quale si chiede: che venga accertato il carattere discriminatorio del comportamento tenuto dalla Lega Nord, che ha consentito che sulla vetrina della sezione di Adro venisse attaccato un manifesto con epiteti offensivi nei confronti di un’attivista dello Spi Cgil e degli immigrati in generale; che il manifesto venga rimosso; che la Lega Nord sia obbligata a pagare un importo non inferiore a 30mila euro a Romana Gandossi, offesa nella sua dignità personale e immagine pubblica; che la Lega Nord sia condannata a pagare 5mila euro per ciascuna associazione ricorrente.

    «La scelta della Lega Nord di attaccare un cartello con offese personali nella propria sede è un fatto molto grave e dimostra come ad Adro, di fatto, l’agibilità politica e la possibilità esprimere le proprie opinioni non sia libera – afferma Damiano Galletti, segretario della Camera del lavoro di Brescia –. Non è ammissibile, infatti, che a causa dell’impegno nella comunità si venga poi additati pubblicamente sui volantini, sui bollettini comunali che diventano notiziari di partito e ora anche sui manifesti».

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Si capisce da questi commenti che mi precedono che ci sono eroi da tastiera che non fanno un tubo per contrastare la violenza della Lega Nord.

      Non vi preoccupate … nessuno striscione o cartello o volantino o giornale di paese vi attaccherà mai personalmente con intimidazioni e minacce … siete trasparenti al ristabilimento di civiltà in questo nord devastato dai poltroni leghisti.

    2. violenza della lega nord?perche quella vista al giro di padania da parte di chi e’ stata esercitata?o a venezia?e non erano parole ma sberloni o olio e puntine sulla strada………..quindi…..

    3. La Cgil che denuncia le violenze altrui?? siamo al paradosso!! I sovietici sono sempre di meno e sempre meno italiani. ormai CGIL = sindacato dei clandestini

    4. violenta?ahahahahahahahahahah ma smettiamola di raccontare stupidate,chissa perche i casini a venezia son successi sabato e non domenica

    5. La cgil vuole instaurare la dittatura del politicamente corretto:non ami gli immigrati?Nasconditi o vai in galera!….Quando saremo nelle riserve circondati dagli africani saprò con chi congratularmi…

    6. ma i sindacati non devono tutelare i lavoratori italiani? invece di fare politica pensino alla gente onesta che ne ha bisogno. a questi non ci pensa nessuno perchè non fanno rumore

    7. sono masochista e non avida, ma coi tempi che corrono…. sono disposta a farmi insultare almeno una volta l’anno per 30.000 euri.
      Finirò di fare la precaria per una miseria e mi iscriverò persino alla CGIL.

    8. Appunto, tutelare i lavoratori e le lavoratrici italiane e non certo quelli che si riconoscono nel fantomatico stato padano che, come si può ben vedere da come hanno trattato una pensionata, sono ben altra cosa del consesso civile.

    9. Noto con piacere che anche qui c’è chi parla a sproposito eh ma ultimamente una connessione non la si nega a nessuno.
      Sono di Adro e conosco la signora Romana e anche il gentiluomo che ha affisso il cartello su input del sindaco Oscar Danilo Lancini.

      Fermo restando che la denuncia alla Lega Nord nelle persone di Umberto Bossi e Giorgetti sono per me un autogol pazzesco, posso affermare senza timore di smentita che :
      a. il cartello è all’interno della sede della Lega Nord;
      b. il cartello dice, pari pari, "Cara la me romana sono tutti bravi a fare i culattoni con il culo degli altri (tipico dei comunisti: quello che è tuo è tuo quello che è mio è tuo) portatelo a casa tu il beduino sfrattato (non paga l’affitto da due anni) noi nella casa del comune ci mettiamo gente anziana e bisognosa ma di Adro. Prima i nostri poi anche gli altri! W la Lega Nord W Bossi";
      c. non è la prima volta che la Lega Nord di Adro si rivolge ai cittadini che si adoperano per extracomunitari (ma non solo) con ingiurie, minacce, offese, atti intimidatori, volantini ingiuriosi, manifesti etc etc.
      Insomma: la signora è un’attivista SPI CGIL che si sta facendo in quattro – insieme ad altri cittadini – per supplire alle mancanze dell’amministrazione, di cui la sezione è solo la longa manus in paese.
      Ma fate così: venite un anno ad abitare ad Adro; provate a discutere con uno qualsiasi degli attivisti leghisti qualora non vi trovaste d’accordo con loro (perchè non è che si possa sempre pensarla allo stesso modo anche tra tifosi…ehm compagnucci di partito, no?) e poi vediamo come la pensate. Ci state?!

    10. dobbiamo ringraziare il Sig Colleoni che ci informa del vergognoso livello di violenza che si respira in quel di Adro grazie al fanatismo dei militanti legisti. altro che comunismo: la lega di ardo fa ricordare i partiti dei paese i dittatoriali. adro è un paese da liberare ! cittadini sveglia !!!

    11. vergognoso livello di violenza?ma ci faccia il piacere,,io coi militanti di adro ci discuto ma tutto finisce li,fossero dei centri sociali non so,e se il tizio son due anni che non paga l’affitto mi sa che la signora ha mal speso le propie energie,altrimenti ditelo che volete l’anarchia,ognuno,col bene pubblico fa e disfa a suo piacimento,QUESTA MI SA CHE E’ COME QUELLA DELLA MENSA

    12. Sempre così i cgillini si adoperano solo per portare soldi pubblici agli immigrati e fare la guerra alla lega….io quel cartello lo avrei messo in piazza in dimiensioni 10*10 metri!Sinistri basta fare i fxxi col cxxo degli altri….

    13. facessero meno figli… sarebbe un’idea per non essere nel bisogno!
      Quanti italiani sono nel bisogno e si devono arrangiare, chissà perhè lo straniero fa sempre più pena!

    14. La denuncia a Bossi e Giorgetti è ben sballata…la CGIL si vedrà costretta a pagare le spese legali anche di B & G.
      E vi spiego il perchè: dalle immagini degli incidenti di sabato scorso a Venezia si evince chiaramente la presenza di bandiere della FIOM,Di Rif. Com. ecc, allora si potrebbe procedere alla denuncia dei relativi segretari per i reati commessi,oltre che alle singole persone identificabili dalle immagini.
      A parte che non la si finirebbe più.. e poi ricorderei che la responsabilità civile e penale è PERSONALE.
      Già il Tribunale è intasato per niente poi però chissà perchè queste cause procedono "speditamente"..provate a confrontare con le vostre personali cause civili..che mi dite per i tempi?

    15. la lega dalla parte della gente? veramente mi sembra che stia dalla parte del miliardario mentre intorta i bambi con la favoletta della padania.

    16. facessero meno figli… sarebbe un\’idea per non essere nel bisogno!
      Quanti italiani sono nel bisogno e si devono arrangiare, chissà perhè lo straniero fa sempre più pena!

    17. La cgil ha buon gioco nel fare i ricorsi,tanto il giudice amico degli immigrati si trova sempre…Inoltre ovviamente nessuno pensa alla famiglia che da mesi-anni non riceveva l’affitto dai marocchi….se succedesse ai sinistri chiamerebbero il caterpillar per fare lo sgombero…

    18. avete imparato da berlusca? quando avete torto marcio è sempre colpa dei giudici comunisti? la gente lo ha capito che siete dalla parte di chi la legge non la vuole rispettare e vuole farla franca.

    19. la lega ha il merito di rappresentare in modo sincero e trasparente il livello culturale e politico della sua base. in quale altro paese del mondo ci sono ministri che esprimono il loro punto di vista con pernacchie, dito medio, insulti scurrili, e via dicendo? poi è colpa dei media se veniamo declassati e contiamo come il due di bastoni nel consesso internazionale…

    20. Ma voi sinistri leggete solo la "pravda"?La sinistra salvò Tedesco fingendo di chiedere l’arresto ma poi votando contro.Al contrario Papa del pdl è in galera…é del pd lombardo che si è intascato milioni di euro in tangenti col "sistema sesto" non avete mai sentito parlare?

    LEAVE A REPLY