Pm10, campagna del Broletto: “Lo stiamo prendendo nei polmoni”

    0

    Le Pm10 si combattono anche sviluppando stili di vita virtuosi. Per questo la Provincia di Brescia ha deciso di lanciare una campagna di comunicazione ad effetto. Titol: “Ne abbiamo pieni i polmoni”. Uno slogan che sarà stampato su 10.000 cartoline, 1500 manifesti, 1000 locandine che saranno poi distribuiti a comuni e comunità montane. Inoltre 30 autobus avranno sul lato immagini con la campagna informativa e oltre 3000 locandine verranno poste all’interno degli pullman. Infine verranno distribuite 8000 locandine nelle scuole e 75.000 pieghevoli da consegnare ad ogni singolo studente delle elementari e media della provincia.

    L’obiettivo della campagna è invogliare i cittadini a prendere i mezzi pubblici e lasciare qualche volta l’auto in garage, abbassare il riscaldamento (evitando di avere temperature africane in casa o ufficio), prestare attenzione nell’accensione di fuochi o stufe. Soddisfatto l’assessore provinciale ai Trasporti Corrado Ghirardelli: “La sensibilizzazione è l’unico modo che abbiamo per combattere alla radice il problema polveri fini”. Anche perché i dati squadernati dall’Arpa sono davvero critici (in allegato)

    L’iniziativa è stata presentata alla presenza dei sindaci dell’area critica e dell’assessore all’ambiente in Loggia Paola Vilardi che, dopo le schermaglie dello scorso anno, ha sottolineato l’importanza di agire “insieme”  e in maniera coordinata per risolvere il problema.

    Per quel che riguarda il Piano antismog – con le domeniche ecologiche dopo 12 giorni di superamenti consecutivi e le targhe alterne dopo 18 – va infine specificato che per il nodo strade provinciale si è in attesa di indicazioni da parte della Prefettura.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Dopo l’accordo fatto dalla Provincia di Brescia con i comuni dell’area critica che sanciscono ufficialmente l’inevitabilità dei 35 giorni di superi previsti dalla legge prima di adottare provvedimenti di limitazione del traffico, c’è solo da vergognarsi e nulla, o quasi nulla servono interventi tampone come quelli qui pubblicizzati. Solo fumo negli occhi dei poveri beoti.

    2. Della denuncia dei comitati ambientalisti fatta ieri e pubblicata su tutti i ,mezzi di comunicazione cittadini, la redazione non ha ritenuto di dover darne notizia, mentre pubblicizza l’iniziativa dell’assessore leghista. Complimenti per l’informazione indipendente!

    3. Mi permetto di dire che invece che criticare sempre tutto e tutti, perchè non pensiamo che il Pm10 è un grave problema e qualsiasi persona faccia qualcosa per sensibilizzare la gente, a prescindere dal partito politico, fa una cosa sensata!!
      E’ facile criticare, molto più che FARE!!!

    4. Ahahahah…pure gli slogan da stampare rubano!

      Ma datemi la possibilità di utilizzare i mezzi pubblici gratuitamente e fateli pagare a quelli che parcheggiano le auto in centro o vivono ogni spostamento in quattroruote!

      Assessori, le uniche soluzioni possibili sono:
      aumentare i residenti in città, aumentare i biglietti bus,aumentare i poli logistici, allontanare i servizi dalle stazioni metro, nuovi poli industriali pesanti, etc, etc.

    LEAVE A REPLY