Rifiuti, l’allarme della commissione d’inchiesta: “Nel Bresciano problemi per la salute”. Il caso Montichiari

    0

    I principali problemi lombardi nello smaltimento dei rifiuti riguardano il bresciano, in particolare la zona di Montichiari, in cui vi è una incidenza delle patologie respiratorie sui bambini. A spiegarlo è stata la componente della commissione parlamentare d’inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti, Daniela Mazzucconi, al termine dell’indagine compiuta dalla commissione stessa in Lombardia.

    "In generale su tutta l’area bresciana ci sono grossi problemi – ha detto la parlamentare del Pd – in particolare abbiamo analizzato il caso di Montichiari dove l’alta concentrazione di impresa, lavorazioni industriali, discariche dismesse e attività estrattive di cava pongono una serie di problemi di vario genere, ma in particolare relativi alla salute umana". Da questo nasce l’esigenza ”che si faccia un approccio di tipo sistematico a queste aree”. ”Non si possono piu’ esaminare gli impatti ambientali dei singoli impianti – ha spiegato Mazzucconi – ma le valutazioni devono essere sempre piu’ complessive e sistemiche, altrimenti l’incidenza sulla salute umana rischia di diventare pesante”. Sarebbe quindi opportuno che le Asl della Lombardia ”segnatamente la Asl di Brescia”, cominciassero a fare ”rilievi epidemiologici in modo sistematico, cosi’ da farci avere dati comparati che possono da un lato evitare l’allarme nella popolazione e dall’altro di prestare la giusta attenzione quando bisogna intervenire, in particolare sui bambini”. ”Nel caso di Montichiari – ha concluso la parlamentare – per esempio è stata rilevata una maggiore incidenza delle patologie respiratorie sui bambini”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. per fortuna ci sarà l’aeroporto che, nei programmi di Molgora, porterà una bella ventata di aria nuova con i voli cargo, notoriamente gioielli di tecnologia applicata al miglioramento della qualità dell’aria.

    2. Solo la destra è riuscita a far finta di niente, compreso quel movimento fasullo che vorrebbe farci credere di voler rappresentare gli interessi del nord.

    3. Se a Montichiari ci sono alta concentrazione di impresa e lavorazioni industriali spalmate su 80 kmq di campagna con un sacco di alberi e verde, non oso pensare a che patologie hanno i bambini di Lumezzane dove in una vallata lunga 10 km e larga 4,5 (totale 45 kmq) ci abitano in 23.000 persone (pari a Montichiari) dove il numero di attivatà e in particoalre in numero di attività che generano emissioni in atmosfera (che sono poi la causa delle problematiche respiratorie) sono almeno 4 volte quelle di Montichiari…

      Ma a chi la state raccontando ???????

    4. Gli stuzzi infilano la testa sotto la sabbia, gli stolti cercano chi sta peggio per non riconoscere la gravità di una situazione evidente.
      A S. Polo è stato rilevato dall’ASL che c’è un’incidenza di malattiere respisratorie nei bambini dai 6 ai 14 anni superiore del 20/30% rispetto ai bambini del resto della città e qualcuno continua a dire che c’è chi sta peggio!
      Guardare altrove per non dover affrontare il problema non serve nè a chi abita a Lumezzane nè a chi abita a Montichiari. E nemmeno a chi abita a S. Polo!

    LEAVE A REPLY