Video choc di Repubblica: “Ecco come hanno lasciato morire Saidou”

    0

    Video shock pubblicato dal sito del quotidiano Repubblica sulla morte di Saidou Gadiaga, il 37enne senegalese morto dopo un attacco di asma in una cella della caserma di piazza Tebaldo Brusato, sede del comando provinciale dei carabinieri di Brescia. “Lo lasciano lì, da solo, con la morte che lo sta strappando via dalla porta di ferro alla quale si aggrappa mentre a fatica si toglie i vestiti e tira fuori lo spray dalla tasca dei pantaloni, in un ultimo, inutile, tentativo di riuscire a respirare. Poi si accascia a terra, e muore” scrive nella sua inchiesta Paolo Berizzi, inviato del quotidiano romano.

    Come si sa sulle responsabilità circa la morte del 37enne la comunità senegalese ha da subito chiesto che si faccia piena luce, non accontentandosi della versione ufficiale e contestando la richiesta di archiviazione del pm. Dopo aver visionato il video l’avvocato ha chiesto di riaprire le indagini. 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. ci siamo scandalizzati tanto per la vicenda del cane sepolto vivo a Montichiari, vediamo in quanti avranno un pensiero per un nero spolto vivo in piazza tebaldo brusato centro città…..

    2. Non capisco dove stia lo choc del video. In poco più di un minuto c’è una persona che ha una crisi d’asma, come potrebbe succedere in qualunque altro contesto a chi soffre di questa patologia. Cosa prova che non sia stato soccorso? C’è la documentazione video di cosa è successo dopo? Il pm che ha disposto l’archiviazione avrà ben valutato la cosa o no? Mi sembra solo facile ricerca dello scoop a cui BSNews si accoda. Non è informazione.

    3. Fuggito dal suo paese, verosimilmente perché lì non faceva la vita da signore, trova qui da noi una morte da animali (noi, e senza offesa per glia animali)
      Dolore sincero e voglia di giustizia (come sempre tardiva)…

    4. Rispondo a Sandro (cui, magnanimamente è stato dato persino un nome): capisco che per te non sia uno schock (si scrive così, genio…)vedere morire una persona (!) ma se solo non fossi offuscato dal tuo razzismo becero e mal celato, avresti approfondito la notizia ("Non è informazione", hai detto: le info ci sono, cercale genio…) che riporta come "successivo alla richiesta di archiviazione" il "ritrovamento" del video in questione (di durata peraltro maggiore rispetto a quella pubblicata) da parte di Repubblica. Ma in fondo hai ragione: era solo "uno sporco negro"…dai, non ci pensare, ricolloca le tue natiche rosa sul soffice divano di casa e torna a guardare il calcio in HD.

    5. Rispondo a Sandro (cui, magnanimamente è stato dato persino un nome): capisco che per te non sia uno shock (si scrive così, genio…)vedere morire una persona (!) ma se solo non fossi offuscato dal tuo razzismo becero e mal celato, avresti approfondito la notizia ("Non è informazione", hai detto: le info ci sono, cercale genio…) che riporta come "successivo alla richiesta di archiviazione" il "ritrovamento" del video in questione (di durata peraltro maggiore rispetto a quella pubblicata) da parte di Repubblica. Ma in fondo hai ragione: era solo "uno sporco negro"…dai, non ci pensare, ricolloca le tue natiche rosa sul soffice divano di casa e torna a guardare il calcio in HD.

    6. soprattutto lasciato morire in una caserma di carabinieri che hanno il motto "to protect and to serve"… vergogna… per non parlare di tutti gli altri fatti alla cronaca che parlano di violenze e abusi all’interno delle caserme di chi dovrebbe dare un buon esempio… ecco cosa succede indipendentemente dal colore della pelle

    7. segnalo il commento di gianluigi e di "anonimo" uguale perchè contenente frasi razziste:.. < Ma in fondo hai ragione: era solo "uno sporco negro"…>

    8. Veramente è il motto di diversi dipartimenti di polizia statunitensi (a livello di Contea): non certo quello dei carabinieri che è pure in latino.
      …meno telefilm per cortesia

    9. per utente non registrato delle 11.50…credo che se anche non si vede il momento esatto in cui Saidou smette di vivere quel che si vede sia più che sufficiente. C’è un sentimento che si chiama pietà e che – come ha scritto qualcuno – abbiamo tutti manifestato giustamente per il cane di Montichiari, molto meno per Saidou

    10. A parte che viene citato un fantomatico "Avv. Manlio Gobbi" che non esiste (precisione dell’articolista mediocre: visto che con l’avv. ci ha parlato e poteva almeno ricontrollare il nominativo)..ma chi ha trafugato il video?(qualcuno in procura?)

      ORARI
      07.44.00 dita di Saidou che appaiono nel video dallo spioncino
      07.46.35 arriva il carabiniere e fa uscire S.
      07.52.00 S. cade a terra fuori dalla cella
      07.54.00 arriva il 118
      ps: esistono le registrazioni sull’orario di allertamento del 118,sull’orario di partenza del mezzo BLS o/e ALS,sul percorso effettuato,sul tempo di arrivo…nsomma un PM ed un GIP si sono già pronunciati,se ci sono elementi nuovi ci saranno nuove indagini..
      R.I.P.

    11. 10 minuti a me pare un tempo di intervento ragionevole, non tale da far prospettare comportamenti omissivi (7.44- 7.54 arrivo soccorsi 118)

    12. gianluigi , anke tu non ci sai fare con gli insegnamenti, schock???? sembra piu’ un nome dato a un cocktail…. si scrive shock !!!!!!!!!!!!!!!!!
      tornate tutti a scuola ragazzi…

    13. A tutti coloro non vedono nulla di grave, aberrante e disumano in queste immagini…
      Vorrei vedere la vostra faccia da borghesucci bresciani se vostro figlio o il vostro migliore amico fosse il protagonista… Invece di un senegalese qualsiasi.
      Tutto ragionevole? Tutto nella norma?
      Vergognatevi!
      Io ho una stima e un rispetto sacro per le forze dell’ordine, e proprio per quel rispetto, mi aspetto un gesto di responsabilità e giustizia per questa vittima!

    14. un PM ha indagato, disposto un esame autoptico e presumo controllato anche i tempi di allerta ed intervento (che se sono quelli citati poco sotto mi paiono congrui alla gestione dell’emergenza),se non ha ravvisato responsabilità a carico delle Forze dell’Ordine credo che l’evento vada annoverato tra le tragiche fatalità. Non capisco il sensazionalismo e non vedo perchè la voglia di capire come siano andate veramente le cose sia surclassata dalla volgia di avere un colpevole "per forza"

    15. Ma cosa c’entrano Rolfi e Paroli con i Carabinieri…
      Basta speculare anche su una tragedia come è stata questa terribile morte.
      Siate seri e responsabili e non i soliti demagoghi disposti a sacrificare ogni anima per le proprie convinzioni politiche. Fate male alla società e ai cittadini. Vergognatevi!

    16. Avrei preferito un commento, dettagliato, chiaro, anche fazioso se necessario, ma non un video. Credo che il rispetto per le persone e la loro dignità non impedisca una corretta ed esplicita informazione. E non ditemi che Repubblica lo aveva già pubblicato. Non significa nulla il fatto che ci fosse già in rete.

    17. Mi vergogno per una Brescia in cui succede tutto questo e di come se ne parla della vicenda:il rispetto, il diritto verso tutti e nei confronti di un povero uomo, per voi cosa è?Forse niente,ma quelli che non valgono siete proprio voi che non capite.Mi riferisco a Sandro, un uomo che vale molto poco.

    18. non era un criminale: da 20 anni in italia aveva perso il permesso di soggiorno dopo aver perso il lavoro e quindi, per una legge ingiusta, era stato messo in cella. in italia un innocente muore in galere, mentre chi in galera dovrebbe starci davvero è alla guida del paese.

    19. uauuu quanti avvoltoi della sinistra girano oggi , certo che se al posto di uno straniero fosse stato un italiano non ve ne avrebbe fregato una mazza.

    20. E’ pazzesco come i "soliti" di DIRITTI PER TUTTI cavalchino qualsiasi malcontento, qualsiasi disgrazia, qualsiasi incidente, qualsiasi "GRU" per cercare di far esplodere contraddizioni e portare la gente a manifestare in piazza (i soliti 150-200-500 ….) che il sabato pomeriggio hanno scariche di adrenalina solo se manifestano in piazza per qualsiasi motivo …. e poi se per caso c’è uno scontro con le forze dell’ ordine … allora l’ adrenalina fa rivivere ai soliti SOLONI le loro "emozioni" anni settanta !!!

    21. La solidarietà, l’attenzione, ai deboli ed agli emarginati, d’ogni nazionalità e colore,non debbono essere strumentalizzate dai buonisti, nostalgici del muro di berlino, che sperano di ri-far carriera politica.

    22. Vorrei solo farvi notare che qui nessuno ha ucciso nessuno.Un senegalese asmatico ci lascia le penne durante la sua permanenza (sacrosanta) in caserma.Succede.Solidarietà alle forze dell’ordine,accusate in modo tale da costringerle a trattare gli immigrati con i guanti bianchi.

    23. Continua nei commenti la gogna razzista.In questi casi bisognerebbe portare solo rispetto nei confronti di un povero diavolo a fonte a tanta insensibilità.

    24. "….costretti a trattare gli immigrati con i guanti bianchi"? perché come dovrebbero essere trattati gli immigrati? TUTTE le persone devono essere trattate con i guanti e con rispetto, della vita e della dignità.

    25. Guardate che nel video si vede chiaramente che il poveretto riesce a utilizzare lo spray che aveva in tasca, mentre la guardia immagino fosse andata a chiamare aiuto….come testimonia in effetti l’arrivo dei soccorsi a 10 minuti di distanza, 10 minuti, non 2 ore

    26. Qualunque sia il reato commesso,questo è un uomo che muore.
      Nella centralissima Brescia, a 2 passi dalla movida, dai locali alla moda, dai figli di papà sui macchinoni.
      Siamo troppo idioti.

    27. adesso vorrei proprio sapere che connessione c è tra la morte di questo poveretto e i macchinoni dei cocainomani della movida…bo???

    28. i figli di questi poveri cristi un giorno formeranno la classe dirigente a cui obbediranno i nostri ragazzi vuoti, privi di ideali e grinta.

    29. la connessione è che a 50m di distanza un uomo probabilmente da noi per un futuro migliore si aggrappa morente ad una porta, alla vita… da un lato lui con le sue speranze sofferenze, da un lato una società che gradualmente perde il senso dell’umanità…

    30. Piantatela con questa retorica piagnucolosa da 4 soldi.Nessuno gli ha torto un capello,ha fatto tutto da solo.Voi sinistri pensavate che gli immigrati fossero immortali?

    31. Mi spiace,io non ho fratelli.Specie senegalesi.Mi preoccupa solo il fatto che tra qualche giorno rischiamo di trovare le banche chiuse e qui ci si straccia le vesti per il povero immigrato asmatico vittima dei cattivoni col viso pallido…

    32. @ore 11:56
      Non è una questione di immigrato / non immigrato ma di un essere umano come te e come noi che muore in una cella di una stazione dei CC proprio come Cucchi, Aldrovandi, Uva (italianissimi). Chiaro il decesso è verosimilmente riconducibile a cause naturali, per carità, nessuno (per quanto mi riguarda) sta accusando qualcuno della sua morte. I familiari e amici hanno comunque il sacrosanto diritto di chiedere luce e chiarezza sulla tragedia. Mi auspico che a questa notizia venga data risalto come avvenuto per i casi di cui sopra.

      @ ore 13:46
      ebbene si, anche tu come tutti hai fratelli

    33. In italia un innocente muore in galera, mentre chi in galera dovrebbe starci davvero è alla guida del paese.
      Non mi va di fare commenti sull’accaduto, ma sono d’accordo su questa frase. Mi spiace comunque che possa succedere questo perchè ricordiamoci il detto… oggi a me …. domani a te.

    34. Gentile Cinzia, la morte di un Uomo è sempre un fatto triste, quindi non è mai bello fare polemica.
      Sottolineo , però che secondo le leggi italiane , votate da un Parlamento eletto dai Cittadini ,(come in ogni democrazia)restano in vigore fino alla loro abrogazione(,magari il nuovo governo di c-sinistra vi metterà mano ma per ora queste sono), quella Persona non stava "illegittimamente"in carcere. Se poi vi sono state delle omissioni, come per ogni Persona bianca gialla , verde, rossa, nera, bisognerà indagare a fondo e verificare. Ed evitiamo rasi fatte e slogan che non servono a nessuno , tanto meno alla questione in oggetto.(perchè ad esempio io metterei in galera chi ha occupato la nostra città con la vicenda della gru’ , ma questa è una mia opinione probabilmente diversa dalla Sua che non attiene al fatto in questione)

    35. la norma che ha messo in carcere Sidou è stata ritenuta illegittima dall’UE, giusto una settimana dopo la sua morta. Sidou non aveva fatto male a nessuno.

    36. Personalmente metterei in galera coloro che mettono a lavorare in nero migliaia di lavoratori immigrati, clandestini e non, sfruttandoli e ricattandoli come bestie. Purtroppo rischieremmo di dover moltiplicare il numero delle carceri se insieme a questi personaggi squallidi ci mettiamo gli evasori fiscali che come ben sappiamo hanno, in questi anni, messo in ginocchio l’economia e la società italiana e che oggi ci apprestiamo a pagare con provvedimenti ingiusti di lacrime e sangue.

    37. Anche la mia è un’opinione personale, e premetto di dire che non sono ne di destra ne di sinistra:) cerco di adattarmi al mio paese e cerco x quanto possibile di essere giusta nelle mie scelte. Poi è ovvio e sotto gli occhi di tutti che stiamo diventando un mondo di selvaggi senza scrupoli ma non mi stò riferendo a questo caso, ma alla vita di tutti i giorni dove vedo una cosa sola, la mancanza di rispetto soppratutto nei giovani ed è un bruttissimo segno:(

    LEAVE A REPLY