Scuole, il Broletto punta sul risparmio energetico per tagliare la bolletta

    0

    (da.bac.) Tagliare la bolletta elettrica. E’ questo l’obiettivo che si è dato l’assessorato all’Edilizia Scolastica del Broletto che stamattina, durante la commissione provinciale, ha illustrato i progetti in cantiere dedicati al risparmio energetico. “Ogni anno – ha spiegato l’assessore Giorgio Prandelli – la Provincia deve sborsare circa 2 milioni di euro per la corrente elettrica. Da molti mesi stiamo studiando come poter risparmiare”.

    La prima mossa è l’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti degli istituti. Impianti sono già attivi all’Itis Castelli di Brescia, all’Istituto Einaudi di Chiari e al Don Milani di Montichiari. Dal 19 marzo è entrato in funzione anche l’impianto del liceo Leonardo di Brescia. Mesi di rodaggio nei quali è riuscito comunque a produrre 140mila kWh, evitando l’emissione in atmosfera di 74,7 tonnellate di Co2. L’impianto ha una capacità produttiva di 212.500 kWh annui, alcuni consumati direttamente dalla scuola, altri immessi nella rete elettrica nazionale.

    Ma nei piani di Prandelli non c’è solo il fotovoltaico. Nel complesso "Abba, Tartaglia, Oliveri" il prossimo anno dovrebbe infatti essere costruito un impianto di cogenerazione in grado sia di produrre energia elettrica che di riscaldare gli ambienti. Si calcola che l’investimento iniziale (350mila euro) possa essere ammortizzato in 5 anni e portare ad avere un risparmio annuo di oltre 86mila euro.

    Inoltre allo studio c’è anche un progetto pilota che sarà testato all’Itis Castelli: lì la Beghelli dovrebbe sostituire tutte le fonti di illuminazioni con neon di ultima generazione in grado di abbassare i consumi del 60%. Se i risultati saranno positivi, il test si potrà replicare in altre scuole. Infine a Montichiari dovrebbe essere realizzata una mini-centrale idroelettrica (con capacità produttiva di 10 kilowatt). Lo studio di fattibilità c’è, si tratta ora di trovare le risorse per realizzarla. 

     

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY