Per il Monti trasferta all’estero. A San Marino

    0

    Dopo aver superato in modo brillante anche l’esame della visita ad una squadra più che quotata come la Pro Patria, il Montichiari dei giovani cerca nuove conferme anche… all’estero. Domenica 13 novembre, infatti, la squadra allenata da Claudio Ottoni sarà di scena in casa del S. Marino per un confronto di grande importanza. La formazione del Monte Titano, infatti, naviga nella parte bassa della graduatoria e medita di sfruttare questa occasione per accorciare le distanze nei confronti della compagine monteclarense che, al contrario, non solo deve proteggere a dovere il suo prezioso vantaggio, ma deve impiegare tutte le energie a sua disposizione per compiere un ulteriore passo in avanti che avrebbe un significato fondamentale nel cammino stagionale di capitan Muchetti e compagni. Una sfida molto delicata che, oltre tutto, il Montichiari dovrà affrontare senza un autentico faro del centrocampo come Zanola, fermato per un turno dal giudice sportivo dopo l’immeritata espulsione subita a Busto Arsizio. Proprio in questa direzione il tecnico rossoblù in questi giorni ha provato le soluzioni a sua disposizione, caricando a dovere un gruppo che è chiamato a superare a pieni voti una vera e propria prova di maturità su un terreno che non rappresenta una novità assoluta per il Montichiari che ha già giocato a S. Marino il 23 dicembre del 2001 (vittoria 1-0 per i rossoblù con un gol di Bellemo al 72’ con Ciulli in panchina). Un campo che presenta ampi spazi, nei quali Dimas e compagni sono chiamati a far valere la loro velocità e a fronteggiare a testa alta un avversario che si gioca molto più dei classici tre punti in palio. Dopo essersi presentato al via della stagione cullando qualche dolce sogno di gloria, infatti, il S. Marino è rimasto intrappolato nelle retrovie, una posizione scomoda che l’ex squadra di Murano conta di dimenticare in fretta, cominciando, naturalmente, da un deciso balzo in avanti con il Montichiari. Un progetto che però Muchetti e compagni devono impedire con determinazione, volontà e grande voglia di lottare, ben consapevoli che superare a pieni voti questo “esame internazionale” potrebbe voler dire aprire le porte ad una stagione all’insegna delle soddisfazioni per un gruppo come quello rossoblù che può ritagliarsi un posto in pianta stabile nel calcio che conta.

     

    Per quel che riguarda la possibile formazione, infine, Mister Ottoni deve fare a meno dello squalificato Zanola e dell’infortunato Galeone. Verranno definite solo in extremis le condizioni dell’acciaccato Murano (ex di turno), anche se la coppia offensiva più probabile dovrebbe essere ancora una volta quella composta da Dimas e Florian. Per il resto, Polizzi ha convinto a Busto Arsizio e dovrebbe vedere confermata la fiducia di Mister Ottoni. Sicura o quasi la composizione del quartetto arretrato (anche se Severgnini scalpita per una maglia da titolare), le variazioni in questa gara “internazionale” che attende il Montichiari riguarderanno soprattutto il centrocampo, dove si dovrà trovare per forze di cose un sostituto allo squalificato Zanola. Un incarico che potrebbe essere affidato a Del Padrone o a Sogliuzzo, ma anche Ruta spera di giocare le sue carte per partire dall’inizio. Dopo i due gol realizzati nelle ultime due giornate, Saleri parte in vantaggio sulla fascia sinistra del centrocampo rispetto a Talato.

    Si gioca allo Stadio Olimpico di S. Marino alle ore 14.30.

    Ecco la probabile formazione rossoblu (4-4-2): Polizzi; Verdi; Antoniacci; Bettenzana; Filippini; Muchetti; Del Padrone (Sogliuzzo); Filiciotto; Saleri (Talato); Dimas; Florian. A disposizione: Gambardella; Pedon; Ruta; Sogliuzzo (Del Padrone/Severgnini)); Saleri (Talato); Murano; Mastroianni.

    Squalificati: Zanola (una giornata) – Infortunati: Galeone.

    ________________________________________________________________________________

     

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY