Artista “bresciano” al centro delle polemiche. Una sua opera esposta a Verona paragona la Lega al Nazismo

    20

    “E la storia si ripete”. Fa discutere la provocatoria opera di Joahn Friso, artista belga trapiantato a Brescia, esposta ad Art Verona. Sotto il titolo, compare una fotografia su alluminio alta un metro e mezzo con tre immagini: quella di un raduno nazista, quella di un raduno fascista e quella di un raduno leghista. Immagini che differiscono solo per un particolare: alle pareti la prima volta ci sono svastiche, la seconda aquile di mussoliniana memoria, la terza il sole delle alpi. Una scelta artistica che fa già discutere.

    Comments

    comments

    20 COMMENTS

    1. vuole solo farsi pubblicità, bravo ci è riuscito. Ma qualcuno ha mai visto una manifestazione della lega? E soprattutto, non vi accorgete che il problema di questo paese non è la lega e più diamo peso a queste cose più lorsignori distolgono la nostra attenzione dal disastro in cui ci hanno portati? tutti, nessuno escluso…

    2. Con sto cognome,"friso" più che belga sarà un meridios di seconda generazione:il classico meridios che si sente offeso dalla lega.Niente di nuovo…

    3. Hai ragione vuole solo farsi pubblicità, ignoriamo questo Gussaghese DOC che aveva la tessera della Lega fino all’anno scorso.

    4. bhe! ci sono delle similitudini evidenti. camicia con il colore di partito, leder indiscusso, convinzioni deliranti, presunzione di superiorità, xenofobia, volgarità verbale e gestuale etc, etc…

    5. gli artisti…si sà…sono un po’ pazzerelli. E questo si diverte con poco! vabbè magari qualcuno l’opera gliela compra pure…

    6. L’ex leghista(nauseato dai voti salva mafiosi?) vorrà pure farsi pubblicità, però i rituali e la coreografia sono comuni a tutte le dittature.Naturalmente il "meridios", come lo definisce il "patano" avrà pure trascorsi di sinistra, perchè non cita i raduni castristi ,maoisti, staliniani e dei tempi di Togliatti e Berlinguer, col giovane Yachtman D’Alema in divisa da pioniere e gli agit prop a scandire slogan di classe.

    7. Si puo’ e si deve dissentire dalle posizioni politiche della Lega. Dopodiche’, e’ nei fatti (non nelle opinioni) che in venti e passa anni di presenza politica i militanti della lega non hanno mai nemmeno danneggiato una cabina del telefono, mentre hanno subito a iosa pestaggi, bombe nelle sedi, assalti ai gazebo, incendi di autovetture, insomma tutto il classico armamentario violento, squadrista e – questo si – fascista "multicolore" dei loro vari avversari politici.

    8. borghezio è stato condannato per aver appiccato il fuoco alla casa di stranieri, maroni è stato condannato per violenza verso un pubblico ufficiale (gli ha morso uno stinco)….per non parlare della guardia padana, vera e propria organizzazione militare.

    9. Don-chisciotte, scusate, ma la volante rossa, le guardie rosse, gli arditi del popolo,le brigate rosse, i katanghesi della statale, lotta continua, potere operaio, i nuclei armati, i picchettatori delle scuole e delle fabbriche,Pol Pot, facevano tutti il saluto romano? Non è che siete consapevole propagandista della tesi comunista (bella la rima) che la violenza è solo fascista? Per quanto riguarda il porgere l’altra guancia dei "patani", girate nelle valli e sfogliatevi i mattinali di polizia.Servo vostro.

    10. @ nonregistrato delle 20,58 (e mettiti un nick cosi si comunica)… una organizzazione militare senza armi? Ma ti rendi conto di quello che scrivi? Tu confondi due episodi men che marginali che sei andato a ripescare chissa’ dove (e chissa’ se e’ andata davvero come scrivi) con la sistematica minaccia di quelli che difendono la "democrazia’ con le chiavi inglesi e gli assalti alle librerie dove si presentano libri "sgraditi"…@masaniello..lei dovrebbe meglio leggere il mio post…scrivo esattamente di fascismi multicolori…e comunque quel fascismo del colore che – mi pare – lei difende, aveva il vezzo di mettere bombe assassine nelle piazze di Brescia, per cui lasci perdere i "mattinali della questura" e lasci in pace la gente di queste terre, anche troppo pacifica e anche troppo laboriosa, gente che lei invece evidentemente disprezza, come si evince dal suo tono.

    11. mmmhhh sono anni che ci sto rimuginando: non riesco a ricordare di un leghista(militante o simpatizzante anche alla lontana)non dico condannato, ma anche solo "veramente" indagato per violenza politica.
      Tipo:sytagi commesse con bombe su treni ed in piazza,uccisioni di magistrati,sindacalisti,giornalisti,militari,oppositori politici,preti,ecc…
      Magari la Spettabile Redazione riesce anche a trovarmi un misero caso….se non ci sono omicidi mi accontento anche di un ferito…se non gravissimo almeno grave!!
      au revoir

    12. Don-qui-sciotte, proprio come il cavaliere della triste figura avete una melanconia di fondo che vi fa vedere tutto "nero", non cogliere l’ironia ed inventarvi paladino di terre e uomini (avete gia proclamato la…riserva?) che da buon italiano Masaniello non può dispezzare.Certo, ridendo, castigo i… patanes che disprezzano altri italiani, agitano cappi e parlano di fucili automatici russi e si vantano di usare altro al posto della carta igienica.Se siete così super partes, perchè usate l’armamentario lessicale vetero comunista?Usereste, nel merito,anche per non farsi imporre il linguaggio dominante, la perifrasi:comunismi multicolori?Non difendo nessuna dittatura, voglio che suonino, metodologicamente, sempre, più campane ed invito a riflettere, ora, chi affida il proprio voto ad uno che ha festeggiato tre volte la laurea:senza averla mai conseguita.Ossequiosameente, il servo vostro.

    13. peccato che questo belga/bresciano abbia dimenticato i raduni con la falce e martello , 60 milioni di morti ammazzati in quasi 100anni.

    14. @ masaniello. Replico un’ultima volta, garbatamente perche’ i suoi post, pur sarcastici, sono garbati. La vicenda cui si riferisce questo articolo e questi post e’ semplice: un "artista" (oddio, a volte, le parole…) paragona la Lega Nord a due movimenti politici dichiaratamente criminali e con milioni di morti sulla coscienza. Questo paragone per me e’ farsesco (redazione, mi passi per cortesia questo termine piu’ pesante del solito) perche’ NEI FATTI in venti anni nessun militante della Lega ha mai commesso alcun reato nemmeno lontanamente paragonabile a quelli dei nazionalsocialisti. Punto. Se in quella scultura avessero dovuto esserci anche i khmer rouge o i partigiani di Tito o i Katanga e’ fuori tema. La Lega Nord (criticabilissima, inefficacissima e spesso ridicolissima), grazie a Dio non e’ nemmeno paragonabile, non solo al NSDAP ma nemmeno all’IRA o all’ETA, e speriamo che resti sempre cosi’.

    15. beh, diciamo che il feroce autoritarismo e l’indiscutibile sacralità del "capo" (e di quello che decide) che in questi giorni vediamo nella Lega porta inevitabilmente a riflettere ai ben noti modelli del passato…
      è evidente che i malumori in corso non sono altro che l’innato bisogno di democrazia nella quale ogni uomo sano di mente desidera vivere, dalla casa in cui vive al partito in cui milita.
      Bossi non lo sa ma questo aspetto è destinato presto o tardi a prevalere anche nella "sua" Lega. Lo dice la Storia.

    16. quale democrazia ? quella "finta" in cui viviamo o quella
      "vera" delle primarie ? la storia ci dice che nemmeno la seconda sia perfetta , basta guardare la fine del PCI PDS DS PD ecc ecc .

    LEAVE A REPLY