Desenzano: il candidato sindaco sarà Rosa Leso. Sconfitto l’ex sindaco Pienazza

    0

    (a.c.) I 1.027 cittadini di Desenzano che ieri si sono recati alle urne per scegliere il candidato sindaco del Partito Democratico alle prossime elezioni comunali hanno scelto Rosa Leso.

    593 i voti favorevoli alla Leso, contro i 429 dell’ex sindaco Fiorenzo Pienazza, uno scarto tutto sommato netto (58 contro 42%), che alla proclamazione del vincitore ha sciolto l’emozione della Leso.

    62 anni, ex dirigente scolastica, impegnata nel mondo sindacale e nel volontariato, Rosa Leso guiderà il Pd nelle elezioni comunali della prossima primavera. Da parte sua lo sconfitto Fiorenzo Pienazza, ex sindaco della stessa cittadina, ha garantito il pieno appoggio alla sfidante, che d’ora in poi dice diverrà sua alleata.

    Buona, secondo i due candidati, l’affluenza alle urne, nonostante le cattive condizioni meteo che potrebbero aver scoraggiato l’uscita di casa di molti cittadini (erano 6 le sedi presso le quali si votava, tra le 8 e le 20).

    Ecco le prime dichiarazioni di Rosa Leso, riportate sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane: «Hanno vinto la democrazia e la partecipazione, perchè credo che 1.027 elettori siano un traguardo ragguardevole. Dico grazie a queste persone che hanno votato per i due candidati, e a loro dico anche di credere nelle idee che cercheremo di portare avanti. Sicuramente ci sarà il massimo impegno per costruire un progetto per Desenzano e per i desenzanesi, ci metteremo al lavoro già da martedì per mettere a punto un programma elettorale che sia un´alternativa credibile per il governo della città». 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. considerando che a Desenzano ci sono quasi 30.000 abitanti, accontentarsi di 1.000 elettori mi sembra apprezzabile!! AHAHAHAHAHAHAHAH

    2. Ringrazio tutti quelli che con me ci sono stati a votare a favore di una Desenzano migliore: più cultura, più formazione, no alla cementificazione,sì al volontariato e ai diritti di tutti

    3. Ringrazio tutti quelli che con me ci sono stati a votare a favore di una Desenzano migliore: più cultura, più formazione, no alla cementificazione,sì al volontariato e ai diritti di tutti

    4. Quantomeno qualcuno prova a proporre sistemi partecipativi. Forse tu preferisci le designazioni di altro genere: trote ed altre amenità (che non scrivo, se no cancellano il messaggio: ma credo che ci siamo capiti…).

    5. Quella di ieri è stata una bellissima giornata! Ho visto gente contenta di partecipare a questo momento così importante all’interno della vita di un partito. Mille elettori, per chi mastica politica, non sono affatto pochi. Si tenga conto della pubblicità non invasiva dell’evento, non promosso – ovviamente! – come le amministrative e le politiche; si pensi alla giornata di ieri, meteorologicamente non invitante; si consideri il numero di aventi diritto al voto (i residenti over 16); infine, ultimo appunto, si tenga conto che si è votato solo un giorno, e "soltanto" fino alle 20.
      Quanto a Lia, permettimi una correzione: il tuo messaggio sarebbe perfetto per le amministrative. Per le primarie invece è parzialmente fuorviante: entrambi i candidati facevano saldamente propri i valori di cui parli, mentre da come scrivi pare che siano quelli solo del vincitore. Solo un appunto, beninteso! 😉

    6. Il Pd è condivisione, partecipazione, aiuto, collaborazione, tu forse Ettore non sai nemmeno cosa sia…ti auguro comunque una buona giornata ma con dei valori concreti

    7. Il Pd è condivisione, partecipazione, aiuto, collaborazione, tu forse Ettore non sai nemmeno cosa sia…ti auguro comunque una buona giornata ma con dei valori concreti

    8. Che le primarie siano una cosa positiva è indubbio, ma che nel pd sia tutta "condivisione……" non è proprio così :per rimanere a Brescia ricordo Bragaglio e quello che accade al Sud (vedi primarie Napoli ad esempio..) non epongono certo a favore della Sua tesi….

    9. Intendo "anche" il figlio di Di Pietro. Perchè, a te invece va bene uno sì, se è dei "tuoi", e uno no se è degli altri? O per te il fatto che ce ne siano due serve a dire che siccome lo fanno tutti va bene?

    10. Forse no, "utente non registrato", però ieri sono stato ai seggi a dare una mano, tutto il giorno, dalle 8 di mattina alle 20 di sera. Immagino quindi che ci saremo visti, dato che anche tu hai condiviso le fatiche del PD, che sono state anche le mie.
      Ed ora rimbocchiamoci tutti di nuovo le maniche, ci attende un bel cammino! 🙂

    11. le trote sono il simbolo della politica fatta per i proprii interessi e non per i cittadini e questo bisogna ricordarlo:come le mogli i figli, le amiche, i "teutonici" degli orfanelli del migliore

    12. Condivido la tua stessa opinione, utente non registrato, le trote non sono in favore dei cittadini, non li sostengono, non lo faranno mai e spezzano l’idea di una nazione che nella crisi dovrebbe rimanere unita.No al federalismo, si all’unità e all’integrazione, no alla discriminazione

    13. Oer cortesia desidererei sapere quali erano i criteri per esercitare il diritto di voto in queste primarie: età, residenza, cittadinanza, divieto (controllabile) di voto multiplo,ecc.
      grazie in anticipo

    LEAVE A REPLY