Consigliò il sapone a una alunna: professoressa assolta dal giudice di pace

    2
    Bsnews whatsapp

    (a.c.) Fino a che punto può giungere il desiderio di un genitore di ottenere giustizia per un presunto torto subito dalla figlia? Molto, molto avanti. L’origine di questa triste (non vengono in mente altri aggettivi) vicenda raccontata sulle colonne del Giornale di Brescia in edicola stamane risalgono addirittura a sei anni e mezzo fa. La professoressa in questione, al servizio da 35anni nella scuola pubblica, al termine della lezione di ginnastica con la sua classe delle medie (siamo in una scuola della provincia) chiama vicino a sé una alunna, dopo che tutte le compagne sono uscite dalla palestra, e con modi gentili e rispettosi le consiglia di curare di più l’igiene personale, sia per suo interesse sia per evitare spiacevoli episodi con le persone che le stanno vicino.

    Un consiglio da genitore, da amico più che da professore, eppure la faccenda prende una piega stortissima: la ragazzina racconta il colloquio alla mamma che si rivolge all’insegnante in questione promettendole le pene dell’inferno per ciò che si è permessa. Senza entrare troppo nei dettagli, la madre fa seguire alle parole i fatti e porta davanti al giudice la professoressa per ben due volte, la prima volta finisce presto a causa di vizi formali da parte dell’avvocato difensore, la seconda volta presso il giudice di pace. L’epilogo pochi giorni fa, a distanza di 6 anni e mezzo dal fattaccio: piena assoluzione per la professoressa.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    2 COMMENTI

    1. Come spendere tempo e soldi x stupidate…e siì la Magistratura DOVEVA interesarsi alla questione perchè con la notizia di reato è OBBLIGATORIA l’azione penale.
      Ma qui siamo nel civile e il giudice di pace non poteva interrompere prima qusta caxxxta di querela?!?
      L’olfatto l’hanno pure i sordi: se la ragazzina puzzava era giusto dirglielo con il tatto utilizzato.
      E poi io sono molto meno gentile e rispettoso nel "consigliare" alla gente di lavarsi:attenzione gente che ha disponibilità di acqua & sapone.
      Andrò in galera?

    2. poi i genitori si lagnano perchè i loro figli crescono male…. la mamma avrebbe dovuto ringraziare la professoressa che in modo educato gli ha spiegato un attimino di lavarsi di più:) Mica gli ha detto nulla di male accidenti a voi genitori moderni:) ecco perchè poi manca il RISPETTO nei giovani…..

    RISPONDI