I giovani imprenditori di Aib ospiti di H-Farm

    0
    Bsnews whatsapp

    Una delegazione del Gruppo Giovani Imprenditori di Associazione Industriale Bresciana ha visitato nei giorni scorsi H-FARM nel Trevigiano, serbatoio di idee, talento e spirito imprenditoriale. Nata nel 2005 da un’idea degli imprenditori veneti Riccardo Donadon e Maurizio Rossi, H-FARM rappresenta oggi uno tra i migliori incubatori europei di start-up in ambito digitale (web, applicazioni, mobile ecc.): ogni anno infatti vengono raccolte oltre 500 idee di start-up che subiscono un attento processo di selezione basato su criteri di scelta che prendono in esame validità dell’idea, potenziale richiesta del mercato rispetto all’idea proposta ed attitudine imprenditoriale del proprietario intellettuale dell’idea.

    Al termine della selezione le 10 migliori idee diventano a tutti gli effetti piccole start-up di 2/3 persone che, per realizzare il proprio progetto di impresa, possono attingere ad un primo finanziamento, lavorando nel contempo all’interno della struttura.

    “Obiettivo di H-Farm – commenta il presidente del Gruppo giovani di Aib Federico Ghidini – è aiutare i giovani imprenditori a sviluppare le proprie idee di impresa, guidandoli fino al processo di exit, coinvolgendo industriali, banche, ed altri soggetti del mondo economico finanziario attraverso incontri mirati in stile venture incubator”.

    La giornata è stata ricca di contenuti e incontri interessanti. Gli ospiti bresciani hanno avvicinato “GoWar”, la moderna versione per smartphone e tablet del vecchio Risiko, scoperto il mondo di “Zooppa” (punto di contatto tra aziende e creativi di ogni tipo) e testato in anteprima alcune nuove interessanti applicazioni.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI