Daniela Sabatino, la bomber bresciana beffata da un autogoal (altrui)

    0
    Bsnews whatsapp

    Due triplette, cinque doppiette, a segno in 15 match, per un totale di 25 straordinarie reti. Il tutto in un solo campionato. Non stiamo parlando di Cavani o di Ibrahimovic, ma di Daniela Sabatino, calciatrice della Leonessa calcio femminile soprannominata “alta tensione”. Una vita da bomber, una media gol impressionate in serie A, culminata con la stagione più prolifica, ovvero quella passata. Con 25 reti Daniela “ha vinto” la classifica marcatrici, chiudendo a pari merito con l’immensa Patrizia Panico, anche lei arrivata a quota 25. Tuttavia, la Divisione Calcio Femminile non è stata dello stesso avviso, e il 17 settembre durante le premiazioni per la stagione 2010/11, ha consegnato il premio di capocannoniere solo a Patrizia Panico, per aver messo a segno 26 reti. Vi chiedete come mai? La risposta è facile e lascia davvero basiti. Alla inossidabile punta romana, infatti, è stata erroneamente assegnata una rete nel match Mozzanica-Torres del 2 aprile 2011. Gol che era evidentemente un “autogol”, siglato “magistralmente” da Marianna Rota. Nonostante i video, le dichiarazioni, e le prese di posizione, il premio è andato alla Panico, anche perché “come si fa a rifare le targhe, e in più un’altra coppa?”.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI