A passeggio per Brescia, tra arte, storia e letteratura

    0

    Un progetto innovativo che unisce letteratura, arte, storia, musica. Dopo il successo della prima edizione lo scorso autunno e di quella organizzata in occasione della Festa dei santi Faustino e Giovita, tornano le “Passeggiate letterarie”, progetto ideato da Fabio Larovere, promosso dall’Associazione Cieli Vibranti di Brescia con il patrocinio di Comune, Provincia e il sostegno della Fondazione Asm. L’iniziativa si tiene in sinergia con la Fiera del libro, nei primi due fine settimana di ottobre. Oltre alla collaborazione con l’importante evento cittadino promosso dall’associazione “Il leggio”, le “Passeggiate letterarie” vantano diverse e significative collaborazioni. Anzitutto, con la Biblioteca Queriniana di Brescia che, grazie alla disponibilità del direttore Ennio Ferraglio, per l’occasione esporrà alcuni suoi preziosi volumi; con il Cut, Centro Universitario Teatrale dell’Università Cattolica di Brescia, diretto da Candida Toaldo, che si occuperà della lettura scenica dei testi; con il con il Liceo Scientifico “Calini” di Brescia, i cui studenti faranno da supporto logistico all’iniziativa; con il Conservatorio “Luca Marenzio”, che sarà tappa del secondo percorso in città.

    L’idea è di portare la cultura per le strade con appuntamenti che ripercorrano vite e opere di grandi autori del passato, scrittori o poeti che abbiano vissuto o cantato Brescia, accostandole a luoghi suggestivi del centro storico cittadino.

     

    Moltissimi i partecipanti alle prime passeggiate lo scorso fine settimana.

    Il secondo Itinerario, denominato “Brescia e il suo territorio”, si svolgerà nei pomeriggi di sabato 8 e domenica 9 ottobre, con partenza sempre alle ore 14,30 e alle ore 16; si comincia nel suggestivo chiostro del Museo Diocesano, che ospiterà la lettura di Franz Kafka, a Montichiari nel 1909 per assistere al Gran Premio Aviatorio di Brescia.

    La passeggiata condurrà quindi i partecipanti nella tensostruttura di piazza Paolo VI, sede della Fiera del libro, per una tappa dedicata al lago di Garda, raccontato attraverso i versi sublimi di Catullo e le parole di fuoco di Gabriele D’Annunzio, autori separati dai secoli ma uniti dalla magia del Benaco.

    Dopo una tappa intermedia davanti al magnifico Teatro Grande, cantato da Stendhal, l’arrivo della passeggiata è previsto al Conservatorio "Luca Marenzio", cuore pulsante della vita musicale cittadina. Qui si renderà omaggio al lago d’Iseo, con la lettura di alcuni testi di George Sand – che proprio sul Sebino ambientò il suo romanzo "Lucrezia Floriani" – e la musica di Fryderyk Chopin, che della Sand fu a lungo compagno.

     

    Ogni tappa sarà caratterizzata dalla presenza di una guida che presenterà brevemente il luogo dal punto di vista storico-artistico; vi sarà poi un’introduzione all’autore scelto e ai brani che saranno letti, contestualizzando i riferimenti a Brescia. Il primo itinerario di sabato 1 ottobre sarà guidato da Fabio Larovere. Sul posto saranno un attore e uno o più musicisti, coordinati da Maria Candida Toaldo del Cut. La partecipazione a ciascuna tappa è libera e gratuita.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY