Broletto, Molgora bacchetta l’assessore Prandelli: “Non si prestano gli uffici dell’ente per iniziative politiche”

0

(a. tortelli) Quella dell’assessore Prandelli è stata una leggerezza che non si deve ripetere. Parola di Daniele Molgora. Così, infatti, il presidente della Provincia ha risposto all’interrogazione presentata dal Pd sulla questione dell’ufficio della Provincia prestato dall’ex sindaco di Ospitaletto all’allora candidato segretario della Lega Nord Mattia Capitanio. Un caso sollevato proprio da www.bsnews.it lo scorso 16 settembre.

Di fronte alle prime polemiche del Pd, Prandelli aveva usato parole sprezzanti. “Avrei potuto dargli il mio ufficio a Ospitaletto”, aveva detto l’esponente del Carroccio al sito, “ma, per aiutarlo e per facilitare i giornalisti, ho deciso di prestargli lo spazio dell’assessorato, tanto più alla luce del fatto che io sarei stato fuori per un paio d’ore. Quelle del Pd mi sembrano solo ‘seghe mentali’. Se davvero il fatto che io presti l’ufficio a un amico è un problema”, aveva concluso l’ex sindaco di Ospitaletto, “chiederò a Capitanio di pagare l’affitto di un’ora della sala”. Ma a Molgora l’atteggiamento del suo assessore e le dichiarazioni rilasciate poi non sono affatto piaciute. Tanto da “chiedere”, e ricevere lo scorso 19 settembre, una lettera formale di scuse.

“Premesso che gli uffici degli assessorati sono di proprietà (o in uso) della Provincia di Brescia”, si legge nella replica, “ho appreso dalla stampa che uno dei candidati alla segreteria provinciale della Lega Nord ha tenuto una conferenza stampa presso uno degli uffici dell’Ente. L’assessore in questione ha confermato quanto riportato dai giornali. Si è trattato senza dubbio di una leggerezza da parte dell’amministratore”, continua Molgora, “tuttavia, su richiesta di precise spiegazioni, lo stesso si è totalmente assunto la responsabilità del fatto in una lettera da me ricevuta in data 19.09.2011, nella quale l’assessore dimostrava la presa di coscienza dell’inopportunità di quanto accaduto”

Ma Molgora nella sua replica si spinge oltre. “E’ appena il caso”, si legge ancora, “di ricordare che gli uffici degli assessorati sono in uso degli assessori per fini istituzionali, come peraltro gli uffici messi a disposizione dei gruppi consiliari. Ho chiarito personalmente la questione con l’assessore e ritengo di non dover prendere a suo carico alcun particolare provvedimento, visto lo spontaneo riconoscimento dell’errore commesso. Ritengo comunque”, conclude il presidente della Provincia, “che potrebbe essere valutata l’opportunità, anche alla luce di quanto avvenuto, di predisporre una regolamentazione interna a disciplina della materia”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E se un bidello di Scafati avesse prestato la guardiola di una scuola di Brescia ad un candidato della lega per l’indipendenza di Marmentino e Filicudi? E Brunetta, Bunetta , che ne pensa?

  2. Bravo Daniele Brao Daniele, ma cosa dite se la questione non l’avesse sollevata il PD il caro assente Molgora non avrebbe detto nulla!!!!! La verità è che la Lega è il peggio del peggio del peggior partito mai esistito in italia.

LEAVE A REPLY