Il Pd contro i doppi incarichi: “Anche Molgora e Romele scelgano tra Roma e Brescia”

    0

    "Dopo Paroli chiamato a scegliere se restare parlamentare o sindaco, ora è la volta di Molgora e Romele, con doppi incarico di parlamentari e presidente/vicepresidente della provincia di Brescia". E’ quanto ha spiegato stamattina Pietro Bisinella, segretario provinciale PD.

    Sono dieci i presidenti di provincia nelle condizioni di Molgora: oltre a Brescia, Bergamo, Asti, Napoli, Salerno, Frosinone, Foggia, Avellino, Biella e Caserta. Provengono 6 dal Pdl, 3 dalla Lega e 1 dall’Udc. Secondo Pietro Bisinella “in un momento delicato e di crisi come questo serve un tratto di serietà, ci dicano cosa vogliono fare perché i bresciani meritano rispetto e una risposta chiara”.

    “Romele e Molgora sostengono che il doppio incarico porta a un risparmio sull’indennità, ma le indennità non sono cumulabili – ha aggiunto il segretario provinciale – e quindi è molto comodo fare il presidente e il vicepresidente della provincia con l’indennità parlamentare ed è poco rispettoso coprire un ruolo per il quale i bresciani li hanno votati senza metterci la faccia. E’ un problema di etica e di comportamento: la politica ha ruoli e responsabilità che devono essere onorati”.

    Il capogruppo PD in Broletto Diego Peli ha spiegato che i doppi incarichi vanno a discapito del lavoro di tutto il consiglio provinciale “presidente e vice presidente sono sempre assenti, compaiono il lunedì e il venerdì con un intasamento totale delle questioni da affrontare e la mancanza di qualsiasi possibilità di discutere, si procede solo per ratifiche, senza affrontare i nodi problematici della nostra provincia. Tanto più che Molgora e Romele sono anche assessori e quindi non possono presiedere neppure le commissioni che dovrebbero guidare”.

    Questo è un momento secondo Peli nel quale “ci dovrebbe essere maggiore attenzione ai problemi urgenti come quello del lavoro e dell’ambiente, soprattutto nella nostra provincia, invece tutto è fermo, tutto bloccato in assenza del presidente".

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. bravo furbo. così dobbiamo pagare due stipendi!!!! lui è sindaco di Leno e segretario provinciale del Pd. Non è un doppio incarico? fa sito ciciarù

    2. Così paghiamo due che o vengono pagati troppo per fare il parlamentare oppure lavorano par time,con danni da ambo le parti..brescia merita di più..

    3. Chi chiacchiera a vanvera come UTENTE NON REGISTRATO, non sa che chi ha il doppio incarico, come Paroli o Molgora, percepisce un solo stipendio. Se sono due persone diverse a ricporire due ruoli, gli stipendi da pagare sono due. E li pagio io, sì, caro chiacchierone e li paghi anche tu, ma probabilmente ti va bene così, visto che vuoi rimuovere i doppi incarichi!!
      MEGLIO VIVERE AL BAR SPORT CHE IN UN CENTRO SOCIALE!!

    4. A casa mia, che non è il centro sociale, se una persona fa due lavori mette metà tempo in ciascuno: se Paroli facesse solo il sindaco, lo farebbe per otto ore al girono; se facesse solo il parlamentare, lo farebbe per otto ore al giorno; se fa tutte e due le cose, se non avesse i viaggi da bs a roma farebbe quattro ore l’uno e quattro l’altro. Se al tuo "bar sport" ti va bene così, buon per te. Quello che neanche riesci a concepire è che la carica di segretario provinciale del PD non la paghi tu. Ma forse è troppo difficile da capire…

    5. Doppio incarico istituzionale, fare il segretario di un partito non centra niente con fare il Sindaco. Bravo Bisi, la faccia, l’onesta e il carisma giusto per il nuovo PD!!!!!!!!!!!

    LEAVE A REPLY