Green Hill, l’Oipa presenta istanza di chiusura al sindaco di Montichiari

    0

    L’Oipa Italia, organizzazione internazionale che si occupa della protezione animali, ha presentato al sindaco di Montichiari Elena Zanola un’istanza di chiusura dell’allevamento Green Hill. Un mossa che ha anticipato di poche ore quella del ministro Michela Vittoria Brambilla, che aveva presentato sulla questione un esposto alla Procura di Brescia. Nella richiesta si citano alcune rilevazioni effettuate dalle guardie zoologiche Oipa su mandato della Procura. Nel mirino degli animalisti lo spazio in cui vengono tenuti gli animali (destinati alla vivisezione), la documentazione relativa agli stessi e il fatto che circa 400 cani non risulterebbero registrati all’anagrafe regionale. Ma anche la presenza di un solo veterinario nella struttura. Ma il problema, secondo Oipa, è anche psicologico ed è legato all’enorme disagio di questi animali”, che “vivono in condizioni incompatibili con la natura di animali sociali ed esplorativi che li contraddistingue”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Siace per i dipendenti,ma vivisezionare cuccioli di cane non può essere un lavoro….personalmente
      preferirei andare a rubare.

    2. mi dispiace per i dipendenti ma non si può campare sulla sofferenza di altri esseri viventi ed indifesi….non è possibile!!!! ma come si può fare "un lavoro" del genere!!!! non c’è un minimo di sensibilità

    3. Le belle rifatte che manifestano contro la vivisezione cosa usano? Forse non sanno che quelle schifezze che gli iniettano nel corpo è stato sperimentato su qualche animale?!!

    LEAVE A REPLY