Parcheggio abusivo? Nuova iniziativa della Loggia: oltre alla multa scatta la segnalazione all’Agenzia delle entrate

    0

    Il vicesindaco e assessore alla Mobilità e traffico del Comune di Brescia, Fabio Rolfi, ha annunciato questa mattina una nuova iniziativa che l’Amministrazione comunale metterà in atto a partire da dicembre, per contrastare il posteggio abusivo delle automobili sulle piste ciclabili e negli spazi riservati agli invalidi. Gli agenti che riscontreranno irregolarità di questo tipo, oltre a comminare la multa, apporranno sul parabrezza dell’automobile un volantino in cui si avvisa che le targhe dei trasgressori saranno oggetto di valutazione da parte del comune anche per eventuali segnalazioni, come previsto dalla normativa vigente, alla Agenzia delle entrate nell’ambito del contrasto all’evasione fiscale.
    “È un modo forte e deciso per dire che questi atteggiamenti antisociali a Brescia non sono più tollerati. – ha dichiarato Fabio Rolfi – Se le amministrazioni comunali di altre città si sono limitate ad annunciare questo provvedimento senza poi concretizzarlo, a Brescia sarà a breve realtà, anche grazie a un accordo quadro con l’Agenzia delle entrate per il confronto incrociato con le banche dati a nostra disposizione”.
    I dati relativi al 2010 dicono che per sosta su pista ciclabile sono state comminate 1.200 multe, mentre sono 2.482 quelle per sosta abusiva in uno spazio riservato agli invalidi (trend in aumento anche nel 2011, visto al 31 ottobre sono 2.298).
    “Numeri incontrovertibili, che fanno capire quanto il contrasto a questi atteggiamenti deplorevoli sia già forte ed efficace. – prosegue il vicesindaco e assessore alla Mobilità e traffico – Crediamo sia comunque necessario rilanciare la lotta a comportamenti di questo tipo, con un’iniziativa che non vuole avere solamente un carattere punitivo e di deterrenza, ma che vuole essere una vera e propria azione in difesa degli utenti più deboli della strada, con l’intento di far rispettare la legalità nell’interesse di tutti i cittadini”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Affidiamo agli Ausiliari del Traffico il compito di controllare e comminare le multe. Sono più presenti rispetto ai pur bravi ma pochi vigili urbani che abbiamo a disposizione, tra l’altro impegnati in tante altre mansioni di controllo del territorio. – E incasseremmo più soldi dagli incivili che meritano solo di essere multati a raffica.

    2. Figurarsi se questa Giunta accetterà mai di colpire indiscriminatamente gli automobilisti abusivi. Ha fatto dell’ultima campagna elettorale il punto di forza per riaprire il centro storico con tutti i pessimi risultati che oggi abbiamo. I residenti fuori a cercare il parcheggio e gli autisti furbi, perchè protetti, a fregarglielo senza l’obolo dovuto.

    3. "eventuali segnalazioni"…
      Ridicolo!
      Già ora l’Agenzia delle Entrate non riesce a fare fronte a tutto il lavoro che ha, infatti basta guardare i dati relativi all’evasione fiscale, figuriamoci se tutti i comuni applicassero un provvedimento simile.
      L’unico deterrente vero per la sosta selvaggia è la rimozione o il blocco del veicolo, con conseguente perdita di tempo per il suo recupero.
      Ma, come al solito, si preferisce la demagogia a buon mercato.

    4. buhuhahahahahha fate ridere… cosa me ne frega a me che facciano la segnalazione all’ag. delle entrate? comunque chi ha avuto questa brillante idea e chi la appoggia è a dir poco ignorante in merito, in quanto l’agenzia delle entrate sa già che tipo di auto è associata alla targa, quindi??? ridicoli come sempre e ignoranti come pochi!

    5. gli ausiliari del traffico non possono per legge occuparsi delle infrazioni del codice della strada ma solo delle infrazioni nelle aree a sosta a pagamento per conto delle società di gestione.

    6. Certo che se i Vigili Urbani fossero rimasti a fare il loro utilissimo e rispettabilissimo mestiere e ad occuparsi principalmente del traffico urbano invece che essere trasformati nell’ennesima forza di polizia per rincorrere la propaganda securitaria la vita dei prepotenti in automobile sarebbe più difficile e quella di chi si comporta correttamente sarebbe più serena.

    7. come si fa a criticare un’iniziativa come questa? era ora che si facesse qualcosa contro i SUV parcheggiati sulle piste ciclabili. bravo Rolfi

    8. La parola SUV è come una parola chiave, non doveva essere usata perchè appena Rolfi la sente nominare e si immagina chi potenzialmente ne è al volante, tira subito i remi in barca. Quanto voler caricare l’Agenzia delle Entrate di un ulteriore fardello che potrebbe essere risolto con una maggior determinazione della Polizia Municipale equivale a voler apposta intasare gli uffici finanziari per distoglierli dalla lotta all’evasione fiscale, ed essendo sott’organico immaginatevi cosa ne potrà saltar fuori. Furbataaaaa!

    9. Ringrazio il lettore delle ore 10.31 per la precisazione. Le ricordo che insultare non è segno di buona educazione. Si può rispondere anche senza dare titoli. E’ una semplicissima questione di stile. (P.S. Le leggi sulle infrazioni si possono anche modificare.)- Le porgo i migliori saluti.

    LEAVE A REPLY