Per A2A un resoconto tra luci e ombre

    0

    Si è riunito oggi il Consiglio di Gestione di A2A S.p.A. che, sotto la Presidenza dell’ing. Giuliano Zuccoli, ha esaminato e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2011. I risultati dei primi nove mesi del Gruppo confermano la bontà del modello di business della società, la cui diversificazione all’interno del settore energetico ha consentito un’attenuazione dei profili di rischio connessi agli andamenti negativi di alcuni comparti, come quello evidenziato in questo periodo dal settore della generazione elettrica. Preoccupazione è stata espressa per la forte crescita del carico fiscale per effetto delle recenti manovre di politica economica che hanno particolarmente colpito il comparto energetico. I Ricavi, pari a 4.351 milioni di euro, sono in crescita di oltre 310 milioni di euro anche per effetto del consolidamento della partecipata Epcg. Il Margine Operativo Lordo, pari a 659 milioni di euro (-2,9%), è sostanzialmente allineato con l’esercizio precedente tenuto conto di alcuni one-off che avevano caratterizzato positivamente il 2010 L’Utile del periodo, pari a 114 milioni di euro è in contrazione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (436 milioni di euro), principalmente per effetto delle differenti plusvalenze generatesi nel primo semestre del 2010 (cessione Alpiq) e del 2011 (cessione Metroweb) e per il risultato di Transalpina di Energia. La posizione finanziaria netta è pari a 3,9 miliardi di euro (+42 milioni di euro rispetto a dicembre 2010, – 349 milioni di euro rispetto a settembre 2010).

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. sulla mia bolletta di ombre non ce ne sono di sicuro, chissà perché il riscaldamento in MWH costa il 10% in più rispetto al 2010 e il 20% rispetto al 2009, che begli aumenti

    LEAVE A REPLY