Provaglio d’Iseo, questa sera inaugura la mostra di Franca Ghitti

    0
    Bsnews whatsapp

    La Nuova Cantina Barone Pizzini di Provaglio d’Iseo in Franciacorta presenta questa sera alle ore 18,30 a Provaglio d’Iseo i Tondi di Franca Ghitti. I Tondi sono sculture e installazioni che nascono dal recupero dei fondi di grandi botti e ribadiscono una costante della scultrice: il parlare dell’intelligenza del lavoro negli oggetti d’uso quotidiano, nella forza di materie povere e di gesti semplici, ma misurati e perfetti nella loro funzionalità, nel loro tessere e ritessere il tempo come il saldare e il rinsaldare la storia di una comunità. Domina l’idea del girare dentro e intorno alla materia, fino a riaggregare nella forma moduli e segni di un territorio, di pratiche di lavoro, di usi e costumi, di scansioni del tempo e dello spazio. Negli interventi sui Tondi l’arte di Ghitti, in una pedagogia di perfezionamento di gesti essenziali, crea una relazione tra ordini diversi di eventi: il cerchio – il “corto circuito” – tra antiche, sapienti forme del lavoro e forme del pensiero. Questi Tondi incavati e solcati a sgorbia e a scalpello, percorsi da listelli lignei, chiodi e ferri, sono mappe antropologiche che raccolgono, coi codici del misurare, quelli del far provvista, dell’immagazzinare e dell’archiviare. È ribadito il senso della verità nel fare, nell’intelligenza delle mani in rapporto alla produzione quotidiana. Da molti decenni il lavoro di Franca Ghitti va sempre più nel profondo di questa “riscrittura” di materiali, riti e gestualità ricavati da una storia di produzione di lavoro e di senso comunitario: la sua esigenza è la ripetizione di un segno affinché si trasformi in partitura ritmica, cioè in aggregazione di elementi modulari in un “discorso” o “canto epico” fitto e reiterato, asciutto e severo. Come nel linguaggio verbale, tutto si frantuma e si riaggrega per legge interna in un autonomo montaggio strutturale e, se acquista un nuovo valore semantico, conserva però la traccia, l’eco, la risonanza di precedenti significati. In tal modo “il luogo della scultura” è reinventato come deposito e territorio dove la memoria d’altri tempi e d’altri luoghi intesse una trama di esistenze e di relazioni per il mondo contemporaneo, affinché non perda quella sensibilità che le culture manuali hanno avuto nei confronti dell’ambiente. Fondata nel 1870, Barone Pizzini, che ospita i Tondi di Ghitti, è una delle più antiche aziende vitivinicole della Franciacorta ed è stata la prima a produrre Franciacorta da viticoltura biologica. La mostra resterà in cantina fino al 31 ottobre 2011. Per informazioni: tel.030/9848311, www.baronepizzini.it e info@baronepizzini.it

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI