In flessione le imprese del Terziario. E non si vede la luce in fondo al tunnel

    0

    Nel terzo trimestre del 2011 le imprese bresciane del settore terziario hanno sperimentato una flessione dell’attività produttiva causata, non solo dalla consueta pausa estiva, ma anche dal rallentamento generalizzato che sta colpendo la nostra economia nella seconda metà dell’anno in corso. I comparti dei servizi più interessati dall’indebolimento dei fatturati sono Contabilità e consulenza amministrativa e gestionale, Pubblicità, marketing e comunicazione, Ricerca, sviluppo e selezione del personale, Smaltimento rifiuti e disinfestazione. All’opposto, segnali incoraggianti provengono dal settore Ingegneria, progettazione, collaudi e analisi

    Le aspettative a breve propendono per un’ulteriore flessione del giro d’affari realizzato dagli operatori del settore; tale scenario risulta coerente con le previsioni dichiarate dalle imprese manifatturiere, anch’esse orientate a un certo pessimismo.

    L’andamento per settore

    • Contabilità e consulenza amministrativa e gestionale

    Dopo una prima parte dell’anno non certo entusiasmante, le imprese del comparto dichiarano variazioni negative per tutte le variabili a eccezione della concorrenza. Le prospettive a breve sono per un’ulteriore riduzione dei livelli produttivi attuali, sebbene notizie più confortanti dovrebbero giungere dalla forza lavoro.

    • Informatica e attività connesse

    Le imprese del comparto hanno dichiarato una diminuzione del fatturato, dopo le flessioni già sperimentate nei due trimestri precedenti; segnali negativi giungono anche dagli ordini e dalla manodopera. Le aspettative per i prossimi mesi sono moderatamente pessimistiche per quanto riguarda le vendite e gli investimenti.

    • Ingegneria, progettazione, collaudi e analisi

    Il comparto è il solo a sperimentare incrementi del fatturato rispetto alla rilevazione precedente; il quadro sostanzialmente positivo è confermato dai dati sugli ordini e gli investimenti. Le aspettative a breve sono positive per quanto riguarda gli ordini e gli investimenti, mentre i ricavi non dovrebbero subire modifiche sostanziali.

     

    • Pubblicità, marketing e comunicazione

    Le imprese del settore hanno dichiarato una diminuzione relativamente alle vendite e agli ordini, dopo l’aumento sperimentato nel trimestre precedente; gli investimenti e la forza lavoro tuttavia non hanno subito variazioni significative. A breve si attendono ulteriori variazioni negative per quanto riguarda le vendite e gli ordinativi.

    • Ricerca, sviluppo e selezione del personale

    Dopo un primo semestre molto buono, le imprese del comparto accusano flessioni per quanto riguarda il fatturato e gli ordini, mentre gli investimenti e l’occupazione sono dichiarati stabili nei confronti della rilevazione precedente. Le prospettive a breve non evidenziano significative variazioni per tutte le variabili oggetto della rilevazione.

    • Smaltimento rifiuti e disinfestazione

    Gli operatori del comparto evidenziano una diminuzione delle vendite e degli ordini, mentre i livelli occupazionali rimangono invariati rispetto al trimestre precedente. Le previsioni a breve propendono per il sostanziale mantenimento degli attuali livelli di attività.

    • Altri servizi

    Le imprese del settore esprimono una dinamica negativa per quanto riguarda il fatturato e gli investimenti, mentre la forza lavoro non ha subito significative variazioni. Per i prossimi mesi si attendono ulteriori flessioni in riferimento alle vendite, mentre non dovrebbero manifestarsi variazioni per quanto riguarda gli ordini.

    L’Indagine viene effettuata trimestralmente su un panel di circa 50 imprese associate appartenenti al settore terziario.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY