Marco Travaglio inaugura la nuova stagione del Palabrescia, sabato c’è “Anestesia totale”

    0
    Anestesia Totale, il nuovo spettacolo di Marco Travaglio, inaugura la prima edizione della stagione spettacolare Colpi di Scena! al Teatro PalaBrescia sabato 12 novembre ore 21.00.
     
    Anestesia totale è uno spettacolo inedito, che prova ad immaginare e ad esorcizzare il futuro prossimo venturo dell’Italia. Un’edicola, una panchina, un violinista e due microfoni, Marco Travaglio con lo stile di sempre condito da grande coerenza, ironia tagliente e un’infallibile memoria del nostro Paese, parla e racconta. Racconta di un futuro possibile che è in bilico tra presente e passato.  Al suo fianco Isabella Ferrari impegnata a leggere alcune profetiche riflessioni di Indro Montanelli. 
     
    Marco Travaglio conobbe Indro Montanelli nel 1987 e da lui ottenne il suo primo incarico come vice corrispondente da Torino di Il Giornale. Da quella esperienza ha sviluppato una profonda ammirazione del lavoro di Indro Montanelli che ha scelto di seguire accompagnandolo poi nel passaggio dei 50 redattori a La Voce il nuovo quotidiano che Montanelli creò dopo l’abbandono de Il Giornale fondato venti anni prima. Travaglio ha più volte riconosciuto il valore di quello che per lui è stato un maestro e ne ha omaggiato la vita, le battaglie e soprattutto le parole che col passare degli anni appaiono sempre incredibilmente contemporanee.
     
    I due interpreti si muovono in una dinamica di luce e buio invitando il pubblico a riflettere sull’attualità, a risvegliarsi dai sintomi della misteriosa epidemia che ha cloroformizzato e lobotomizzato un intero paese riducendolo all’anestesia totale. Da queste macerie, attraverso la lezione senza tempo di Indro Montanelli, si cerca di trovare la cura per un Paese i cui cittadini hanno perso logica, memoria, verità e solidarietà. Il virus è un sistema che imbavaglia i cittadini ed è comodo al potere di ogni colore. Chi vince prende tutto. Non governa, comanda. Il controllato controlla tutto, anche i controllori. Perché mai chi viene dopo dovrebbe smantellarlo?
     
    Travaglio analizza, sviscera, ricerca l’infezione e i suoi sintomi, lasciando allo spettatore il compito di risvegliare la propria coscienza e interrogarsi sui possibili scenari futuri della cronaca e del giornalismo in Italia per scoprire l’antidoto. La speranza di un risveglio, forse, esiste e resiste. E questa speranza risiede nelle parole di Indro Montanelli cui Isabella Ferrari presta la voce in scena. La bellissima attrice piacentina che ha cominciato ancora minorenne la sua carriera, scoperta da Gianni Boncompagni e protagonista dei film estivi dei Vanzina, è diventata negli anni un’attrice riconosciuta e richiesta da grandi registi italiani, da Scola e Mazzacurati fino ad Ozpetek e Grimaldi che l’ha diretta nel premiatissimo Caos Calmo con Nanni Moretti. Questa estate ha preso parte al blindatissimo set romano del nuovo film di Woody Allen The Bop Decameron, ispirato alle novelle del Boccaccio.
     
    Biglietti disponibili in ogni ordine di posti
    GRAN POLTRONA:  € 36,00 +  € 4,00 prevendita
    PRIMA POLTRONA E GALLERIA:  € 27,00 +  € 4,00 prevendita
    SECONDA POLTRONA: € 20,00 +  € 4,00 prevendita
    Info biglietteria: Teatro PalaBrescia tel. 030.348888 

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY