Censimento, compilazione al via. Ecco tutte le istruzioni. Sistema online subito in tilt

0
Bsnews whatsapp

Ci siamo. Da questa mattina è possibile compilare il censimento della popolazione e delle abitazioni 2011. Il 9 ottobre è infatti la data di riferimento del 15° censimento nazionale che si tiene ogni 10 anni: in sostanza per ogni risposta bisognerà fare riferimento alla situazione a mezzanotte tra sabato e domenica, anche se si compilerà il modulo nelle prossime settimane. Così, se nei prossimi giorni una famiglia dovesse arrivare un nuovo figlio, questi non rientrerà nel censimento, anche se il modulo verrà compilato dopo la sua nascita. Ecco perché si parla di “fotografia”: il censimento non è altro che un’istantanea della situazione italiana al 9 ottobre 2011.

Come detto da alcune ore si può compilare il modulo online, novità assoluta di quest’anno: è possibile “censirsi” collegandosi al sito http://censimentopopolazione.istat.it e utilizzando la password stampata sulla prima pagina del questionario recapitato a casa. Il portale è però stato preso d’assalto e si sono verificati alcuni problemi tecnici e frequenti rallentamenti, ma comunque 

Per chi invece non ha accesso al web, c’è sempre la penna e il modulo cartaceo: dal 10 ottobre fino al 20 novembre sarà possibile restituire i questionari compilati presso gli uffici postali e i centri comunali di raccolta, senza alcun costo.

Queste modalità di consegna costituiscono una delle principali innovazioni della 15° edizione del Censimento, dal momento che, fino alla tornata del 2001, i questionari venivano consegnati e recuperati dai rilevatori comunali direttamente casa per casa.

Qualora le famiglie decidano di compilare il questionario nella forma cartacea è bene seguire le seguenti istruzioni:

 

  • una volta compilato, inserire il questionario nella busta presente nel plico ricevuto a casa;
  • imbustare il questionario nel verso giusto, per facilitare il recapito all’ufficio di censimento competente;
  • non affrancare la busta;
  • non imbucare MAI i questionari nelle cassette delle poste, ma consegnarli a mano presso gli uffici postali o i centro comunali di raccolta che rilasciano una ricevuta di avvenuta restituzione;
  • non consegnare il questionario prima del 10 ottobre.

 

Per coloro che non riceveranno il questionario via posta o non faranno in tempo a riconsegnarlo entro il 20 novembre, i Comuni metteranno in campo dal 21 novembre 2011 al 29 febbraio 2012 i rilevatori, incaricati di recuperare i questionari non ancora restituiti e rilevare le famiglie non presenti nelle Liste anagrafiche. Le spedizioni dei questionari, infatti, sono state effettuate all’indirizzo di residenza di ciascun intestatario del foglio di famiglia – risultante in anagrafe alla data del 31 dicembre 2010.

Chi avesse dubbi o esigenze particolari può rivolgersi per chiarimenti all’Ufficio Comunale di Censimento, Via XX Settembre, 15, oppure telefonare allo 030/2978001 dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14 alle 16, oppure spedire un fax allo 030/2978047 o inviare una mail a censimento@comune.brescia.it

L’UCC (Ufficio Comunale di Censimento) ha sede in Via XX settembre 15 ed è aperto al pubblico:

  • dal 10 ottobre, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle 19 (orario continuato) e al sabato dalle ore 8,30 alle ore 12,30.

Nel Comune di Brescia sono stati previsti dei Centri di Raccolta Comunali in alcune sale circoscrizionali (l’elenco è pubblicato in allegato) dove i cittadini potranno essere aiutati nella compilazione e restituzione telematica dei questionari.

I cittadini possono recarsi, inoltre, presso i Punti informativi e di raccolta dei questionari, aperti dal 10 ottobre al 10 dicembre: ACLI, ANMIC, ASS. AMICI DEL CALABRONE, ANOLF, ANTEAS, CAAF ACAI, CAAF CGIL, CAAF CONFARTIGIANATO, CAF UIL, CENTRO MIGRANTI, CISL, CNA IMPRESA, CENTRO SERVIZI PER IL COMMERCIO (Confesercenti), GRUPPO CAMPO MARTE, MCL, UGL (in allegato i riferimenti).

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. segnalo una notizia nostrana stranamente ignorata:
    Lo sapevate che l’ex ministro Aldo Brancher è presidente di un fantomatico ente turistico dal nome "lago di garda tutto l’anno" che riceve soldi dallo Stato? Peccato che avendo sulle spalle una condanna definitiva a due anni non potrebbe (per legge) ricoprire quella carica…
    trovate la notizia sul fatto quotidiano..

  2. ti obbligano(dietro la minaccia di una sanzione) a compilare un modello per una statistica che sarà sicuramente sbagliata perche voglio vedere quanti extra comunitari metteranno i dati veri alle domande tipo quella se vivo in casa altre famiglie con loro o i nomi di tutte le persone che vivono in casa soprattutti quelli che si presentano alla sera solo per dormire!

  3. Eh, volevo ben vedere che anche questa volta non ci fosse qualche motivo per dare addosso agli immigrati ("extracomunitari": svizzeri, americani, giapponesi e australiani, no?). Adesso non facciamolo nemmeno il censimento che arriva ogni dieci anni, perchè tanto gli "extracomunitari" ce lo rovinano mentendo… Invece i "comunitari" che fanno finta di essere separati per far risultare come prima casa quella che hanno al lago come seconda, quelli di sicuro andavano bene. Povera Italia…

RISPONDI