Ambiente, Ecomondo premia Castegnato e Cogeme

    0

    Nell’ambito di "Ecomondo", la 15ma Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile che si è tenuta a Rimini dal 9 al 12 novembre, a Cogeme ed al Comune di Castegnato è stato consegnato il Premio per le imprese per lo Sviluppo Sostenibile. Il prestigioso riconoscimento è promosso annualmente da Susdef Fondazione per lo sviluppo sostenibile con l´alta adesione del Presidente della Repubblica e CTS Ecomondo ed è assegnato ad imprese che si sono distinte (nei tre settori, rifiuti, energia, prodotti e servizi innovativi) per attività e impianti che producano rilevanti benefici ambientali, abbiano un contenuto innovativo, positivi effetti economici e occupazionali ed abbiano un potenziale di diffusione.

    I membri della Commissione valutatrice (Edo Ronchi, Silvia Zamboni, Luciano Morselli, Walter Facciotto, Fabrizio Tucci) hanno premiato Cogeme Spa (presente con il Presidente Gianluca Del Barba) ed il Comune di Castegnato (presente con l’Assessore all’Ambiente Edoado Corongiu) per la rete di teleriscaldamento e la centrale di cogenerazione che la alimenta. L’impianto di Castegnato è stato giudicato tra i primi dieci in Italia.

    Molto soddisfatto per l’importante riconoscimento il sindaco di Castegnato Giuseppe Orizio che non ha potuto essere presente a Rimini per impegni riguardanti la variante al Piano di Governo del Territorio finalizzata a rafforzare il no alla discarica su Bosco Stella.

    "E’ un premio a chi ha creduto a questo progetto – commenta Edoardo Corongiu che lo ha ritirato a Rimini – Innanzitutto all’Amministrazione comunale di Castegnato; a Cogeme che lo ha realizzato anticipando le risorse economiche; a Giovanni Frassi che mi ha preceduto come assessore, che ci ha creduto sin dall’inizio. Tutto questo alla faccia di qualche ambientalista che ci ha criticato giudicando l’impianto da "preistoria".

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Che commento profondo. In realtà l’impianto di castegnato mi sembra un bel esempio di collaborazione, per fare una cosa utile. niente di straordinario, ma talvolta anche le cose ordinarie in Italia sono positive.

    LEAVE A REPLY