Consulta provinciale degli universitari, sette gli eletti del Mup

    8

    Il Movimento Studentesco Padano della Provincia di Brescia ha ottenuto alle recenti elezioni studentesche per la Consulta Provinciale una rappresentanza di sette ragazzi eletti a larga maggioranza nelle rispettive scuole. Un ottimo risultato per la Città e la provincia di Brescia e mai raggiunto in precedenza dal M.S.P. La Consulta provinciale è l’importante organismo di contatto fra gli studenti e le istituzioni provinciali attraverso il quale possono essere organizzate iniziative, convegni, dibattiti e incontri grazie alle risorse proprie dell’organismo studentesco. Risultati vissuti con grande entusiasmo dagli studenti leghisti spinti dalla voglia di partecipare attivamente ai lavori dell’organismo ed essere protagonisti anche nei movimenti studenteschi troppo spesso retaggio della sinistra. ‘Si tratta di un dato importante e del quale siamo molto soddisfatti – afferma Matteo Ferrari, coordinatore provinciale del MSP – che testimonia una vicinanza concreta del nostro Movimento al mondo della scuola e dei giovani. Siamo sicuri di poter proporre e realizzare, di qui in avanti, numerose iniziative che vedano al centro i più importanti temi della Padania ”. Prossimo obbiettivo del M.S.P bresciano è quello di poter esprimere un proprio rappresentante ai vertici della Consulta. Un commento allo straordinario risultato raggiunto arriva anche da Matteo Mognaschi, coordinatore nazionale del M.S.P della Lombardia e coordinatore del Settore Federale Istruzione dell’MGP: “Questo dato conferma la tendenza della provincia di Brescia ad essere all’avanguardia come struttura MSP a livello nazionale . Ottenere in un’unica elezione 7 rappresentanti e andare a segno con tutte le liste presentate nella seconda provincia lombarda in termini di studenti è forse la soddisfazione più grande che gli stessi ragazzi potevano ottenere: il “modello Brescia” va esportato.”  

    Comments

    comments

    8 COMMENTS

    1. Chiederei una rettifica alla redazione
      E’ la Consulta provinciale degli studenti medi (quelli delle superiori) non degli universitari come detto nel titolo

    2. SfQP:sono forti questi "patuni". A brescia 182 scuole eleggono, per regolamento, 2x istituto, 364 rappresentanti e gli emuli del trota gioiscono per 7? Le barzellette sul Q.I. dei "patuni" sono fin troppo benevoli!

    3. Gli emuli del trotino crescono??????????La consulta provinciale degli studenti–CPS–è un organismo istituzionale di rappresentanza studentesca su base provinciale. È composta da due studenti per ogni istituto secondario superiore della provincia.(…) Le CPS hanno una sede(…) dal dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Dispongono di fondi propri che possono essere spesi solo dagli studenti che la compongono

    LEAVE A REPLY