Escort e prostitute, mozione della Lega: “Anche loro paghino le tasse”

    0

    Anche le lucciole paghino Irpef e Iva e contribuiscano a risollevare le sorti delle casse comunali. La proposta arriva dalla Lega Nord di Desenzano che questa sera, durante il consiglio comunale, presenterà una mozione per abrogare la legge Merlin e riconoscere “il meretricio come attività rilevante ai fini tributari e previdenziali” ha spiegato il capogruppo Rino Polloni a Bresciaoggi. Una provocazione, ha aggiunto Polloni, ma che ripropone un tema che ciclicamente torna alla ribalta: la prostituzione, soprattutto in appartamento (si pensi ai molti annunci di escort e accompagnatrici) è un fenomeno tutt’altro che marginale. Una sua “emersione”, secondo il Carroccio, potrebbe eliminare sacche di illegalità e contribuire a risanare i conti del Comune. Vedremo cosa deciderà il consiglio questa sera. 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. fa piacere vedere che sia a Brescia città che a Desenzano la Lega Nord segua le tavole rotonde fatte in Franciacorta più di un anno fa sul tema,organizzate dai Giovani Padani di Rovato

    2. è il segno di una tensione all’interno della maggioranza di governo. la lega vuol far pagare le tasse alle puttane del premier. risaneremmo il deficit dello stato.

    3. …a Brescia città veramente sono tre anni che Rolfi si sta impegnando sul fenomeno prostituzione e non da un anno, ma gli enti locali possono solo trovare soluzioni tampone… ma non nascondiamoci dietro al un dito…va fatta una legge statale per regolamentare il fenomeno!!!cmq W la Lega!

    4. certo meglio così che mettercele su qualche sedia politica !!! fate i bravi: prostituri, immigrati mentre il paese va a picco ….. e sfiduciatelo: sono tutti voti che state perdendo …

    5. Ipocrisia senza barriere: la lega sa ed è ben consapevole che cosa sta succedendo al Governo per la storia delle escort (alias lucciole) e che fa, al posto di togliere la spina ci fa credere quello che per anni di Governo non ha mai fatto e mai farà! Avete finito di imbambolarci su, andate a casa!

    6. torno a ripetermi,se viene fatto conme scelta libera,chi ha diritto a questionare?nessuno,penso,fosse anche mia sorella o la mia mamma,basta che sia una scelta libera e consapevole

    7. Chissà quando capiranno che delle loro "provocazioni" non ce ne facciamo molto… A cosa serve fare una mozione nel consiglio comunale di un paese se la questione è evidente che vada affrontata a livello di legislazione nazionale? Ma la lega non è al GOVERNO da un po’ di anni? Che ci frega, con tutto il rispetto, della "provocazione" di Polloni? Non ha argomenti concreti su cui fare proposte al suo livello, che è quello di una amministrazione locale? Telefoni ai suoi colleghi di partito che fanno i MINISTRI a Roma e dica loro cosa fare. Basta con questa farsa di governare seduti in poltrona a Roma, facendo finta di essere all’opposizione!

    LEAVE A REPLY