Si finge la nipote e tenta di truffare un’anziana, ma il trucco viene smascherato

    0

    Intorno alle ore 12.30 di mercoledì 9 u.s., personale della Volante è stata inviata in Viale Italia presso l’abitazione di un’anziana donna che poco prima aveva chiamato il 113 perché vittima di una tentata truffa. L’anziana aveva riferito agli operatori del 113 che era stata contattata telefonicamente da una donna spacciatasi per la nipote e, raggirandola, aveva cercato di asportarle la somma di 6000,00 euro.

     

    Agli Agenti della Volante arrivati sul posto, l’anziana raccontava che intorno alle ore 10.00/10.30 aveva ricevuto una telefonata sul proprio telefono di casa da una ragazza che, chiamandola zia, le aveva domandato se l’aveva riconosciuta; l’anziana le aveva chiesto se stesse parlando con Valentina (nome di una delle sue nipoti) e la ragazza aveva immediatamente confermato. La “finta nipote” chiedeva alla donna se avesse dei contanti in casa in quanto vi era un’occasione per l’acquisto di un’autovettura; la “nipote” raccomandava di non raccontare a nessuno di tale richiesta, precisando che c’era una certa urgenza perché poteva perdere il vantaggioso acquisto.

     

    L’anziana chiedeva alla “nipote” alcuni minuti per verificare l’effettiva disponibilità di denaro contanti in casa. La “nipote”, in modo insistente, continuava a chiamare al telefono l’anziana chiedendo il taglio preciso delle banconote e l’esatta disponibilità economica e avvisandola che da lì a poco sarebbe stata contattata personalmente da un uomo ovvero il “notaio ROSSI”, al quale avrebbe consegnato il denaro reperito che corrispondeva alla somma di 6000,00 euro.

     

    L’anziana quindi seguendo le direttive della “nipote” scendeva sotto lo stabile dove veniva contattata da una ragazza straniera di circa 20-25 anni, con carnagione olivastra, capelli corti scuri, alta circa un metro e sessanta che si presentava come il “notaio ROSSI”.

     

    L’anziana a questo punto, insospettita dal fatto che la “nipote” le aveva detto che il notaio era un uomo e che invece di fronte si trovava una ragazza, chiedeva alla sconosciuta una ricevuta del denaro che le doveva consegnare. Nel frattempo, però, sopraggiungeva un conoscente dell’anziana donna, un Avvocato, che “fiutando” l’inganno chiedeva alla straniera di farlo parlare al telefono con la “nipote” dell’anziana donna.

     

    La giovane straniera, vistasi scoperta, si allontanava frettolosamente in direzione di via Milano. Sono in corso indagini di questa Questura al fine dell’identificazione della giovane straniera. 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY