Il futuro dell’Egitto e le opportunità per l’Italia. Il Rotary giovedì ne parla a tavola con Orizio

    0

    "Quale futuro per piazza Tahir? Quali opportunità per l’Italia?". Sarà soprattutto questa la domanda a cui, giovedì, cercherà di rispondere Andrea Orizio, bresciano e vice capo della Missione dell’ambasciata d’Italia al Cairo. L’appuntamento è fissato per giovedì alle 20 al ristorante La Sosta. L’iniziativa – ad invito – è promossa dai Rotary Club Brescia, Brescia Nord Maclodio e Moretto.

    LA BIOGRAFIA

    Andrea Orizio e’ nato a Brescia (Italia) il 25 gennaio 1967. Laureato in Giurisprudenza all’Universita’ degli Studi di Milano nel 1991, ha conseguito corsi di specializzazione post-Laurea in carriere internazionali all’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) di Milano ed alla SIOI (Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale) di Roma e dal 1992 e’ entrato in carriera diplomatica. Vice Capo Ufficio Africa (Affari Economici) del Ministero degli Esteri dal 1992 al 1993, ha prestato servizio presso l’Ufficio del Consigliere Diplomatico del Ministro della Difesa nel 1993-1994 e all’Unita’ per le Autorizzazioni e Controllo dei Materiali d’Armamento (UAMA) agli Esteri nel 1994-1995. Dal 1995 al 2000 Primo Segretario e Capo dell’Ufficio Economico-Comerciale (Vice Capo Missione nel 1996-1997) dell’Ambasciata d’Italia a Praga, diviene Consigliere e Vice Capo Missione dell’Ambasciata d’Italia a Zagabria dal 2000 al 2002, periodo in cui e’ anche Funzionario di Contatto NATO-Croazia. Dal 2002 al 2005 e’ nuovamente al Ministero degli Esteri, a Roma, dove ha lavorato alla Direzione Generale Paesi dell’Europa, diventando nel 2004 Capo dell’Ufficio Balcani Occidentali. Dal 2005 al 2008 e’ stato Primo Consigliere presso la Rappresentanza Permanente d’Italia alla NATO, a Bruxelles, dove e’ stato responsabile per Medio Oriente, Dialogo Mediterraneo, Iniziativa di Cooperazione di Istanbul, Partenariati, NATO-Ucraina, NATO-Georgia, allargamento, Operazione Active Endeavour, rapporti NATO-UE, membro del Comitato Politico. Dal dicembre 2008 e’ Ministro-Consigliere e Vice Capo Missione dell’Ambasciata d’Italia al Cairo. Allo scoppio della “Rivoluzione”, il 25 gennaio 2011, era Incaricato d’Affari a.i. Sposato, ha due figli, un maschio ed una femmina. Parla correntemente Francese ed Inglese, ha conoscenze di Ceco, Croato e -rudimentali- Arabo.  

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY