Cane colorato di rosa. Multa di 160 euro per una bresciana

    38
    Bsnews whatsapp

    (a.tortelli) Multa singolare, mercoledì, a un’italiana che stava passeggiando con il suo cane per le vie del centro storico di Brescia, nelle vicinanze di via Rua Sovera. Fermata dagli agenti della Polizia locale, infatti, la donna – Gloria all’anagrafe – si è vista staccare una multa da 160 euro. La motivazione? Il suo cane era dipinto di rosa sulle zampe e sulla coda (si precisa che la fotografia allegata all’articolo è prelevata da internet e dunque il cane dell’immagine non è quello in questione). L’articolo 59, comma 1, lettera H, del regolamento di Polizia urbana del Comune di Brescia, infatti, vieta espressamente di "colorare o vendere animali colorati artificialmente". Una norma la cui ratio è soprattutto quella di impedire inutili "torture" sugli animali attraverso solventi tossici. Ma che ovviamente si presta a diverse interpretazioni e che, dopo la multa di ieri, non mancherà di suscitare discussioni. Oltre che qualche commento scherzoso.

    Interpellato da Bsnews.it, però, il comandante della Locale Roberto Novelli smorza sul nascere la polemica. "Se interpretato rigidamente", spiega, "il regolamento che applichiamo vieta di colorare un animale. Ma da parte nostra non c’è stato alcun accanimento. Si tratta soltanto di una questione di buon senso. Come abbiamo già avuto modo di dire all’interessata", aggiunge, "se la donna può portare qualche elemento per indicarci che il colorante utilizzato dall’animale era atossico siamo pronti a valutare il suo ricorso con la massima disponibilità (la parola finale spetta al sindaco, ndr). In caso contrario, però, oltre alla violazione del regolamento si potrebbe ricadere nella casistica, penale, di maltrattamenti sugli animali. Perché l’obiettivo di fondo della norma e della nostra azione", conclude Novelli, "è solo quella di tutelare gli animali".

    Pochi minuti dopo la pubblicazione della notizia, anticipata da Bsnews.it, è da segnalare la replica della donna multata ai microfoni di Radio Onda d’urto. La transessuale, durante la trasmissione, ha contestato a più riprese l’atteggiamento degli agenti, sottolineando di aver già consultato a un avvocato per presentare ricorso. Il legale Nuca Nobili, agli stessi microfoni, ha parlato di "colorante atossico" e appuntato la sua attenzione sul fatto che sul verbale sarebbe stato inizialmente scritto che la donna "colorava" il cane, motivazione poi trasformata in "passeggiava con un cane colorato". Circostanza che, sempre secondo l’avvocato, non rientrerebbe nella casistica definita dal Regolamento.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    38 COMMENTI

    1. Vi leggo spesso ultimamente e vi ringrazio perché ormai le notizie le trovo da voi prima degli altri…… Chi me lo fa fare di continuare a pagare per comperare il giornale?

    2. poveri vigili, a cosa li costringe un regolamento così caotico come quello della nostra città. altro che "smacchiare i giaguari" come dice crozza. i nostri vigili "scolorano i cani rosa". incredibile !!

    3. mah… con tutti i problemi che ha la nostra città… l’intervento dei vigili urbani mi fa un po’ sorridere. però, che dire… il regolamento è il regolamento!

    4. un commento alla redazione: perché avete evidenziato le preferenze e le caratteristiche sessuali della proprietaria del cane? per reciprocità adesso dovete indicare anche le preferenze sessuali del redattore che ha scritto il pezzo…

    5. Credo che gli agenti abbiano fatto solo il loro dovere, cioè quello di tutelare gli animali, perchè anche questo è un maltrattamento, un cagnolino è un animale di cui prendersi cura, non è un oggetto da colorare e da esibire.. credo che sia il/la proprietaria che abbia voglia di esibizionismo.. e purtroppo c’è chi glielo permette..

    6. preferenze sessuali??? ma non parliamo di un genere sessuale????? lo qualifichi come uomo? o come donna? comunque questa fissa del politcally correct ci sta facendo uscire fuori di testa…. a quel punto chi scrive dovrebbe anche smettere di dire se la vittima è uomo o donna….

    7. è una donna, come infatti viene successivamente definita nell’articolo. se poi è trans, omo, etero e bi, non ci interessa ne della protagonista, ne del giornalista e tanto meno di ginetto.

    8. trovo che il regolamento non sia assurdo, se non sbaglio non costituisce una novità, ma tale comma era presente già nel regolamento della Giunta Corsini. perchè mai si dovrebbe colorare un animale ? Si colorassero le persone ,se vogliono,,,,ma rispettiamo la natura e gli animali per favore.

    9. Visto che non siamo nemmeno in grado di rispettarci tra noi "umani", rispettiamo almeno gli animali. Per qualcuno questo concetto sarà incomprensibile. Ne sono sicuro.

    10. legge DEMENTE…… Allora d’ora in poi saranno multate tutte le donne che si colorano i capelli , e che si rifanno tette-labbra-zigomi… sarebbero multate il 95% delle donne…

    11. Visto che i vigili sono stati c
      osi solerti nell’applicare l’ordinanza,dovrebbero esserlo altrettanto nell’applicare anche le altre ordinanze!!!

    12. Visto che i vigili sono stati c
      osi solerti nell\’applicare l\’ordinanza,dovrebbero esserlo altrettanto nell\’applicare anche le altre ordinanze!!!

    13. Visto che i vigili sono stati c
      osi solerti nell\\\’applicare l\\\’ordinanza,dovrebbero esserlo altrettanto nell\\\’applicare anche le altre ordinanze!!!

    14. x il secondo commento:ma quanti anni hai?8?o il cervello di uno di 8?le donne che si colorano i capelli lo fanno su se stesse,nessuno le obbliga.non credo che questo cane sia andato dalla parrucchiera di sua spontanea volontà a farsi la tinta……quindi un bel maltrattamento agli animali ci starebbe alla grande!

    15. ok la storia del cane…ok non va bene torturare con la colorazione i cuccioli ma…che c’entra specificare che era a passeggio con il trans??? che differenza farebbe??? storie d’Italia…

    16. x il secondo commento:ma quanti anni hai?8?o il cervello di uno di 8?le donne che si colorano i capelli lo fanno su se stesse,nessuno le obbliga.non credo che questo cane sia andato dalla parrucchiera di sua spontanea volontà a farsi la tinta……quindi un bel maltrattamento agli animali ci starebbe alla grande!

    17. è da dementi specificare che la padrona del cane fosse trans (come se cambiasse qlcs x me poteva essere bio0nda bruna nera o altro ma nn cambiava il senso)penso che l’unico elemento valido x 1 denuncia sia la tossicità del colorante

    18. Non sono un animalista convinta…ma il rispetto per gli animali questo si! Ridicolizzare un animale, come se si trattasse di un oggetto solo per attirare l’altrui attenzione lo trovo assolutamente disumano. IL personaggio in questione si tatuasse da capo a piedi e si mettesse una ferramenta di piercing addosso…se proprio vuole essere notata…ma lasci stare un animale che vuole solo vivere e darci affetto in pace!

    19. Secondo me anche i cani con i vestitini e i fiocchettini e "viziati" sono maltrattati, perchè non vivono nel modo naturale in cui dovrebbero. Alla fine se è una tinta atossica che problema c’è? Vi divertite a trattare i cani come bambolotti e poi se qualcuno gli fa una tinta vi agitate tutti come se fosse una cosa scandalosa!

    20. Secondo me anche i cani con i vestitini e i fiocchettini e "viziati" sono maltrattati, perchè non vivono nel modo naturale in cui dovrebbero. Alla fine se è una tinta atossica che problema c’è? Vi divertite a trattare i cani come bambolotti e poi se qualcuno gli fa una tinta vi agitate tutti come se fosse una cosa scandalosa!

    21. Secondo me anche i cani con i vestitini e i fiocchettini e "viziati" sono maltrattati, perchè non vivono nel modo naturale in cui dovrebbero. Alla fine se è una tinta atossica che problema c’è? Vi divertite a trattare i cani come bambolotti e poi se qualcuno gli fa una tinta vi agitate tutti come se fosse una cosa scandalosa!

    22. ma va là cosa pitturi il cane? dovrebbe essere più fashion? dovrebbe essere all’ultima moda? cosa pensavi di fare di attirare l’attenzione? pitturati tu di rosa deficiente

    23. io la parola transessuale l’ho sentita pure su quella ipercorretta radio che è onda d’urto… e non ho sentito proteste… smettiamola di scandalizzarci inutilmente

    RISPONDI