Castegnato, sabato 6 novembre la festa delle Forze Armate

    0

    L’ultima delle pubbliche manifestazioni per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, comune, gruppi e associazioni di Castegnato, l’hanno voluta programmare domenica 6 novembre, giornata che vuole essere la festa delle Forze Armate.

    Lo slogan che accompagna la manifestazione è un frase del Presidente della Repubblica Azeglio Ciampi; “”Il Ricordo dei caduti per la Patria ci impegna a celebrarne il sacrificio difendendo la pace e l’unità nazional””.

    L’appuntamento per dar via al corteo è alle10 davanti al Municipio; dopo l’alza bandiera sindaco, amministratori, associazioni e cittadini, accompagnati dal Complesso Bandistico locale, percorreranno le vie centrali del paese deponendo le corone al monumento delle associazioni d’arma.

    Dopo la messa, la cerimonia al monumento dei caduti di tutte le guerre con la consegna delle medaglie concesse dal Presidente della Repubblica ai cittadini deportati e internati in campi di concentramento nazisti le cui pratiche sono state predisposte e seguite dal castegnatese Tarcisio Archetti, graduato in pensione dell’Arma dei Carabinieri.

    Sono due le medaglie che verranno consegnate dal sindaco Giuseppe Orizio ad ex internati: al marinaio Stefano Gervasoni detto “Nino”  ed all’alpino Giuseppe Inverardi.

    Cinque medaglie verranno consegnate ai familiari degli ex internati Spottocapo di Marina Vincenzo Altomonte; fante Giovanni Ferretti; Caporal Maggiore Angelo Magri; Artigliere di Corpo d’Armata Enrico Quaresmini (nella foto, il primo da sinistra); alpino Luigi Rolfi.

    Una medaglia d’argento della presidenza provinciale Combattenti e Reduci di Brescia, verrà consegnata a Luigi Antonini, conosciuto come “Brina”, artigliere paracadutista trasmettitore, reduce della battaglia di Filottrano, che ha da poco compiuto i novant’anni.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY