Viale Piave, il Consiglio di Stato ribalta la decisione del Tar: la “moschea” torna agibile

    37
    Bsnews whatsapp

    Il Consiglio di Stato ha ribaltato la sentenza del Tar del giugno scorso e ha così restituito l’agibilità al sottoscala di viale Piave 203, utilizzato come moschea dell’associazione islamica «Minhaj ul quaran». Per il Tribunale amministrativo di Brescia l’ordinanza della Loggia che aveva revocato l’agibilità per motivi di sicurezza dopo alcuni sopralluoghi di Polizia Locale e Vigili del Fuoco (in uno spazio di 170 mq si riunivano 150 fedeli) era legittima. Per i giudici di Palazzo, invece, le ragioni dell’associazione islamica «appaiono non prive di fondatezza, e che nelle more del loro approfondimento, è prevalente l’esigenza di evitare il grave pregiudizio che deriverebbe all’Associazione istante dalla privazione di una sede già da tempo ultimata e in esercizio, con possibile lesione anche di diritti costituzionalmente garantiti».

    Il consiglio di Stato, accogliendo la sospensiva, ha però spiegato che la questione va discussa nel merito e ha quindi indicato la rapida fissazione del giudizio di merito.  

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    37 COMMENTI

    1. Ti pareva che non arrivano i magistrati di turno a dar ragione ai marocchi…..se ovviamente quella cantina fosse sotto all’aula dove si riunisce il consiglio di stato o sotto l’abitazione di uno di loro le toghe amiche del migrante l’avrebbero fatta interrare….

    2. non è colpa dei magistrati se conoscono le leggi meglio dei leghisti. come sempre le delibere rolfiane vengono bocciate perché fatte con i piedi e non con la testa.

    3. angosciante vedere che solo pochissimi hanno davvero capito che autorizzare una moschea non e’ la stessa cosa di autorizzare una bocciofila…forse se sapeste meglio cosa viene DAVVERO predicato, insegnato, praticato li dentro…(non quello che raccontano i loro Imam intervistati dai Santoro di turno), se vi rendeste conto una buona volta che noi per loro non siamo uomini ma "animali parlanti" che prima o poi bisognera’ macellare… non fareste tanto i bulli sbraitando ‘diritti per tutti"…ma sareste preoccupati.

    4. ho visto sul web il sito dell’associazione islamica «Minhaj ul quaran» e non dice certo che chi non è mussulmano è da macellare. anzi.
      proprio nelle prime righe si parla di una iniziativa svoltasi in inghilterra a cui sono stati invitati a partecipare islamici, cristiani, ebrei, indù e altri ancora.

    5. ah, beh, allora… se scrivono questo sul loro sito internet sara’ senz’ altro cosi’…come si fa, oggigiorno, a non credere a un meraviglioso sito internet? E hai guardato anche magari se ci sono su facebook? Magari hanno una bella pagina che parla di pace e fratellanza…e twitter? Guarda che forse l’Imam della moschea manda messaggini di pace con twitter…

    6. se sul sito dell’associazione islamica «Minhaj ul quaran» si parla di una iniziativa svoltasi in inghilterra con la partecipazione di esponenti di altre religioni è difficile sostenere, a priori, che si tratti di una associazione settaria. direi che è settario chi sostiene che "tutti i mussulmani" sono radicali ed estremisiti.

    7. cosi a naso ,ha piu ragione il nostro donkey….letto l’ultima ricerca sulle banlieue parigine?gli islamici se ne fregano dei ns sogni di integrazione,loro volgiono un califfato mondiale,svegliatevi

    8. veramente l’intento sarebbe quello di evitare di fare la fine del Libano, dove c’erano le anime belle come te che dicevano che gli islamici, in fondo…non erano tutti fanatici…poi han cominciato a piovergli bombe in testa…

    9. se non c’è l’agibilità come si fa a far entrare delle persone?e se qualcuno si fa male chi paga?pantalone…basta con l’ultracasta,ci vogliono giudici eletti dal popolo

    10. Un giudice del consiglio di stato guadagna circa 220mila euro l’anno…cosa pensate che gliene freghi in quale palazzina popolare fanno la moschea?Tanto loro hanno l’attico ai parioli….

    11. Negli Stati uniti il pubblico ministero viene eletto dal popolo.. e secondo me dovrebbero farlo anche in Italia,e se anche venissero eletti dai leghisti come dici tu, vorrebbe dire che la maggior parte della popolazione è leghista e tu ti devi uniformare alle scelte della maggioranza, si chiama democrazia, ed è ciò che quelli di sinistra vanno ad urlare a gran voce nelle piazze ma forse non comprendono loro per primi il significato di questa parola.

    12. negli stati uniti ci sono tante le moschee e nessuno si sognerebbe di vietarle. hanno autorizzato anche la costruzione di una moschea nei pressi di groud zero (c’erano mussulmani anche tra le vittime delle torri gemelle).

    13. ah ah, che livello la discussione da queste parti… raccattano voti anche fomentando odio tra le religioni, dal mio punto di vista tutte egualmente assurde. senza ritegno. che forza… ci sono tornato per dare un’occhiata, ma vi dò l’addio senza rimpianti. Invece di censurarmi avrebbero dovuto pagarmi per il mio tentativo, vano, di alzare il livello.
      a mai più. frank

    14. Bianchi neri gialli o rossi non ha importanza..non ne facciamo un discorso etnico o religioso. Il punto è che il luogo non è agibile per l’utilizzo che se ne fa. Ma voi che commentate, ci siete stati? e magari ci siete stati proprio nello ore-giorni di preghiera? beh, io si. Il problema è l’igiene e la sicurezza, loro e degli altri..vi consiglio un giretto da quelle parti. Grande rispetto per la loro religione e libertà di professarla, ma si potrebbe trovare un luogo più adatto

    15. Ho letto tutti i messaggi e penso di aver capito una cosa:chi è a favore della moschea in questione lo è semplicemente perchè lui abita altrove e non fa lo sforzo di immedesimarsi con chi li ci abita e si troverebbe in grave disagio a causa della moschea e dei suoi (numerosissimi) visitatori.

    16. il commento di sarah è assolutamente accettabile. quello che complica tutto è che rolfi non vuole che si trovino luoghi più adatti. questo genera il problema.

    17. anni fa’ mi trovavo in Arabia Saudita x lavoro , e passeggiando a Riyadh nell’ora della preghiera nel pomeriggio(a mia insaputa), alcune guardie mi hanno
      bloccato e mi hanno fatto il terzo grado…. e non dico altro. E qui nascono moschee come i funghi. Disuguaglianza.. E’ una vergogna , tra alcuni anni ci comandano loro…….

    18. non trovo l’email per comunicare con voi, quando si fa lo share su fb degli articoli come titolo esce la notizia del referendum. Risulta inutile condividere la notizia, sembra sempre quella. Grazie

    RISPONDI