Mobilità nel caos. Oggi scioperano gli autisti dei bus. Domani, fino a venerdì, tocca ai benzinai

    0

    (a.c.) Si comincia oggi, con lo sciopero dalle 6 fino alle 6 di domattina per quanto riguarda il trasporto pubblico. Da domani sera, per tre giorni, è confermato lo sciopero di tre giorni dei benzinai, che chiuderanno le pompe dalle 19 fino alle 7 di venerdì mattina.

    Si preannuncia una settimana difficile per i trasporti bresciani, anche se a dir la verità i problemi maggiori dovrebbero riscontrarsi oggi con i bus fermi e il traffico reso già più congestionato del solito dalla pioggia. Garantite ovviamente le fasce protette per il trasporto degli studenti a scuola e per il ritorno a casa. La mobilitazione è a livello nazionale, decisa dall’Unione Sindacale di Base per protesta nei confronti delle mancate azioni di sostegno alla categoria da parte del Governo. Per ciò che riguarda lo sciopero dei benzinai invece essendo stato ampiamente annunciato dai mezzi d’informazione non dovrebbe causare molti disagi, anche se tre giorni consecutivi potrebbero farsi sentire. La serrata minaccia di essere pressoché totale: i bresciani hanno tempo per rifornirsi fino a domani sera alle 19, poi per tre giorni, fino ad esaurimento del liquido rimasto nelle cisterne, potranno utilizzare solo i self service. E’ questa solo la prima trance di sciopero annunciata dai sindacati dei benzinai, che domani a mezzogiorno incontreranno il sottosegretario allo Sviluppo Stefano Saglia per cercare di ricucire lo strappo, altrimenti via ad altre giornate di blocco, fino a un totale di 15. 

    Cattive notizie anche per la rete autostradale: per due notti, dalle 22 alle 6 tra lunedì e martedì e tra martedì e mercoledì, rimarrà chiuso il casello di Brescia Ovest, sia in entrata che in uscita.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY