Un comitato contro l’addizionale Irpef

    0

    Nasce un comitato contro l’addizionae Irpef a Brescia. "La giunta Paroli" scrive in una nota il neonato comitato "peggiora le proprie precedenti scelte: decide un ulteriore aumento del gettito della addizionale tassa Irpef rispetto a quanto aveva annunciato. Confermiamo la nostra contrarietà ad imporre balzelli che servono a pagare i tagli del governo Berlusconi, gli sprechi e le opere inutili dell’attuale giunta, come ad esempio il parcheggio sotto la galleria, il cubo bianco e la nuova faraonica sede del comune. Queste sono le conseguenze del cosiddetto federalismo fiscale voluto dalla Lega. Intendiamo continuare la nostra iniziativa di raccolta firme al fine di presentare la petizione contro questo iniquo e ingiustificato prelievo".

     

     

    Comitato contro l’addizionale Irpef a Brescia

     

    GIORGIO DE MARTIN, segretario cittadino PD

    SALVATORE PALMIRANI, segretario provinciale IDV

    MIRKO LOMBARDI, segretario cittadino SEL

    MARIA CIPRIANO, segretaria provinciale PSI

    FIORENZO BERTOCCHI, segretario provinciale Federazione della Sinistra

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Ma non nasce mai un comitato quando a decidere aumenti e balzelli ci pensano gli amministratori di centro sinistra? Come mai? Forse perchè ritenuti giustiicabili a priori? I sprechi inutili sembra che siano siano solo le amministrazioni di centro destra. Perchè ritenere inutile un parcheggio sotto la galleria?
      Perchè ritenere "faraonica" la nuova sede del comune?
      Se ritenete "faraonica" la nuova sede del Comune come la definireste voi uan inutile metropolitana voluta non sicuramente dalla cittadinanza, visto l’esito del referendum conoscitivo, ma solo da chissà chi? Siete poco credibili ormai. Tutti. E fate anche un pò ridere

    2. Sono arci contrario all’addizionale Irpef. Ma sono ancora più contrario a questa bulimia del PD, che sforna comitati, raccolte firme e quant’altro, a dimostrazione di una sola cosa: che non è capace di essere credibile là dove dovrebbe, nelle istituzioni. E allora si attaca al movimentismo un pò becero e squinternato delle raccolte firme.

    3. L’equivalenza fra la raccolta delle firme ed un atto maleducato come il "rutto", credo non la colga nessuno a parte te. Un atto maleducato è bene che non lo faccia nessuno. Raccogliere le firme per una petizione è invece uno strumento che si addice a chi sta all’opposizione: perchè chi sta all’opposizione – non so se ti risulta – non governa. Se raccoglie le firme chi governa, chissà perchè fa un po’ specie: quale petizione deve fare, infatti, visto che governa? Chi governa, faccia le leggi. Buona digestione, magari la prossima volta trovi un esempio più indicato…

    4. la differenza che questo comitato mi farà risparmiare l’addizionale iref, le raccolte firme della lega mi fan sono spendere + denaro pubblico, visto che sono inutili e semplicemente per persone iognoranti, visto che una persona intelligente sa che nn portano da nessuna parte, ci son loro al governo!!!

    LEAVE A REPLY