Morti bianche, da inizio anno sono 17. La Cgil denuncia: i controlli sono diminuiti

    4
    Bsnews whatsapp

    Con la tragedia avvenuta ieri mattina a Orzivecchi, dall’inizio dell’anno sono 17 le vittime sul lavoro in provincia di Brescia. “Un numero troppo alto”, sottolinea Olivero Girelli a nome della Camera del lavoro, “che fa il paio con i tantissimi infortuni che ancora continuano a esserci e che ci consegna un quadro sconfortante. Purtroppo c’è da registrare un calo costante di tensione civica rispetto ai problemi della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Dietro ogni tragedia sul lavoro”, continua, “ci sono vite spezzate e drammi familiari, sarebbe però sbagliato pensare che tali episodi siano frutto della casualità. È indubbio che serva formazione e prevenzione, così come però indubbio che servano maggiori controlli, leggi e regole chiare. Esattamente quelle cose, insomma”, conclude il comunicato, “che questo Governo in questi anni ha cercato di far venire meno allentando e destrutturando la maglia dei controlli”.  

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    4 COMMENTI

    1. Indubbio che la gente che lavora debba essere pagata, di questo ve ne fregate altamente, poi certo che capitano incidenti,,,,bisogna risparmiare grazie a voi….ladruncoli patentati

    2. Scusate ma queste vostre affermazioni cosa c’entrano con la sicurezza sul lavoro? A parte il fatto che: se è vero che dovrebbero essere più attenzione da parte dei datori di lavoro, vero è che dovrebbero essere più vigili anche i sindacati. O questi servono solo ad organizzare mainifestazioni? Questi sindacati incominciamo a starmi un pò sui ciufoli. E non poco.

    RISPONDI