Via Sorbana, sgomberato laboratorio cinese. Rolfi: “Una spallata al commercio clandestino”

    0

    Gli agenti della Polizia locale di Brescia sono intervenuti questa mattina per sgomberare un immobile sito in via Milano 121, con ingresso da via Sorbana 3. Gli agenti hanno trovato all’interno 11 cittadini cinesi, alcuni dei quali presenti clandestinamente sul territorio nazionale, che vivevano in pessime condizioni igienico-sanitarie e che dormivano in un sottotetto di altezza inferiore a un metro. Gli impianti del locale erano del tutto artigianali e non a norma. Metà dell’immobile era inoltre adibito a laboratorio tessile clandestino. Gli agenti della Locale, in accordo con gli operatori dell’Asl e dei Vigili del fuoco, hanno proceduto alla richiesta d’urgenza di inagibilità dell’immobile.

    “Si tratta dell’ennesimo intervento in una zona particolarmente sensibile della Città – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – Un’azione importante sia nelle dimensioni che negli effetti. Erano undici i cittadini cinesi che vivevano e lavoravano all’interno di questo piccolo immobile: grazie a questa operazione abbiamo inferto un altro colpo  al commercio clandestino e alla produzione abusiva di merce sul territorio bresciano. Diamo oggi un segnale forte a tutta la città: la soglia d’attenzione è alta e gli agenti della Polizia Locale svolgono un lavoro costante di presidio del territorio per garantire la sicurezza in tutti i quartieri. La zona di via Milano è al centro di un importante progetto di riqualificazione urbana che deve passare necessariamente anche da operazioni volte a garantire una migliore qualità della vita”.

     

    “Un’operazione importante, effettuata proprio mentre il Consiglio comunale sta discutendo e votando l’adozione del nuovo Pgt. – ha dichiarato Paola Vilardi, assessore all’Urbanistica e all’Ediliza del Comune di Brescia – Questa è un’ulteriore dimostrazione della necessità di riqualificare gli spazi esistenti e di rilanciare la vivibilità nelle diverse zone della città, attraverso un progetto serio di valorizzazione urbanistica e ambientale. Questa amministrazione ha un obiettivo preciso: lavorare per rendere la nostra città attrattiva per i giovani e per coloro che risiedono nei comuni limitrofi, portare Brescia a 220 mila abitanti e renderla così uno dei principali punti di riferimento produttivi e commerciali della Lombardia”.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY